I ricercatori metodisti di Houston trovano la via per il trattamento delle malattie causate dai batteri carnivori

I ricercatori a Houston metodista hanno risolto un mistero di 100 anni, fornente loro un tasto possibile per aprire una via per il trattamento delle malattie causate dai batteri carnivori. Ciò è notizie tempestive, date i pericoli correnti che si appostano nei detriti e nella distruzione lasciati dalle acque di esondazione di Harvey di uragano che hanno distrutto decine di migliaia di case nel Texas.

Muthiah Kumaraswami, Ph.D., un ricercatore delle malattie infettive all'istituto di ricerca metodista di Houston, è l'autore corrispondente ed il ricercatore principale su un articolo che descrive i risultati del suo gruppo. Il documento comparirà la settimana del 18 settembre nella prima edizione degli atti dell'Accademia nazionale delle scienze (PNAS), di una del mondo giornali scientifici pluridisciplinari citati e più completi.

“Raggruppi lo streptococco infezioni di A sono abbastanza diffuso. Non solo causano a parecchio milione casse della gola di streptococco ogni anno, ma anche possono piombo alle infezioni più severe, quali la malattia carnivora e la malattia di cuore reumatica acuta,„ Kumaraswami ha detto. “Se non trattate la gola di streptococco in bambini, per esempio, le infezioni di ricorso possono piombo a quelle malattie più serie e sono molto difficili da trattare. Non abbiamo un vaccino, in modo dalla ricerca di base è innestata verso l'individuazione degli obiettivi per sviluppo del vaccino.„

In questo documento, Kumaraswami ha detto che lui ed il suo gruppo hanno trovato un obiettivo critico su cui al fuoco per sviluppare un gruppo potenziale uno streptococco vaccino o antibiotico per combatterlo. Manipolando questo obiettivo, sperano a diminuiscono la severità di queste infezioni o la radura loro su più velocemente.

Hanno scoperto un peptide secernuto dai batteri che segnala i sui vicini per produrre una tossina chiamata esotossina pirogena streptococcica B (SpeB). La produzione di SpeB è critica per lo sviluppo del fasciitis necrotizzantesi, meglio conosciuto come malattia carnivora. La produzione di didascalia di quella tossina sarà cruciale per prevenzione delle malattie ed il trattamento.

“I ricercatori hanno saputo per più di 100 anni che raggruppano gli usi dello streptococco di A la tossina SpeB e che è determinante per lo sviluppo di malattia,„ Kumaraswami ha detto. “Non abbiamo saputo, tuttavia, che segnali la produzione tempestiva di SpeB dallo streptococco del gruppo A. Ora che abbiamo scoperto come i batteri dello streptococco del gruppo A comunicano a vicenda per coordinare la produzione di questa tossina, possiamo mirare alla via di segnalazione per lo sviluppo vaccino ed antimicrobico.„

Kumaraswami dice che i batteri che parlano l'un l'altro e che producono le tossine non è quello nuovo. I loro codici di comunicazione sono stati caratterizzati a lungo, in modo dai ricercatori conoscono le molte funzionalità classiche in questi segnali. Che cosa è differente in cui il suo gruppo scoperto è la natura del linguaggio. Lo streptococco segnale che del gruppo A di comunicazione hanno trovato manca di una maggioranza di quegli marchi di garanzia classici.

“Tipicamente, il segnale è abbastanza lungo ed ha una serie di caratteristiche,„ Kumaraswami ha detto. “Il segnale che abbiamo trovato è compatto e non ha molti di cui vediamo tradizionalmente in altri peptidi batterici, che è probabilmente che cosa ha contribuito alle difficoltà nell'individuazione per così tempo molto. Ci potrebbero essere simili segnali atipici in altri batteri che sono stati trascurati, pure, in modo da crediamo che la scoperta di questo peptide probabilmente faciliti scoprire i segnali batterici supplementari del peptide in altri agenti patogeni.„

Sta muovendo in avanti, vari viali che i ricercatori potrebbero contenere l'ottimizzazione del questo segnale del peptide per l'antibiotico o lo sviluppo del vaccino. Possono sviluppare gli anticorpi per mirare o ad un peptide in competizione per inceppare il percorso di comunicazione, che li permetterebbe di bloccare la produzione della tossina e di diminuire la severità di malattia. Il secondo approccio comprende avviare la produzione della tossina alla fase iniziale in cui il livello della tossina sarebbe minimo. Poi, la risposta immunitaria di ospite sarebbe avviata molto presto e chiara l'infezione batterica.