Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Concessione dei premi di NIH da provare se la dieta antinfiammatoria può diminuire il rischio del morbo di Alzheimer

Gli istituti della sanità nazionali ha assegnato ad Albert Einstein l'istituto universitario dello scienziato Yasmin Mossavar-Rahmani, il Ph.D., R.D., un quinquennale, di nutrizione della medicina la concessione $4 milioni per provare se i ricchi di una dieta in alimenti con i beni antinfiammatori possono diminuire il declino ed il rischio conoscitivi del morbo di Alzheimer. I partecipanti di mezza età e più anziani dal Bronx seguiranno questa dieta, che è destinata per fare appello a ad una popolazione multiculturale ed i ricercatori misureranno col passare del tempo la funzione conoscitiva per valutare il suo impatto.

Poiché non ci sono gli efficaci trattamenti per il morbo di Alzheimer, molti scienziati stanno mettendo a fuoco sui comportamenti che possono diminuire il rischio, quale l'esercizio, gestione dello stress e dopo una dieta equilibrata,„ dice il Dott. Mossavar-Rahmani, professore associato dell'epidemiologia e della salubrità cliniche della popolazione a Einstein. “Il nostro scopo è di studiare gli effetti di una dieta appetitosa e sana conosciuta come la dieta sana multiculturale, che è facilmente accessibile e che ha il potenziale di migliorare la funzione del cervello. C'è una certa prova per l'importanza di nutrizione e così pianificazione valutare il suo impatto.„

Malattia costosa; Intervento a basso costo

Il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie stima che nel 2017 il costo di occuparsi delle persone negli Stati Uniti con il morbo di Alzheimer ed altre demenze sia $259 miliardo. Il CDC egualmente aggetta quasi 14 milione di persone avrà Alzheimer da ora al 2050.

“Dato questi numeri vacillante, abbiamo bisogno delle strategie livellate della popolazione di impedire o ritardare declino conoscitivo,„ dice il Dott. Mossavar-Rahmani. “Mentre la dieta è conosciuta per influenzare la salubrità conoscitiva, gli studi passati sono stati d'osservazione e condotti il più spesso con gli Americani di origine europea. E specialmente, gli studi non hanno misurato i biomarcatori per valutare l'effetto di una dieta.„

L'infiammazione nell'organismo, che sovra-attiva il sistema immunitario, è stata indicata per svolgere un ruolo in varie malattie, compreso il diabete, il cancro ed il morbo di Alzheimer. “La dieta occidentale,„ che è alta in grasso, lo zucchero ed alimenti trasformati, promuove l'infiammazione.

Gli studi più iniziali hanno valutato le diete del UN POCO e del Mediterraneo (approcci dietetici per fermare ipertensione) e la loro combinazione conosciute come la dieta di MENTE. Queste diete includono gli alimenti antinfiammatori come i legumi verdi, il pesce e l'olio di oliva e sono associate con le indennità-malattia, compreso il declino conoscitivo più lento e la salubrità migliore del cervello.

“Un aspetto chiave dello studio sta usando la dieta sana multiculturale, che è sviluppata su una base degli alimenti antinfiammatori conosciuti, compreso gli interi granuli, pesce, lenticchie, noci, i fagioli ed erbe e spezie,„ dice il Dott. Mossavar-Rahmani. “Molti degli alimenti in questa dieta sono ampiamente - disponibile ed utilizzato nelle cucine intorno al mondo, piuttosto che derivando da una regione specifica.„

Giochi e biomarcatori del cervello

I ricercatori recluteranno più di 300 partecipanti fra le età di 40 e 65 anni dalla città della gabbia, una grande vicinanza del nord di Bronx con una diversa popolazione. La metà dei partecipanti seguirà la dieta sana multiculturale, assistere alle sessioni sugli alimenti che di acquisto e di cottura, record mangiano e riceve le chiamate di preparazione del mensile per contribuire a stabilire e sostenere la loro aderenza alla dieta. Egualmente giocheranno i giochi del cervello sugli smartphones a determinati punti durante lo studio di 27 mesi per misurare la memoria e la velocità di elaborazione delle informazioni. Gli altri partecipanti avranno accesso alle raccomandazioni di salubrità generale relative invecchiare durante in persona ed alle sessioni del telefono, seguono la loro dieta usuale e giocano i brevi giochi del cervello.

I ricercatori misureranno gli indicatori infiammatori nel sangue di tutti i partecipanti e valuteranno le prove conoscitive per determinare se la dieta è associata con la funzione conoscitiva migliore.

“La bellezza dello studio è che stiamo valutando la dieta e la cognizione in tempo reale piuttosto che avendo viaggio dei partecipanti ad una clinica per ogni valutazione conoscitiva,„ dice il Dott. Mossavar-Rahmani. “E stiamo esaminando una popolazione etnico diversa della gente di mezza età e più anziana. Forse impareremo che possiamo cambiare il corso del declino conoscitivo con questa dieta o diminuire rischio per danno che conoscitivo delicato quello piombo al morbo di Alzheimer.„