Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il tè nero può promuovere la perdita di peso ed offrire altre indennità-malattia

I ricercatori del UCLA hanno dimostrato per la prima volta che il tè nero può promuovere la perdita di peso ed altre indennità-malattia cambiando i batteri nell'intestino. In uno studio dei mouse, gli scienziati hanno indicato che il tè nero altera il metabolismo energetico nel fegato cambiando i metaboliti dell'intestino.

La ricerca è pubblicata nel giornale europeo di nutrizione.

Lo studio ha trovato che sia il nero che il tè verde hanno cambiato il rapporto dei batteri intestinali negli animali: La percentuale dei batteri connessi con l'obesità è diminuito, mentre i batteri si sono associati con la massa magra dell'organismo aumentata.

Gli studi precedenti hanno indicato che i prodotti chimici in polifenoli chiamati tè verde sono assorbiti ed alterano il metabolismo energetico nel fegato. I nuovi risultati indicano che i polifenoli del tè nero, che sono troppo grandi essere assorbiti nell'intestino tenue, stimolano la crescita del batterio dell'intestino e la formazione di acidi grassi a catena corta, un tipo di metaboliti batterici che è stato indicato per alterare il metabolismo energetico nel fegato.

“È stato conosciuto che i polifenoli del tè verde sono più efficaci ed offrono più indennità-malattia che i polifenoli del tè nero poiché i prodotti chimici del tè verde sono assorbiti nel sangue e nel tessuto,„ hanno detto Susanne Henning, l'autore principale dello studio e un professore dell'aggiunta al centro del UCLA per l'alimentazione umana, che fa parte della scuola di medicina di David Geffen al UCLA. “I nostri nuovi risultati suggeriscono che il tè nero, attraverso un meccanismo specifico attraverso il microbiome dell'intestino, possa anche contribuire ai buona salute ed alla perdita di peso in esseri umani.„

“I risultati indicano che sia il verde che i tè neri sono prebiotics, sostanze che inducono la crescita di buoni microrganismi che contribuiscono al benessere di una persona,„ lei hanno detto.

Nello studio, quattro gruppi di mouse hanno ricevuto le diete differenti -- due di cui sono stati completati con gli estratti del tè nero o del tè verde:

A bassa percentuale di grassi, alto-zucchero

Ad alta percentuale di grassi, alto-zucchero

Estratto ad alta percentuale di grassi, dello alto-zucchero e del tè verde

Estratto ad alta percentuale di grassi, dello alto-zucchero e del tè nero

Dopo quattro settimane, i pesi dei mouse che sono stati dati verdi o gli estratti del tè nero sono caduto agli stessi livelli di quelli dei mouse che hanno ricevuto la dieta a bassa percentuale di grassi in tutto lo studio.

I ricercatori egualmente hanno raccolto i campioni dagli intestini crassi dei mouse (per misurare i batteri soddisfanno) e dai tessuti del fegato (per misurare i giacimenti del grasso). Nei mouse che hanno consumato qualsiasi tipo di estratto del tè, c'erano di meno del tipo di batteri connessi con l'obesità e più dei batteri connessi con il Massachusetts magro dell'organismo.

Tuttavia, soltanto i mouse che hanno consumato l'estratto del tè nero hanno avuti un aumento in un tipo di batteri chiamati Pseudobutyrivibrio, in grado di contribuire a spiegare la differenza fra come il tè nero ed il tè verde cambiano il metabolismo energetico.

Il Dott. Zhaoping Li, Direttore del centro del UCLA per l'alimentazione umana, capo della divisione del UCLA di nutrizione clinica e l'autore senior dello studio, ha detto che i risultati suggeriscono che le indennità-malattia sia di tè verde che di tè nero andassero oltre i loro vantaggi antiossidanti e che entrambi i tè hanno un impatto forte sul microbiome dell'intestino.

“Per gli amanti del tè nero, ci può essere una nuova ragione di continuare berla,„ ha detto.

Lo studio del UCLA di configurazione di risultati del 2015 che dimostrato che sia tè verde che tè nero contribuito per impedire obesità in mouse che hanno consumato un ad alta percentuale di grassi, dieta dello alto-zucchero.

Il nuovo studio egualmente ha concluso che sia il tè verde che il tè nero hanno effetti differenti sul metabolismo del fegato. Secondo Henning, le molecole in tè verde sono più piccole e possono essere assorbite più prontamente nell'organismo e raggiungere direttamente il fegato, mentre le molecole del tè nero sono più grandi e soggiorno nell'intestino piuttosto che essendo assorbendo. Quando le molecole del tè nero restano nel tratto intestinale, migliorano la crescita dei batteri utili e la formazione di metaboliti microbici in questione nel regolamento del metabolismo energetico.