I Ricercatori trovano le varianti genetiche rare che possono contribuire a spiegare la longevità nei pazienti di alcuni CF

La fibrosi Cistica è un disordine ereditato causato dalle mutazioni genetiche che interrompono il movimento normale del cloruro dentro e fuori delle celle. Tra altri problemi sanitari, la fibrosi cistica compromette la capacità dei polmoni di combattere l'infezione e respirare efficientemente, rendendogli la malattia genetica più letale nella popolazione Caucasica. I Pazienti hanno una durata della vita media di appena 30 - 40 anni.

Malgrado questa durata della vita media stretta, c'è un grande intervallo in quanto la fibrosi severamente cistica (CF) pregiudica i polmoni ed altri organi secondo la variazione genetica specifica di una persona e perfino in quanto tempo i pazienti che dividono lo stessi, la maggior parte della mutazione genetica comune possono sopravvivere a con il CFR.

Ciò piombo i ricercatori all'Ospedale Pediatrico di Boston domandarsi se altre mutazioni genetiche potessero essere protettive contro gli effetti del CF. I risultati Recenti hanno pubblicato nel Giornale Americano della Cella Respiratoria e la Biologia Molecolare suggerisce che può essere il caso.

“Ci sono alcuni pazienti all'una fine della severità estrema che hanno bisogno di un trapianto del polmone molto presto nella vita, quindi di altre di cui la presentazione clinica sembri stabilizzarsi in moda da poterli vivere essi nelle quinte e seste decadi di vita,„ dica Pankaj Agrawal, MBBS, MMSc, ricercatore principale e Direttore medico della Memoria di Scoperta del Gene Del Centro di Manton ai Bambini di Boston, che era il co-primo autore sullo studio.

per scoprire perché, Agrawal e ricercatori ai Bambini di Boston -- compreso Ruobing Wang, MD, un pulmonologist e Craig Gerard, MD, PhD, capo della Divisione delle Malattie Respiratorie -- ha condotto l'analisi longitudinale mai vista dei modificatori genetici relativi al CFR.

Si sono pettinati attraverso una popolazione di quasi 600 pazienti dei CF registrati al Centro della Fibrosi Cistica dei Bambini di Boston ed hanno trovato cinque persone che sono stato fuori a causa della loro età avanzata -- nel loro 50s o 60s -- e funzione polmonare relativamente normale.

“Dato il grande della popolazione paziente del nostro centro, potevamo trovare una serie di persone a questo “estremo raro, “„ dice Wang, che era co-primo autore sul documento.

Una nuova ipotesi per l'attenuazione della fibrosi cistica

Per scoprire le varianti genetiche, i ricercatori hanno raccolto il sangue da questi pazienti ed hanno eseguito l'intero exome che ordina sul loro DNA, analizzante la sezione “di codifica„ del genoma che è responsabile della maggior parte delle mutazioni in relazione con la malattia.

Ordinamento dei geni pazienti di questi dei cinque Bambini di Boston -- un gruppo conosciuto come “non-progressors a lungo termine„-- i ricercatori hanno trovato un insieme delle varianti genetiche rare e mai-prima-scoperte che potrebbero contribuire a spiegare la loro longevità e funzione polmonare stabile.

Le varianti del gene sono collegate con i cosiddetti canali epiteliali del sodio (ENaCs), le vie cellulari semipermeabili responsabili del riassorbimento del sodio nel rene, il colon, il polmone e le ghiandole sudoripare.

“La Nostra ipotesi è che queste mutazioni di ENaC contribuiscono a reidratare le gallerie di ventilazione dei pazienti dei CF, facente la meno probabilmente affinchè batteri nocivi prendano residenza nei polmoni,„ dice Wang.

La scoperta introduce ENaCs nella ribalta come nuovo obiettivo terapeutico potenziale.

“Per esempio, se potessimo mirare a ENaCs con una piccola molecola o ad una droga basata a anticorpo, potremmo potere incorrere in un effetto protettivo contro la progressione del CF,„ dice Agrawal, che è egualmente un medico nella Divisione dei Bambini di Boston di Medicina Neonata.

Sulla Base dei loro risultati, il gruppo ora sta facendo ulteriori studi per analizzare la genetica dei pazienti all'altro estremo dello spettro dei CF -- quelli con la presentazione clinica estremamente severa dei sintomi ad una giovane età.

Sorgente: https://vector.childrenshospital.org/2017/10/cystic-fibrosis-genetic-variants/