Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Per alcuni rifugiati, la sanità delle donne è una scossa di cultura

L'Ora di cena sta avvicinandosi a e la cucina in questa casa ordinata sta ronzando. Lamyaa Manty, un rifugiato Iracheno di 29 anni, porta una Maglietta di neon-P!nk e mescola un grande vaso di melanzana, della cipolla, delle patate e dei pomodori sulla stufa, una graffetta del tepsi chiamato di cottura Iracheno.

Sta Filando intorno con un netto della farfalla in sua mano e ballando alla musica Araba Fatima Abdullah, un bambino di 9 anni esuberante.

Al centro dell'attività è la zia di Fatima, Salima Abdullah Khalifa, un matriarca Borgogna-dai capelli da Bagdad, che versa Pepsi nei piccoli vetri sulla tabella.

Ciò è una famiglia trovata. Manty era il vicino di Khalifa a Bagdad. Quando Manty ha perso la sua intera famiglia, Khalifa ha catturato la cura lei. I due hanno passare insieme cinque anni in Giordania, aspettante le loro applicazioni del rifugiato da elaborare.

Il marito di Khalifa, il fratello ed i tre figli sono stati uccisi nell'Irak e ricominciare la vita in Buffalo, sulle rive del Lago Erie, con tale dolore profondo nel suo cuore sta provando. Determinate dogane Americane la sconcertano. Quando si tratta della sanità, Khalifa è stato fatto sussultare per trovare che medici maschii negli Stati Uniti esaminano le donne e che è supposta ottenere un controllo alla clinica anche quando non è malata.

“Non abbiamo [cura] medico primario nel mio paese,„ ha detto Walaa Kadhum, un collega rifugiato e l'amico di Khalifa che contribuisce a tradurre. Nell'Irak, le donne dicono, solo il trattamento medico ricevuto molto malato o molto ricco. Ma qui negli Stati Uniti, hanno medici di pronto intervento ed ottengono i controlli annuali.

Forse il più distressing di quei controlli per molte donne Musulmane conservatrici è un pap test, Una prova di selezione per cancro cervicale. La prova è rara nei paesi in via di sviluppo, secondo gli esperti globali in salubrità e per le donne Musulmane tradizionali, come Manty, che si pensano che siano vergini finché non sposino, la procedura dilagante è una minaccia profonda.

“Se non è un vergine, non può sposare,„ Kadhum spiegato. “Dicono, 'Questa è una cattiva ragazza. Non possiamo sposarvi. Finché [è] non sposi, nessuno [tocchi] lei.„

Manty ha detto se non sposa, lei mai otterrà provato a cancro cervicale o non avrà un esame vaginale. Khalifa, ora 51, ha avuto suo primo esame a 45, quando ha riassestato in Buffalo.

I Medici che curano le donne del rifugiato dicono che non è raro trovare il cancro cervicale undiagnosed, le malattie sessualmente trasmesse o il dolore pelvico cronico.

Il Dott. Magda Osman, un ostetrico e ginecologo al Gruppo Medico della Buffalo che proviene originalmente dall'Egitto, ha detto che molti dei suoi pazienti del rifugiato finalmente acconsentono ad un pap test Una volta che capiscono le indennità-malattia. Ma per le donne che ancora obiettano, prova a spiegare che l'Islam non impedisce loro di catturare la cura della loro salubrità.

“Molte emissioni culturali non possono essere emissioni religiose ma così ingrained nella gente che non conoscono la differenza,„ hanno detto Osman.

Le donne celibi vede che il timore un pap test Romperà spesso il loro imene, che possono essere molto problematiche per una giovane donna se mettono la sua verginità in dubbio. Ma può che essere una cultura rigorosa - non il Corano - che applica quell'idea, Osman ha detto.

“Una determinata percentuale delle donne non sanguinerà sopra la prima volta sono sessualmente - attivo,„ ha detto. “Ma se andate a molte culture intorno al mondo, se non c'è sangue poi che la donna è ostracizzata. Ma quella non è religione.„

Alla clinica di salubrità della Strada di Gerico in Buffalo, il personale è ben versato in queste credenze culturali. Heidi Nowak, un professionista dell'infermiere della famiglia, ha detto che non spinge i pazienti per violare le loro credenze, ma sosterrà per la loro salubrità.

Lo stereotipo che le donne Musulmane tradizionali che si coprono sono docili è un mito, Nowak ha detto. I Suoi pazienti Musulmani femminili sono assertivi e molti di loro hanno domande circa il sesso, ha detto.

“Alcune di giovani donne Irachene verranno a me. Pianificazione sposarsi in due mesi e vogliono essere preparati, in modo da mi chiederanno che domande a questo proposito,„ ha detto. ““Cui il sesso ritiene come? Come funziona?„ O li farò venire a me dopo che e dico, “Era terribile. “„

Una di più grandi sfide che serviscono le donne Musulmane rigorose del rifugiato, ha detto Nowak, è la loro reticenza - o rifiuto autentico - da vedere da un medico maschio.

Non lontano dalla clinica, dal Kuresha Noor, un assistente sociale per i Servizi del Rifugiato dell'Estremità del Viaggio, un'agenzia di riassestamento, le visite la casa di una madre Somala ed i suoi tre bambini che hanno riassestato all'inizio di quest'anno in Buffalo.

Le donne, coperte in abiti tradizionali ed in foulard Somali chiamati garbasaars, si siedono sullo strato nell'appartamento liso. L'assistente sociale ed il suo cliente sono sia incinti che nessuno dei due donna vuole tutti i medici maschii catturare la cura loro o assistere alle loro consegne.

Gli Americani sembrano avere una comprensione di difficoltà perché molte donne Musulmane conservatrici hanno una preferenza per medici femminili, Noor ha detto.

“Non sono informate di,„ ha detto degli Americani. Nella sua cultura, ha detto, nessun uomo a meno che il suo marito possa esaminarlo. Se facesse, ha detto, sarebbe come se “non fossi una buona moglie, come non sto rispettando le sue destre come uomo. Quello è che cosa ritengo.„

Medici in Buffalo dicono che la proibizione contro medici maschii piombo a determinati momenti strazianti nella sala parto - coppie che hanno rifiutato di acconsentire agli ostetrici maschii, persino durante un'emergenza.

Fatuma Abdi Noor, la madre incinta recentemente arrivata dal Somalo, ha detto la sua religione permette che un medico maschio la aiuti in caso d'urgenza.

“Non è un peccato. Dio solo sa non lo avete fatto di proposito,„ ha detto. “Non riterrete la vergogna o sinned, perché Dio era sempre là e conosce che cosa è nel vostro cuore.„

Era in un campo profughi nel Kenya con poca assistenza medica durante le sue gravidanze passate. Ora, negli Stati Uniti, accoglie favorevolmente i controlli prenatali, anche se la sue cultura e religione si scontrano con alcune pratiche di sanità.

“Mi dà la pace,„ ha detto, “perché so che il bambino è in buona salute.„

La copertura di KHN delle emissioni della sanità delle donne è supportata in parte Dal David e dalle Fondamenta di Lucile Packard.


http://www.kaiserhealthnews.orgQuesto articolo è stato ristampato da kaiserhealthnews.org con l'autorizzazione delle Fondamenta di Henry J. Kaiser Family. Le Notizie di Salubrità di Kaiser, un servizio di notizie editorialmente indipendente, sono un programma delle Fondamenta della Famiglia di Kaiser, un organismo di ricerca indipendente di criterio di sanità unaffiliated con Kaiser Permanente.