I ricercatori esplorano il nuovo approccio di combinazione per trattare i sarcomi ad alto rischio del tessuto molle

I ricercatori della scuola di medicina dell'università del Maryland stanno studiando un nuovo approccio per trattare i sarcomi ad alto rischio del tessuto molle combinando due droghe di immunoterapia con la radioterapia per stimolare il sistema immunitario per distruggere il tumore principale come pure le cellule tumorali microscopiche rimanenti che possono seminare altri tumori.

In questa prova, i pazienti con i sarcomi del tessuto molle che hanno un ad alto rischio di diffusione riceveranno le droghe chiamate inibitori come pure radiazione del controllo, prima che subiscano la chirurgia per eliminare il tumore. Il livello di cura per il trattamento dei sarcomi del tessuto molle è radiazione e chirurgia. Alcuni oncologi aggiungono la chemioterapia tradizionale, ma ha efficacia limitata.

“L'immunoterapia sta rivoluzionando come trattiamo altri tipi di cancri e vogliamo scoprire se questo trattamento, combinato con radiazione, possa anche trasformare come trattiamo i sarcomi del tessuto molle,„ dica il ricercatore principale, Vincent Y. Ng, il MD, un assistente universitario dell'ortopedia alla scuola di medicina dell'università del Maryland. “Lo scopo è di innescare il sistema immunitario per riconoscere e distruggere le cellule tumorali microscopiche che possono spargersi ad altre parti del corpo.„

“Corrente, possiamo trattare il tumore principale con un alto livello di successo, ma circa 50 per cento dei pazienti più successivamente svilupperanno la malattia metastatica, che è incurabile,„ aggiungono il Dott. Ng, un oncologo ortopedico con il Cancro di osso ed il servizio del sarcoma del tessuto molle all'università del Maryland Marlene ed al centro completo del Cancro di Stewart Greenebaum.

Non c' è stato un'innovazione importante nel trattamento del sarcoma del tessuto molle nei parecchi decenni, secondo il Dott. Ng. “Abbiamo bisogno urgentemente di efficace trattamento sistemico per il sarcoma del tessuto molle che può diminuire il rischio di metastasi e migliorare la sopravvivenza dei pazienti,„ lui diciamo.

I ricercatori valuteranno la sicurezza e l'efficacia della terapia di combinazione e del suo impatto sulla sopravvivenza dei pazienti.

Circa 12.000 casse del sarcoma del tessuto molle - che possono svilupparsi in grasso, del muscolo, dei nervi, dei tessuti fibrosi, dei vasi sanguigni, o dei tessuti profondi dell'interfaccia - sono diagnosticate ogni anno negli Stati Uniti. Questi sarcomi possono essere trovati dovunque nell'organismo ma la maggior parte sono sulle armi e sui cosciotti. Ogni anno, quasi 5.000 adulti e bambini muoiono della malattia.

I pazienti iscritti allo studio riceveranno due droghe di immunoterapia, durvalumab e tremelimumab, oltre al livello di cura. “Questi agenti sono in esame per il polmone ed altri cancri, ma questo è la prima volta saranno usati insieme prima che chirurgia con radiazione per curare i pazienti con i sarcomi del tessuto molle,„ il Dott. Ng dice.

“La radiazione è stata indicata per indurre gli effetti anticancro benefici ai siti del tumore fuori dell'area di obiettivo e possiamo potere aumentare questa cosiddetta risposta abscopal con gli agenti di immunoterapia,„ lui spieghiamo.

Il Dott. Ng vede una serie di vantaggi possibili a usando questa strategia per i pazienti recentemente diagnosticati piuttosto che in fase più avanzata. “In pazienti con la malattia avanzata, il sistema immunitario può essere esaurito da un gran numero di cancro o indebolito da altri trattamenti,„ dice. “La presenza del tumore principale durante il immunoradiotherapy può potere assistere il sistema immunitario nel riconoscimento dell'impronta molecolare del sarcoma particolare ed identificare altre celle cancerogene in tutto l'organismo, simile ad un vaccino del cancro,„ il Dott. Ng dice.

Durvalumab e il tremelimumab sono anticorpi umani costruiti che mirano alle proteine sulla superficie delle celle del tumore e/o delle celle immuni. Quando questi anticorpi legano alle proteine, possono contribuire a stimolare il sistema immunitario per attaccare le celle del tumore. Durvalumab è destinato per mirare alla proteina PD-L1 (morte-legante programmato 1) sul tumore e sulle celle immuni, mentre il tremelimumab mira al CTLA-4 (proteina T-linfocita-associata citotossica della molecola 4) sulle celle immuni. Durvalumab recentemente è stato approvato dagli Stati Uniti Food and Drug Administration per il trattamento del cancro di vescica avanzato.

Il Dott. Ng pianificazione iscrivere 35 pazienti al test clinico di fase I/II. Le droghe sono fornite all'università del Maryland dal produttore, AstraZeneca. I pazienti riceveranno cinque settimane della radioterapia, più tre infusioni ciascuna di durvalumab e di tremelimubab ad intervalli di quattro settimane prima, durante e dopo i trattamenti radioattivi. I pazienti riceveranno la radioterapia standard al centro completo del Cancro di Greenebaum o la terapia del protone al centro del trattamento di Maryland Proton. La terapia di Proton è un modulo preciso della radioterapia che deposita tutta la sua energia all'interno del tumore e tiene conto meno irradiamento dei tessuti normali intorno al tumore. Dopo chirurgia, i pazienti riceveranno quattro - nove infusioni di durvalumab, secondo se hanno di cancro rilevabile. I ricercatori seguiranno i pazienti per fino a due anni.

“Il test clinico del Dott. Ng ora è un esempio tipico della ricerca innovatrice di immunoterapia in corso al centro completo del Cancro di UM Greenebaum,„ dice E. Albert Reece, MD, PhD, MBA, vice presidente per gli affari medici all'università del Maryland ed il John Z. e professore di Akiko K. Bowers Distinguished e decano della scuola di medicina dell'università del Maryland. “I nostri ricercatori del cancro sono alla prima linea di esaminare le nuove modalità approfondite sfruttare la potenza del sistema immunitario dell'organismo trattare un numero crescente dei cancri, compreso i sarcomi, il cancro polmonare, la leucemia ed il mieloma multiplo.„