Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio identifica il trattamento di promessa per diminuire il trauma cranico in bambini

i Ricerca-clinici al sistema nazionale della salubrità dei bambini piombo il primo studio per identificare un trattamento di promessa per diminuire o evitare il trauma cranico in neonati che hanno sofferto l'ipossia-ischemia, una complicazione seria in cui il flusso sanguigno limitato priva il cervello di ossigeno.

Le conseguenze del trauma cranico che derivano dalla privazione dell'ossigeno pregiudicano l'interi durata della vita ed intervallo da delicato (difficoltà di apprendimento) a severo (incapacità di respirare, camminare, parlare o vedere). Questa complicazione può accadere durante o prima che la nascita dovuto problemi materni/placentari, come prolasso placentare del cavo o di abruption, o dovuto emissioni fetali/neonate, quale asfissia dovuto le difficoltà di lavoro, l'infezione, lo spurgo fetale-materno o la trasfusione del gemello--gemello.

Pubblicato in neonatologia il 13 ottobre 2017, i modelli sperimentali neonati valutati studio hanno esposto ad ipossia-ischemia. I modelli sperimentali sono stati dati la terapia di raffreddamento standard (ipotermia terapeutica) da solo e congiuntamente ad un inibitore selettivo della chinasi di Src, PP2, che blocca un enzima regolatore del apoptosis (morte delle cellule), che intensifica come conseguenza di ipossia-ischemia. Food and Drug Administration ha approvato un inibitore della chinasi di Src come trattamento dell'oncologia. Questo studio è il primo per verificare i vantaggi del blocco del questo enzima nella diminuzione del danno neurologico causato da ipossia-ischemia del cervello.

“Nell'ipossia-ischemia, chinasi della camma sovra-è attivato, ma l'ipotermia è stata indicata per fare diminuire l'attivazione di questi enzimi. Abbiamo teorizzato che un inibitore della chinasi di Src, oltre all'ipotermia, più ulteriormente avrebbe attenuato l'attivazione della chinasi IV della camma e che il risultato potrebbe essere meno lesione cerebrale,„ spieghiamo Panagiotis Kratimenos, M.D., Ph.D., l'autore principale dello studio e uno specialista in neonatologia e nella cura neurocritical neonatale ai bambini nazionali. “Da questo studio, provenivamo piacevoli che questo sembra essere il caso.„

Il gruppo di ricerca ha valutato la neuropatologia, le concentrazioni nella fosfocreatina e nell'adenosintrifosfato come pure attività della chinasi IV della camma. L'attività della chinasi IV della camma in tessuto cerebrale era 2.002 (più o meno 729) con i livelli normali dell'ossigeno e nelle temperature normali, 4.104 (più o meno 542) nell'ipossia con il trattamento dell'ipotermia e 2.165 (più o meno 415) nell'ipossia con il trattamento dell'ipotermia si sono combinati con l'amministrazione PP2.

Gli autori concludono che l'ipotermia da solo ha attenuato l'sovra-attivazione della chinasi IV della camma ed ha migliorato la neuropatologia dopo ipossia. Tuttavia, la combinazione di ipotermia con ipossia seguente di inibizione della chinasi di Src più ulteriormente ha attenuato l'attivazione aumentata della chinasi IV della camma, rispetto all'ipotermia sola nel cervello di modello sperimentale neonato.

Corrente, il solo trattamento per ipossia-ischemia è l'ipotermia terapeutica. Iniziando nelle prime sei ore di vita, medici la temperatura in neonatale unità di cure intensive in basso di un bambino centigrado da circa 3 gradi per tre giorni. Questa terapia è dimostrata diminuire i difetti neurali da fino a 30 per cento, eppure molti infanti ancora hanno risultati difficili anche dopo il trattamento di raffreddamento terapeutico.

“Nella privazione dell'ossigeno del cervello, le vie che piombo alla morte delle cellule sovra-sono attivate, compreso la chinasi nucleare IV. della camma degli enzimi. Abbiamo cercato di intervenire in questa via per diminuire la morte intensificata delle cellule, che piombo a lesione cerebrale,„ spieghiamo il Dott. Kratimenos, un assistente universitario della pediatria alle scienze della scuola di medicina e di salubrità dell'università di George Washington di cui il fuoco della ricerca è l'encefalopatia neonatale e l'ipotermia terapeutica.

Per continuare la ricerca preclinica su questo approccio, il Dott. Kratimenos prevede di studiare l'effetto di altri tipi di piccoli inibitori della molecola per mirare alla cascata apoptotic, forse nelle dosi multiple, eliminanti gli effetti secondari potenziali e determinanti la migliori dose e durata del trattamento.

“Se confermato da ulteriori studi, questo approccio--congiuntamente al raffreddamento -- può contribuire più ulteriormente ad attenuare il danno neurologico che i bambini subiscono dopo avere avvertito l'ipossia-ischemia,„ dice il Dott. Kratimenos.