Il ` Nanoswitches' ha potuto essere chiave più velocemente, prove più sensibili per rilevazione dei biomarcatori

Fili Costruiti di DNA -- il nanoscale foggia chiamati “i nanoswitches„ -- potrebbe essere il tasto più velocemente, prove più facili, più economiche e più sensibili che possono permettere alla rilevazione ad alta fedeltà dei biomarcatori che indicano la presenza di malattie differenti, di sforzi virali e perfino di variabilità genetiche sottili come mutazione del unico gene.

“L'Un'applicazione critica sia nella ricerca di base che nella pratica clinica è la rilevazione dei biomarcatori nei nostri organismi, che trasferiscono le informazioni vitali circa la nostra salubrità corrente,„ dice Wesley Wong, PhD. “Tuttavia, i metodi correnti tendono ad essere economici e facili o altamente sensibili, ma generalmente non entrambi.„

ecco perché Wong ed il suo gruppo hanno adattato la loro tecnologia del nanoswitch del DNA -- precedentemente dimostrato alla scoperta della droga dell'aiuto ed alla misura delle interazioni biochimiche -- in una nuova piattaforma che chiamano l'analisi nanoswitch-collegata dell'immunosorbente (NLISA) per rilevazione veloce, sensibile e specifica della proteina, che hanno riferito a questa settimana in un nuovo documento negli Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze.

“È “meglio di entrambi i mondi„ si avvicina a,„ dice Wong, autore senior sul documento, che è un ricercatore principale nel Programma dell'Ospedale Pediatrico di Boston nella Medicina Cellulare e Molecolare, un assistente universitario alla Facoltà di Medicina di Harvard e un docente del socio all'Istituto di Wyss per Assistenza Tecnica Biologicamente Ispirata alla Harvard University. “Questa tecnologia potrebbe tradurre in prove di punto-de-cura e del laboratorio che sono accessibili e di facile impiego quanto i test di gravidanza casalinghi, ma è molto più sensibile ed accurata.„

La piattaforma di NLISA usa un'elettroforesi trattata del gel di chiamata allo schermo sintetizzato, singoli fili di DNA “reagenti„ quel cambiamento la loro forma in presenza di un biomarcatore specifico. Cominciano come lungamente, fili lineari di DNA, ma sono decorati con le proteine che legano ad un biomarcatore di corrispondenza della proteina di interesse. Esposto Una Volta a quel biomarcatore di corrispondenza, le proteine legano a ed inducono il filo di DNA a piegare in un ciclo.

Congiuntamente all'elettroforesi del gel, quel cambiamento di forma lo rende estremamente facile individuare indipendentemente da fatto che il biomarcatore di interesse è presente. Nell'elettroforesi del gel, un campo elettrico tira le molecole attraverso un gel poroso. I nanoswitches Lineari del DNA si muovono molto più velocemente attraverso i pori nel gel, mentre i cicli avviati del nanoswitch muovono molto più lento a causa della loro forma più clunkier.

“Messo Semplicemente, le distanze che i nanoswitches attraversano through il gel indicano se un biomarcatore è presente oppure no? ,„ dice primo l'autore Clinton Hansen, il PhD, un collega postdottorale nel laboratorio di Wong.

“Esegua il gel„

Catturi, per esempio, l'antigene prostata-specifico (PSA), che è un indicatore del siero di sangue usato per esaminare gli uomini a carcinoma della prostata. Per dimostrare il loro sistema di NLISA, Wong e suo team i campioni appuntiti del siero di sangue con i livelli vari di PSA. Poi, combinando i reagenti del nanoswitch per lo PSA con i campioni del siero, hanno realizzato l'elettroforesi del gel sulla miscela. Il gruppo poteva individuare la presenza di PSA con il più alta sensibilità in meno volume che con le analisi comparabili.

Inoltre, durante un'altra dimostrazione del proof of concept, il gruppo di Wong ha indicato che la loro piattaforma di NLISA potrebbe distinguere fra i alto-simili sforzi virali di Dengue in 45 minuti o di meno.

“Eseguendo un gel, perturbiamo i nanoswitches con un campo elettrico per diminuire i risultati del falso positivo facendo uso di un trattamento chiamato “correzione delle bozze cinetica, “„ Wong spieghiamo. “Sebbene simili proteine -- quali gli sforzi virali relativi -- la forza inizialmente “disinnesta„ i nanoswitches nei cicli, queste obbligazioni fine-ma-non-abbastanza-perfette può essere rotta, lasciando soltanto i veri risultati positivi. Ciò permette che noi discerniamo fra gli sforzi virali che possono anche essere differenti appena da una singola mutazione genetica.„

Il sistema di NLISA ha il potenziale di trasformarsi in in uno standard per rilevazione della proteina, Wong suggerisce e potrebbe anche essere diventato un'unità portatile e tenuta in mano per uso clinico.

Sorgente: http://www.childrenshospital.org/