Gli scienziati di Yale disfanno il meccanismo molecolare del gene di rischio di cancro al seno

Più di 20 anni dopo gli scienziati hanno rivelato che le mutazioni nel gene BRCA1 predispongono le donne a cancro al seno, scienziati di Yale hanno segnato il meccanismo con esattezza molecolare che permette che quelle mutazioni provochino la loro distruzione.

I risultati, riferiti il 4 ottobre nella natura del giornale, non solo aiuteranno i ricercatori a progettare le droghe per combattere il petto ed i cancri ovarici, ma egualmente contribuiscono ad identificare le donne che sono ad ad alto rischio di svilupparle, gli autori dicono.

“Ci sono stati circa 14.000 documenti scritti circa BRCA1 e pensereste che già conoscessimo tutto circa il gene, ma non facciamo,„ ha detto Patrick senior autore cantato, professore della biofisica molecolare e della biochimica e di radioterapia e del membro del centro del Cancro di Yale.

La scoperta del ruolo di BRCA1 nella riparazione del DNA e della soppressione dei tumori era la prima prova che il rischio di cancro potrebbe essere ereditato. Originalmente è stato pensato che le mutazioni in BRCA1 e nel gene relativo BRCA2 potrebbero rappresentare 7% - 8% del petto ed i cancri ovarici, cantati hanno detto. Tuttavia, il rischio di cancro è molto più alto probabile perché in molti casi che del cancro l'espressione dei geni di BRCA è fatta tacere anche se nessuna mutazione può essere trovata, lui ha aggiunto.

La definizione del meccanismo della via BRCA-dipendente della riparazione del DNA aiuterà gli scienziati a progettare le droghe per uccidere più efficientemente le cellule tumorali.„ PATRICK CANTATO, PHDSung ed i colleghi indicati in loro documento della natura che l'interazione di BRCA1 con il suo partner BARD1 è necessaria da reclutare la sequenza genetica esatta stata necessaria per riparare irrompe il DNA causato dallo sforzo endogeno e dagli insulti ambientali quale esposizione a radiazioni.

“Definire il meccanismo della via BRCA-dipendente della riparazione del DNA aiuterà gli scienziati a progettare le droghe per uccidere più efficientemente le cellule tumorali,„ cantato ha detto.

“Capire questo meccanismo fornirà la potenza premonitrice per medici che provano a stabilire il rischio personale di un paziente di sviluppare il cancro.„