Le droghe Attuali possono potere migliorare la terapia per la leucemia mieloide cronica, mouse studiano le manifestazioni

Due droghe, già approvate per sicurezza di utilizzo nella gente, possono potere migliorare la terapia per la leucemia mieloide cronica (CML), un cancro di sangue che pregiudica le celle mieloidi, secondo i risultati da un'Università di studio dello Iowa in mouse.

CML è un cancro relativamente comune. L'Associazione del Cancro Americana stima che nel 2017 ci siano circa 8.950 nuovi casi e circa 1,080 persone morirà della malattia.

Nella sua fase iniziale e cronica, CML è relativamente facile da trattare. Le Droghe chiamate inibitori della chinasi della tirosina (TKIs) riescono generalmente a gestire il cancro. Tuttavia, i pazienti devono continuare il trattamento costoso per la loro vita. In alcuni casi, anche in quel trattamento, il cancro può diventare una fase più avanzata che più non è gestita.

Una ragione per questa, spiega Hai-Hui (Howard) Xue, il MD, il PhD, il professor di UI di microbiologia e l'immunologia, è che ci sono due generi di celle del tumore; le celle in serie di leucemia che possono essere uccise dalle droghe di TKI e un sottoinsieme delle celle hanno chiamato le cellule staminali di leucemia, che sono resistenti a TKIs ed alla chemioterapia.

“Un riuscito trattamento si pensa che per uccidere le celle in serie di leucemia ed allo stesso tempo si liberi delle cellule staminali leucemiche. Potenzialmente, quello potrebbe piombo ad una maturazione,„ dice Xue, che è autore senior dello studio pubblicato nell'emissione di Settembre della Cellula Staminale delle Cellule del giornale come la notizia da copertina.

Con quello scopo in mente, Xue ed il suo gruppo hanno unito le forze con Chen Zhao, il MD, il PhD, assistente universitario di UI di patologia ed hanno usato la loro comprensione della genetica di CML per cercare le piccoli molecole o composti della droga che potrebbero potere sradicare le cellule staminali di leucemia.

Mettendo A Fuoco su due proteine conosciute come i fattori di trascrizione, i ricercatori hanno mostrato quello geneticamente che rimuove i due fattori di trascrizione, Tcf1 e Lef1, in mouse è sufficiente per impedire alle cellule staminali di leucemia di persistere. D'importanza, questa alterazione genetica non ha pregiudicato le cellule staminali ematopoietiche normali (di sangue).

Dopo i ricercatori hanno usato un metodo dell'informatica chiamato mappe della connettività per identificare le droghe o le piccole molecole che possono ripiegare il reticolo di espressione genica che accade quando i due fattori di trascrizione sono rimossi. Questa prova di selezione ha identificato una droga chiamata prostaglandina E1 (PGE1).

Il gruppo ha verificato una combinazione di PGE1 e la droga di TKI ha chiamato il imatinib in un modello del mouse di CML. I mouse hanno vissuto più lungamente dei mouse di controllo; 30 per cento hanno vissuto più lungamente i di 80 giorni confrontati ai mouse trattati con soltanto imatinib, che è morto nei 60 giorni.

Il gruppo egualmente ha esaminato un modello differente del mouse di CML, dove le celle umane di CML sono state trapiantate in un mouse immunocompromised. Quando i mouse non hanno ricevuto il trattamento o sono stati trattati con imatinib solo, le cellule staminali umane di leucemia propagate ed hanno diventato relativamente i grandi numeri. Al contrario, quando gli animali sono stati trattati con una combinazione di imatinib e di PGE1, quei numeri notevolmente sono stati diminuiti ed i mouse non hanno sviluppato la leucemia.

“I risultati sono una sorpresa piacevole,„ dice Xue che egualmente è un membro del Centro Completo del Cancro di Holden al UI. “Facciamo questi generi di studi genetici tutti i fattori di trascrizione di sguardo del tempo e che cosa fanno. Ciò è una buona opportunità di connettere che cosa facciamo al banco a qualcosa che potrebbe essere utile clinicamente.„

Studiando come il PGE1 funziona per sopprimere le cellule staminali di leucemia, il gruppo ha trovato che l'effetto conta su un'interazione critica fra PGE1 ed il suo ricevitore EP4. Poi hanno verificato l'effetto seconda di un misoprostol chiamato della droga molecola, che egualmente interagisce con EP4 ed hanno indicato che il misoprostol egualmente ha la capacità di combinarsi con TKI e di diminuire significativamente il numero delle cellule staminali di leucemia.

Sia PGE1 che il misoprostol corrente sono approvati da FDA per uso nella gente. PGE1 è una droga iniettabile che è usata per trattare la disfunzione erettile. Misoprostol è una pillola che è usata per trattare le ulcere.

“Vorremmo potere provare questi composti in un test clinico,„ Xue dice. “Se potessimo indicare che la combinazione di TKI con PGE1, o il misoprostol, può eliminare sia le celle in serie del tumore che le cellule staminali che tengono il tumore andare, che potrebbe potenzialmente eliminare il cancro al punto in cui un paziente più non avrebbe dovuto dipendere da TKI.„

Sorgente: https://uiowa.edu/