La Ricerca rivela la presenza di autoantigen potenziale in pazienti con la malattia renale aggressiva

La Nuova ricerca rivela la presenza di livelli abbondanti di determinata proteina nei reni dei pazienti con la glomerulonefrite fibrillare (FGN). In FORZA NAVALE DI GERMANIA, un gran numero di proteina è intrappolata in milioni di unità di filtraggio; o glomeruli; quello compone il rene. I risultati, che compaiono in due studi differenti nel Giornale della Società Americana della Nefrologia (JASN), suggeriscono che la proteina identificata possa essere un obiettivo diagnostico e terapeutico potenziale per FORZA NAVALE DI GERMANIA.

La FORZA NAVALE DI GERMANIA è una malattia renale aggressiva e quasi la metà dei pazienti diventa dipendente da dialisi in parecchi anni di diagnosi. Gli indicatori clinici Non unici di FORZA NAVALE DI GERMANIA sono stati identificati per contribuire a diagnosticare la FORZA NAVALE DI GERMANIA e le prove correnti comprendono le analisi che richiede tempo con microscopia leggera, l'immunofluorescenza e la microscopia elettronica. Una Volta Che una diagnosi è fatta, la maggior parte dei pazienti sono curati non specifico con la terapia immunosopressiva, che non è spesso efficace e può essere associata con gli effetti contrari significativi.

Lavorando indipendente, i gruppi di ricerca dalla Clinica di Mayo a Rochester, il Minnesota e l'Università di Washington, a Seattle, hanno analizzato il contenuto proteico degli esemplari di biopsia del ricoverato dei glomeruli. Entrambi I gruppi hanno individuato il membro della famiglia B9 (DNAJB9) della proteina di scossa del calore di DnaJ come proteina abbondante in glomeruli della FORZA NAVALE DI GERMANIA, ma non in glomeruli dalle persone in buona salute. Una capitalizzazione degli anticorpi egualmente è stata trovata con DNAJB9 in glomeruli dai pazienti con FORZA NAVALE DI GERMANIA, suggerente che DNAJB9 e gli anticorpi che probabilmente sono diretti contro la proteina contribuissero ai depositi glomerulari che sono un marchio di garanzia di FORZA NAVALE DI GERMANIA. Di Conseguenza, DNAJB9 può essere un autoantigen, o una proteina normale che è l'obiettivo di una risposta autoimmune.

“Ora che sappiamo che un gran numero di questa proteina è depositata nei reni dei pazienti con FORZA NAVALE DI GERMANIA, terapie future che diminuiscono il tasso di deposizione di questa proteina nel rene e/o dissolvono i depositi dal rene possono risultare essere efficaci nel trattamento di questa malattia intrigante,„ ha detto Samih Nasr, il MD, autore co-senior dello studio di Mayo. “La scoperta di DNAJB9 come autoantigen presunto in FORZA NAVALE DI GERMANIA apre la strada per lo sviluppo di nuovo diagnostico e strumenti terapeutici per aiutare cura per i pazienti con questa malattia,„ ha detto Kelly Smith, il PhD di MD, autore senior dello studio dell'Università di Washington.

Sorgente: https://www.asn-online.org/