Gli offensori Criminali con i disturbi mentali genetici hanno definito più colpa, punizione più dura

La letteratura Popolare, i drammi di crimine e le prove recenti dominanti i media implicano che avvocati difensori che ritraggono i loro clienti come le vittime possono avere migliori risultati. La credenza è che i giurati definiscono meno colpa ai difensori che ritengono per essere fatti torto a. La Nuova ricerca dall'Università di Missouri ha indicato che gli offensori con i disturbi mentali genetici che li predispongono a comportamento criminale sono giudicati più negativamente degli offensori mentalmente disordinati di cui il comportamento criminale può essere causato dai fattori ambientali, quale abuso di infanzia. Ulteriormente, gli offensori con i disturbi mentali genetici sono giudicati altrettanto negativamente quanto gli offensori di cui il disturbo mentale non è dato spiegazione.

“Siamo usati a pensare che se la gente che commette gli atti penali soffre da un disturbo mentale, quindi che dovrebbe essere considerato quando definisce la colpa e la punizione per i loro crimini,„ ha detto Philip Robbins, un professore associato di filosofia nell'Istituto Universitario della MU delle Arti e della Scienza. “Nel nostro studio, abbiamo voluto determinare se importasse perché e come i difensori hanno acquistato quei disturbi mentali e come quello potrebbe pregiudicare la società di modo definisce la colpa e la punizione quando un crimine è commesso.„

Robbins e Paul Litton, il professor nella Facoltà di Diritto della MU, hanno verificato la loro ipotesi ed hanno esplorato le sue implicazioni per filosofia, la psicologia e la legge. Robbins e Litton hanno eseguito due indagini con 600 partecipanti; i risultati hanno confermato che se la causa di un disturbo mentale fosse genetica, i partecipanti di studio hanno teso a definire più colpa e la punizione più dura per il crimine ha confrontato ai casi in cui l'offensore ha avuto un disturbo mentale che non era genetico in origine.

Robbins e Litton egualmente hanno pensato trovare che le spiegazioni ambientali differenti avrebbero suscitato i giudizi diversi da quelle che sono esaminate. Per esempio, hanno predetto che la diminuzione sarebbe stata maggior per qualcuno che sviluppasse un disturbo mentale dovuto abuso di infanzia confrontato a qualcuno di cui il disturbo mentale risultasse puramente accidentalmente, come caduta fuori una bici.

“La Nostra teoria era quella gente che sono stati danneggiati intenzionalmente dai badante sono veduti come più del tipo di vittima della gente che ha subito gli infortuni,„ Robbins ha detto. “In Caso Affermativo, il danno intenzionale dovrebbe essere associato con meno giudizio morale negativo che il danno non intenzionale. Tuttavia, abbiamo trovato che se il danno era intenzionale o accidentale, non ha pregiudicato i giudizi di colpa o della punizione.„

Robbins dice che ulteriore ricerca sarà richiesta di determinare perché non c'è differenza fra le cause intenzionali ed involontarie di danno. Tuttavia, il loro studio aggiunge alla ricerca empirica affinchè gli avvocati difensori consideri quando costruisce il loro argomento per una frase più clemente. I risultati suggeriscono che quello presentare la prova di abuso severo di infanzia sofferto dal difensore sia più efficace dello spiegando il crimine nei termini genetici.

“È che le spiegazioni genetiche non hanno effetto attenuarsi,„ un Robbins poco sorprendente ha detto. “Pensiamo che la ragione sia quella con un disturbo mentale geneticamente causato, là non sia persona preesistente che sia stata danneggiata, in modo dall'offensore non è veduto come vittima. Nei casi ambientali, l'offensore è veduto come vittima. Quello è che cosa fa la differenza.„

Sorgente: http://munews.missouri.edu/news-releases/2017/1011-criminal-offenders-with-genetic-mental-disorders-judged-more-negatively-mu-study-finds/

Advertisement