Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nanoparticelle del BR di uso degli scienziati per sviluppare rappresentazione fotoacustica e terapia photothermal del cancro

Sangyong Jon, un professore nel dipartimento delle scienze biologiche a KAIST ed il suo gruppo sviluppato ha combinato la rappresentazione fotoacustica e la terapia photothermal per cancro usando le nanoparticelle (BR) della bilirubina.

Il gruppo di ricerca ha applicato i beni di un pigmento biliare chiamato BR, che esercita gli effetti antiossidanti ed antinfiammatori potenti, a questa ricerca.

Il gruppo invitare questa ricerca, che mostra l'alta biocompatibilità come pure la terapia photothermal fotoacustica eccezionale e del rappresentazione, per essere un sistema appropriato nel campo del trattamento per cancro.

Nel passato, il gruppo di ricerca ha messo a punto ad un sistema basato a bilirubina di nanoparticella di PEGylated combinando il BR insolubile in acqua con il polietilene glicole solubile in acqua (PARITÀ).

Questa tecnologia ha facilitato gli antiossidanti esercitanti del BR eppure li ha impediti l'accumulazione nell'organismo. Il sui risparmio di temi e sicurezza sono stati identificati in un modello della malattia animale, per i termini quali la malattia di viscere, il trasporto delle cellule dell'isolotto e l'asma infiammatori.

Differendo dai metodi precedenti della ricerca, questa ricerca ha applicato i beni fisico-chimici differenti di BR a trattamento del cancro.

Quando l'agente causativo di ittero, BR giallo, è esposto ad una determinata lunghezza d'onda di indicatore luminoso blu, l'agente si trasforma in in un nanomaterial fotonico come risposte all'indicatore luminoso. Questo nanomaterial luminoso rispondente può essere usato per fare maturare l'ittero perché tiene conto escrezione attiva in infanti.

Secondariamente, il gruppo ha identificato che il BR è una componente importante delle colelitiasi nere del pigmento che possono essere trovate spesso in cistifellea o in dotti biliari in determinate circostanze patologiche. I risultati indicano che il BR forma le colelitiasi nere del pigmento senza il ruolo di un composto intermedio o di un catione, quali calcio e rame. Il gruppo di ricerca ha combinato il cisplatin, ad una droga anticancro basata a metallo del platino, con BR in modo che le nanoparticelle del BR cambiassero il colore della soluzione da giallo alla porpora.

Il gruppo egualmente ha esaminato la possibilità delle nanoparticelle cisplatin-chelatate del BR come sonda per le immagini fotoacustiche. Hanno trovato che la considerevole attività fotoacustica è stata indicata quando è stata esposta all'indicatore luminoso di vicino infrarosso. Infatti, il segnale fotoacustico è stato aumentato significativamente di tumori degli animali con cancro colorettale quando le nanoparticelle sono state amministrate per via endovenosa a. Il gruppo prevede una diagnosi più accurata dei tumori con questa tecnologia.

Inoltre, il gruppo ha valutato gli effetti photothermal delle nanoparticelle cisplatin-chelatate del BR. La ricerca ha indicato che la temperatura dei tumori ha aumentato centigrado di 25 gradi in cinque minuti quando sono state esposte all'indicatore luminoso di vicino infrarosso, dovuto l'effetto photothermal. Dopo due settimane, la loro dimensione è stata diminuita ha confrontato a quella di altri gruppi ed a volte i tumori anche si sono necrotizzati.

Il professor Jon ha detto, “le sostanze attuali presentano una biocompatibilità e una limitazione basse per la terapia clinica perché sono orientate artificialmente; quindi, hanno potuto avere tossicità. Sto sperando che queste a nanoparticelle basate a Br cisplatin-chelatate forniscano una nuova piattaforma per la ricerca preclinica e di traduzione e l'adattamento clinico della rappresentazione fotoacustica e della terapia photothermal.„