Il diossido del Manganese ha potuto rendere il preparato dei micromotors più redditizio

Il diossido del Manganese ha potuto rendere il preparato dei micromotors sempre più redditizio, aprente i nuovi viali per il loro uso, secondo un nuovo studio dall'Università di Finlandia Orientale.

I micromotors Sintetici sono particelle minuscole con le dimensioni di meno che il diametro dei capelli umani. Micromotors può subire un moto autonomo negli ambienti liquidi, che possono essere determinati attraverso i vari mezzi quale un campo leggero o magnetico chimico del combustibile, di ultrasuono. da micromotors Guidati da combustibile sono spesso catalitici in natura, che causa la trasformazione di un combustibile chimico nei prodotti della reazione che piombo ad una auto-propulsione delle particelle. Micromotors può trovare l'uso in futuro, per esempio, nella consegna mirata a della droga, nella catalisi specifica o nella percezione chimica delle sostanze nocive.

Il Platino è il materiale catalitico il più ampiamente esplorato per il preparato dei micromotors. Decompone efficientemente il perossido di idrogeno in ad ossigeno e gas e nell'acqua. Tuttavia, il platino è un elemento chimico estremamente raro ed egualmente soffre dalle limitazioni serie, quali risparmio di temi catalitico drasticamente diminuito degli negli ambienti ricchi di sale ed inattivazione completa in presenza dei composti contenenti zolfo. Il diossido del Manganese è un materiale inorganico alterno che può decomporre il perossido di idrogeno simile a platino. Il diossido del Manganese è egualmente economico e disponibile in grande quantità. Quindi, è un nuovo materiale molto potenziale per il preparato dei micromotors catalitici, ma insufficiente è stato esplorato fin qui.

Nello studio, vario diossido del manganese basato micromotors è stato sintetizzato e caratterizzato stato in termini di loro comportamento di moto in soluzione. Sulla Base dei risultati, i micromotors pronti hanno esibito un risparmio di temi notevole di propulsione anche in presenza delle concentrazioni molto basse nel combustibile. Per dimostrare il loro potenziale per le applicazioni pratiche, i micromotors sono stati usati per la rimozione delle tinture organiche dall'acqua. Il trattamento di rimozione della tintura è stato basato su un effetto unico che ha combinato la degradazione catalitica ed i trattamenti adsorbitivi della separazione della bolla. Il risparmio di temi di rimozione della tintura era più di 90% di appena un'ora di tempo di reazione senza la mescolanza esterna. Inoltre, il diossido del manganese è stato usato come mezzi semplici per la protezione dei micromotors basati a platino convenzionali dalla tossicità dello zolfo.

I micromotors A propulsione autonoma possono offrire le nuove opportunità di consegnare precisamente le droghe al tumore, con gli effetti contrari minimi ai tessuti sani. Micromotors egualmente possiede un potenziale enorme di convertire gli agenti inquinanti dell'acqua in prodotti non tossici o meno tossici, anche a difficile raggiungere le aree e le posizioni di campo remote, dove i mezzi esterni di mescolanza per accelerare i trattamenti non sono possibili. I micromotors del diossido del Manganese, che possono subire un moto veloce per un periodo sufficiente in presenza di una concentrazione bassa di perossido di idrogeno, si pensano che trovino le diverse domande di consegna attiva della droga e rimedio dell'acqua.

Sorgente: http://www.uef.fi/-/manganese-dioxide-shows-potential-in-micromotors

Advertisement