La sostituzione inversa della spalla fornisce il miglioramento durevole per i più giovani pazienti

Per i più giovani pazienti con gravi danni ai muscoli del polsino di rotatore, una sostituzione “inversa„ della spalla fornisce il miglioramento durevole nella funzione della spalla, secondo uno studio nel giornale della chirurgia dell'articolazione & dell'osso. Il giornale è pubblicato in società con Wolters Kluwer.

“In assenza delle alternative del trattamento, il arthroplasty totale inverso della spalla [RTSA] è un trattamento giustificabile per i pazienti con uno strappo di polsino di rotatore massiccio e irreparabile prima dell'età di 60,„ secondo il rapporto dal cristiano Gerber, dal MD, dell'università di Zurigo e di colleghi. Malgrado un rischio sostanziale di complicazioni, la maggior parte dei pazienti sono soddisfatti con i risultati di RTSA a seguiti di una decade o più lungamente.

Risultati a lungo termine stabili di RTSA in pazienti più giovani di 60

I ricercatori hanno analizzato i risultati a lungo termine di RTSA in 20 pazienti, età media 57 anni. Tutti hanno avuti strappi “massicci e irreparabili„ dei muscoli del polsino di rotatore, causanti la spalla “pseudoparalysis, “con piccolo nessuna capacità di sollevare il braccio.

Questo gruppo di pazienti ottiene tipicamente il vantaggio limitato dalla sostituzione della spalla con gli innesti convenzionali, che contano sui muscoli del polsino di rotatore per fornire al movimento della spalla. La tecnica di RTSA; facendo uso di un innesto in cui le posizioni naturali della spalla “palla e socket„ sono invertite; utilizza altri muscoli per muovere la spalla, fornente un'alternativa quando il polsino di rotatore severamente è danneggiato o si distrugge.

Una volta in primo luogo presentato, RTSA è stato eseguito pricipalmente in pazienti anziani che hanno collocato le domande di minimo sulla spalla. Con i perfezionamenti nella tecnica e le componenti durante gli anni più recenti, la procedura è stata utilizzata in più giovani, pazienti più attivi. Ma ci sono preoccupazioni circa come i risultati di RTSA sosterranno col passare del tempo in questo gruppo di pazienti.

Il nuovo studio messo a fuoco sui risultati a lungo termine di RTSA nel minorenne 60 dei pazienti. I pazienti hanno subito l'esame di seguito fra otto e 19 anni dopo chirurgia (essere in media 11,7 anni). Tre pazienti hanno avuti RTSA in entrambe le spalle, per complessivamente 23 procedure.

Confrontato al loro stato preoperatorio, la maggior parte dei pazienti hanno avuti miglioramento a lungo termine sostanziale dopo RTSA. Il punteggio costante medio; un moto rappresentante della spalla di valutazione standard, una resistenza, le attività quotidiane e un dolore; ai tempi di definitivo-segua-su migliorato da 24 a 59 (dai 100 possibili).

Le classificazioni dei pazienti “del valore soggettivo della spalla„ hanno migliorato 20 per cento - 71 per cento (confrontati a 100 per cento per una spalla normale). Metta il movimento e la resistenza sulle spalle aumentati, mentre il dolore è diminuito. Il miglioramento era simile per i pazienti con e senza l'ambulatorio priore della spalla.

Tuttavia, le complicazioni si sono presentate in 39 per cento delle spalle. Ulteriore ambulatorio è stato richiesto in sei spalle; in due casi, la procedura di RTSA è stata considerata un errore.

Quando le complicazioni hanno accaduto, il funzionamento a lungo termine della spalla non era come buon ma neppure con l'alta tariffa di complicazione, 72 per cento dei pazienti stimati il loro livello di soddisfazione come eccellente o buon.

I risultati alleviano le preoccupazioni che i vantaggi clinici di RTSA non potrebbero sostenere col passare del tempo in più giovani, pazienti più attivi. Malgrado la sua alta tariffa di complicazione, il Dott. Gerber ed i colleghi concludono che RTSA “fornisce il miglioramento sostanziale e durevole„ nella funzione e nel dolore della spalla, in un gruppo di pazienti con le opzioni limitate del trattamento.