La ricerca della Proteina ha potuto aprire la strada ai trattamenti potenziali per le malattie neurodegenerative

La ricerca della Proteina all'Università di Risonanza ha potuto aiutare nella caccia per le maturazioni di Parkinson e di Alzheimer

La Ricerca effettuata all'Università di Risonanza ha il potenziale di influenzare la ricerca futura del trattamento delle malattie neurodegenerative che sono collegate ad una famiglia delle molecole di proteina conosciute come “l'amiloide„.

I risultati da un gruppo degli scienziati piombo dal Dott. Wei-Feng Xue nel Banco delle Scienze Biologiche hanno potuto piombo ad una migliore comprensione delle malattie e suggeriscono i sistemi diagnostici e le strategie potenziali di terapeutica per combattere la progressione amiloide-associata di malattia e la loro infettività possibile.

Corrente, c'è una differenza nella conoscenza dei fattori che governano il potenziale contagioso di amiloide in generale. In un articolo pubblicato nel eLife del giornale, rapporto del gruppo di Dott. Xue sulle loro ricerche su perché certi moduli di amiloide sono altamente contagiosi - il cosiddetto modulo del prione connesso con EBS (Malattia della Mucca Pazza) ed il modulo umano, CJD (Morbo di Creutzfeldt-Jakob) - mentre altri sono meno contagiosi o persino inerti.

Hanno scoperto che il potenziale contagioso di un amiloide è un migliore biologico complesso dei beni descritto su una scala mobile piuttosto che una categoria (prioni ereditari) o un altro (amiloide non ereditario), come sono ora.

Corrente la maggior parte dei amiloidi oltre ai prioni sono osservati come non ereditario fra le persone significare la gente non potrebbe “catturare semplicemente„ Alzheimer o Parkinson dall'associazione. Questa ricerca fa il nuovo indicatore luminoso su perché certi moduli dell'amiloide possono potenzialmente spargersi fra le celle ed i tessuti presso la stessa persona ed alcuni sono considerati prioni che sono ereditari da una persona ad un altro.

Sorgente: https://www.kent.ac.uk/