Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il modello novello del laboratorio può splendere l'indicatore luminoso sullo sviluppo di glioma di prima scelta pediatrico

Il glioma di prima scelta pediatrico è la causa primaria della morte del cancro in bambini. La genesi di questi tumori è creduta per essere determinata dalle mutazioni in proteine che interrompono i meccanismi fondamentali che governano lo sviluppo del cervello umano. Tuttavia, la nostra comprensione di questi tumori rimane incompleto dovuto la mancanza di modelli sperimentali fedeli. Ora, i ricercatori del centro tedesco per le malattie di Neurodegenerative (DZNE) insieme ai colleghi dal Canada ed il Regno Unito presentano nel giornale “cellula tumorale„ un modello novello del laboratorio che ripiega gli marchi di garanzia chiave di questa malattia. I risultati hanno potuto aprire la strada per una migliore comprensione dei trattamenti, pertinente per sia cancro che il neurodegeneration.

Il glioma di prima scelta pediatrico (pHGG) è una malattia devastante ed il cancro più micidiale che pregiudicano i bambini. Mutazioni in “istone 3,3", una proteina dell'DNA-associazione che gli atti sopra espressione genica per il regolamento della funzione e dell'invecchiamento del cervello, sono considerati di svolgere un ruolo fondamentale per lo sviluppo di questi tumori. “Il trattamento corrente comprende la chirurgia, la radiazione e la chemioterapia, anche se con successo limitato. La maggior parte dei pazienti muoiono in un - due anni dalla diagnosi,„ dice prof. Paolo Salomoni, che piombo un gruppo di ricerca al sito di Bonn del DZNE. Per lo studio corrente, il suo gruppo ha cooperato con il laboratorio di prof. Nada Jabado alla McGill University a Montreal e con i ricercatori da altre istituzioni.

“Finora, non c'era in vivo modello vero rappresentativo per studiare i meccanismi di fondo di questa malattia,„ dice Salomoni. “Ecco perché abbiamo deciso di sviluppare un modello del mouse che ricapitola le funzionalità patologiche dell'marchio di garanzia di pHGG. I nostri risultati supportano il concetto che le mutazioni in istone 3,3 alterano il regolamento del gene già durante lo sviluppo embrionale. Ciò significa che gli inizio probabili del cancro in utero.„

Per lo studio i ricercatori hanno alterato la cianografia dell'istone 3,3 in mouse dall'ingegneria genetica. “Questo modello permetterà alle comprensioni nello sviluppo di pHGG e fornire un'opportunità di esplorare gli approcci terapeutici novelli„, Salomoni dice. Il biologo vede ulteriore potenziale per le applicazioni: “Gli esperimenti del laboratorio da DZNE e da altri suggeriscono che le alterazioni in istone 3,3 siano implicate non appena in tumori cerebrali ma anche nella depressione e nelle malattie di cervello relative all'età. Il nostro modello ha potuto, quindi, contribuire a studiare i meccanismi associati DNA in questione in un'ampia gamma di malattie.„