Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La tecnologia britannica offre l'ultima protezione di superficie contro il virus australiano di influenza

La guerra con influenza ha lato positivo - ma non stiamo approntando tutte le misure preventive possibili…

Con ultime notizie di uno sforzo di influenza australiano più severo che si dirige verso il Regno Unito, c'è una tecnologia britannica che assicura l'ultima protezione di superficie contro il virus - diminuirlo da 99,99%!

Risultato sia negli studi clinici che negli scenari di vita reale, la tecnologia antimicrobica dello ione d'argento di BioCote rende tutti i tipi di superfici inospitali ai microbi, compreso i virus quale influenza H1N1 (più una vasta gamma di superbugs, di funghi e di muffa principali) ed è facile da includere in tutta la strategia di controllo di infezione.

Questo nuovo sforzo australiano si è evoluto per avere alcune caratteristiche differenti una volta confrontato al virus pandemico più recente H1N1 di 2009, ma sono la stessa famiglia e si può predire molto attendibilmente che la predisposizione ad argento sarà molto simile.

Inospitale ai virus ed ai batteri

Messi semplicemente, i virus come influenza H1N1 ed i sui derivati non possono sopravvivere a su BioCote hanno trattato le superfici e dal punto di vista tecnico l'esposizione a BioCote ha trattato i materiali lo rende non infettivo - con danno della proteina, rottura della membrana ed interferenza del DNA. E richiede tipicamente appena due ore!

Che cosa è più, questi additivi invisibili del `' sono integrati semplicemente nei prodotti di ogni giorno ai tempi della lavorazione. Sono in condizioni ambientali ed ecologicamente accettabili e possono aggiungersi in modo redditizio alla plastica, vernici, tessuti, ceramica, documento, quadro e molto altri posto di lavoro e materiali della famiglia. Poiché non consuma o non cancella le superfici, fornisce un effetto continuo e per tutta la vita di decontaminazione.

Una boccata di aria fresca

La tecnologia antimicrobica di BioCote è ugualmente efficace contro lo sforzo H7N9 anche conosciuto come aviario o influenza aviaria, ma questo virus non infetta facilmente la gente perché H7N9 non ha subito una mutazione in un modo che lo rende ereditario dagli esseri umani ad altri esseri umani - finora. La maggior parte dei casi dell'infezione umana con H7N9 hanno riferito l'esposizione recente a pollame vivo o potenzialmente contaminato gli ambienti, particolarmente superfici infettate nei servizi in cui gli uccelli in tensione sono stati venduti.

In breve, la tecnologia antimicrobica di BioCote può combinarsi con successo con le pratiche accurate di a mano lavaggio e la pulizia regolare minimizzare la contaminazione trasversale e trasformarsi in in un elemento essenziale e dinamico di controllo di infezione in virtualmente qualunque regolazione pubblica, commerciale o nazionale.

Le vaccinazioni stagionali libere di influenza per i bambini piccoli invecchiati 2-8 e la gente invecchiati 65 e più è la migliore protezione che corrente abbiamo contro questo virus imprevedibile, ma l'influenza può ancora causare la malattia e la morte severe fra i gruppi a rischio.

Con i virus di influenza che possono sopravvivere a sulle superfici dure per fino a 72 ore, corrente le procedure accettate dell'igiene e di pulizia della mano non sono abbastanza preventive in isolamento - e le misure supplementari devono essere considerate per combattere questi crescita ed emissione di salubrità perpetua.

Il gestore tecnico Mike Karavolos di BioCote è un professore stimato di microbiologia e disponibile facilmente per il commento informato ed autorevole sulla protezione contro i virus ed i superbugs.