Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La terapia di esercizio da solo sembra essere efficace per la cura dei pazienti con il dolore al collo

Le code per il trattamento con i fisioterapisti in cliniche municipali norvegesi sono spesso lunghe. Forse inutilmente lungamente. È uno scenario che è probabilmente vero attraverso il mondo occidentale.

Ora, tuttavia, un'analisi completa dei trattamenti differenti fa luce su che cosa funziona nella cura dei pazienti con il dolore al collo. Lo studio mostra che quello fornire i moduli del trattamento manuale con la terapia di esercizio non sembra migliorare i risultati del trattamento. La terapia di esercizio da solo sembra rendere gli stessi vantaggi per i pazienti delle associazioni manuali del trattamento con la terapia di esercizio.

KEN Fredin, che sta studiando per il suo diploma di maturità classica all'università norvegese di scienza e tecnologia (NTNU), ha effettuato l'esame della ricerca per la tesi del suo celibe in fisioterapia. Il professore associato Håvard Lorås al dipartimento dell'università di Neuromedicine e di scienza del movimento ha consigliato Fredin ed ha esteso il progetto.

Il loro lavoro è riflesso in un esame ed in una meta-analisi sistematici della ricerca nel campo ed è presentato nella scienza osteomuscolare e nella pratica del giornale internazionale.

I progetti di diploma di maturità classica non finiscono tipicamente in pubblicazioni professionali, ma la tesi di Fredin non è la ricerca del vostro celibe tipico. Fredin messo occasionalmente nei giorni di più di 12 ore per portare il progetto a completamento.

Fredin e Lorås hanno esaminato 1169 articoli differenti della ricerca e finalmente hanno fornito sette articoli che hanno esaminato l'effetto dei trattamenti manuali come aggiunta per esercitare la terapia.

“Non abbiamo trovato alcuni assegni complementari per l'intensità di dolore, funzione o qualità di vita dai trattamenti manuali,„ dice l'interno Fredin della fisioterapia.

La loro conclusione si applica ai pazienti che soffrono da dolore al collo senza sintomi neurologici, che è chiamato dolore al collo del grado III.

Le terapie manuali comprendono vari metodi manuali che i terapisti usano per trattare i disordini osteomuscolari, compreso le giunzioni di mobilizzazione e di manipolazione ed il massaggio. La terapia di esercizio consiste di vari esercizi di allenamento che il paziente effettua in consultazione con il terapista.

L'aggiunta inutile così, prescrivendo i trattamenti manuali oltre alla terapia di esercizio in modo dai pazienti recupera più velocemente sembra avere poco punto. I ricercatori hanno trovato differenze soltanto molto piccole e non significative nelle loro analisi.

Nel migliore dei casi, la scoperta potrebbe contribuire a tagliare le spese e cronometrare e diminuire le code lunghe, poiché una grande percentuale di popolazione soffre da dolore al collo e cerca la sanità.

I moduli manuali del trattamento possono ancora essere utili “il nostro studio non dice niente circa gli effetti delle terapie manuali sui loro propri,„ dice Fredin. “Abbiamo esaminato soltanto se i trattamenti manuali hanno di effetto una volta combinati con la terapia di esercizio.„

Fredin vuole studiare le terapie manuali egli stesso ed ancora crede che abbiano un posto nel trattamento dei disordini osteomuscolari.

Egualmente vorrebbe studiare lo scenario inverso - se la terapia di esercizio è utile quando il paziente sta ricevendo il trattamento manuale di terapia, ma non ha trovato questa combinazione di trattamenti nel grande organismo di materiale che ha esaminato.

Lo scenario inverso “è un campo aperto per la ricerca,„ Fredin dice.

Malgrado il riconoscimento ha ricevuto per la tesi del suo celibe, Fredin - almeno per ora vuole trasformarsi in in un clinico piuttosto che un ricercatore. Corrente sta cominciando come interno all'ospedale della st Olavs a Trondeim.