Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il vaccino di HPV può migliorare le probabilità della concezione in alcune donne, ritrovamenti di studio

Più di 40 per cento degli anni dell'adolescenza americani ora stanno ottenendo vaccinati contro il papillomavirus umano (HPV). Ma, malgrado l'infezione di HPV che è associata con la qualità diminuita del seme e le tariffe di gravidanza più basse, c'è interesse pubblico ancora circa se il vaccino stesso di HPV potrebbe pregiudicare la fertilità futura.

Ora, il primo gruppo futuro che esamina la relazione fra la vaccinazione di HPV e la fertilità, piombo da un banco di Boston University del ricercatore di salute pubblica (BUSPH), ha trovato che il vaccino può realmente migliorare le probabilità della concezione in alcune donne.

Lo studio, pubblicato in epidemiologia pediatrica e perinatale del giornale, mostra poca associazione globale fra la vaccinazione di HPV e le probabilità di concepimento per gli uomini e le donne -- eccetto fra le donne con una cronologia sessualmente - delle infezioni trasmesse (STIs). STIs è associato con fertilità più bassa, ma le donne vaccinate con una cronologia di STI hanno avute probabilità circa lo stesso di diventare incinta come donne unvaccinated che non avevano avute mai uno STI.

“Il nostro studio non ha trovato effetti contrari della vaccinazione di HPV su fertilità ed ha indicato che può, infatti, proteggere la fertilità fra le persone che hanno avute altro STIs,„ dice lo studente di laurea Kathryn McInerney, l'autore principale di BUSPH dello studio. “Il nostro studio dovrebbe rassicurare coloro che è titubante vaccinare dovuto le preoccupazioni di fertilità.„

I dati usati studio dalla gravidanza studiano online (PRESTO), un gruppo di preconcetto dei pianificatori nordamericani di gravidanza. Lo studio in corso ha iscritto 3.483 donne e 1.022 uomini hanno invecchiato 21 - 45 anni che attivamente stavano provando a concepire. Le coppie sono state seguite per 12 mesi o fino alla gravidanza, qualunque è venuto in primo luogo. All'iscrizione, 33,9 per cento delle donne erano stati vaccinati contro HPV, confrontato a 5,2 per cento degli uomini.

“Internazionalmente, i genitori hanno scelto di non vaccinare i loro bambini dovuto le preoccupazioni circa l'effetto del vaccino su fertilità futura,„ McInerney dice. “Speriamo che questo studio sia utile per i fornitori di salubrità che consigliano le persone e le famiglie circa la vaccinazione di HPV.„