Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

dalla la ricerca guidata UCR scopre che la proteina umana potrebbe essere usata per trattare la sepsi

Un gruppo di ricerca piombo da uno scienziato biomedico all'università di California, riva del fiume ha scoperto che il resistin umano della proteina potrebbe essere usato per trattare la sepsi, la risposta immunitaria estrema ed incontrollata dell'organismo ad un'infezione.

Le uccisioni di sepsi circa una in cinque hanno pregiudicato la gente. Senza trattamento tempestivo, questa emergenza medica può danneggiare rapido il tessuto e piombo all'errore dell'organo. Facendo uso di un modello transgenico del mouse che esprime questo ormone, i ricercatori hanno trovato che i mouse che esprimono il resistin hanno avuti un tasso di sopravvivenza di 100 per cento da un'infezione del tipo di sepsi una volta rispetto ai mouse selvaggio tipi alla stessa infezione.

“Molta letteratura scientifica ha presupposto che il resistin è nocivo,„ ha detto Meera G. Nair, un assistente universitario delle scienze biomediche alla scuola di medicina ed all'autore principale di UCR del documento che compare negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze. “Ma possiamo comprendere male questa proteina secernuta nel nostro sangue. Il mio laboratorio è stato intrigato da perché facciamo così tanto di una sostanza cioè presunto, non buon per noi. Resistin, ora abbiamo trovato, abbiamo un vantaggio: è protettivo nella sepsi. Più ulteriormente, perché i nostri organismi fanno questo terapeutico, non c'è timore di che è rifiutato.„

Nair ed il suo gruppo hanno trovato che il resistin umano fa diminuire il numero delle citochine pro-infiammatorie -; piccole proteine secernute che aiutano la comunicazione della cella--cella nelle risposte immunitarie -; legando “ricevitore del tipo di tributo 4" (TLR4), il suo ricevitore. Questa associazione blocca la segnalazione TLR4 in celle immuni ed infiammatorie.

TLR4, una molecola trovata sulla superficie delle celle, è il ricevitore innato del nostro sistema immunitario e riconosce il pericolo dagli agenti patogeni non Xeros. Durante la sepsi, per esempio, riconosce il lipopolysaccharide (LPS), la componente principale nella parete cellulare dei batteri sepsi-causanti. Troppo i LPS provoca un overstimulation di TLR4 ed il sistema immunitario entra in overdrive. Nair ed i suoi colleghi hanno trovato che quando il resistin lega a TLR4 che impedisce TLR4 il riconoscimento dei LPS, finalmente minimizzanti la risposta immunitaria.

“La sepsi è una conseguenza dell'infezione batterica,„ Nair ha detto. “I pazienti possono essere curati con gli antibiotici per uccidere i batteri. Ma anche se i batteri sono uccisi, i LPS è lasciato. Di conseguenza, il sistema immunitario entra ancora in overdrive anche senza l'infezione intorno. Quello è quando altri mezzi diventano necessari per uccidere i batteri e per calmare il sistema immunitario giù. Se possiamo fermare l'eccessiva risposta immunitaria, possiamo fermare la sepsi.„

William Harnett, un professore di immunologia molecolare all'università di Strathclyde nel Regno Unito, spiegata che malgrado la rappresentazione dell'emergenza medica molto comune, la sepsi rimane difficile da trattare, con le strategie recentemente provate che provano delusione.

“Facendo uso delle procedure sperimentali avanzate, Meera Nair e colleghi ora suggerisce un nuovo approccio, uno sviluppo intrigante dato questo resistin umano precedentemente è stato considerato di contribuire a sepsi,„ ha detto Harnett, che non è stato non coinvolgere nella ricerca. “I dati che novelli presentano rivelano come il resistin, interagendo con TLR4, può bloccare le risposte infiammatorie indotte dai prodotti batterici che piombo a sepsi. Ciò è certamente un'individuazione emozionante e uno sviluppo considerevole nell'unità per trovare i nuovi trattamenti per sepsi.„

Il gruppo di Nair egualmente ha lavorato con i globuli donati dalla gente in buona salute ed ha trovato che il resistin limita a TLR4 anche in queste celle. In collaborazione con i clinici al centro medico del sistema di salubrità dell'università della riva del fiume, il gruppo presto verificherà i globuli dai pazienti settici. Il fondo per l'innovazione della Research della scuola di medicina del decano supporterà questi studi preliminari di sepsi che mettono a fuoco sui campioni clinici.

Nair ha notato che altri laboratori hanno infettato i mouse con i vermi per alleviare la sepsi.

“I vermi possono infettare una gente stimata di two-billion universalmente,„ ha detto. “I vermi si sono evoluti con noi per milioni di anni. Si sono adattati e possono risiedere in noi a lungo termine. Per vivere dentro noi, girano giù il nostro sistema immunitario. Come compire questo? È possibile che il resistin sia implicato.„

“Sta imbarazzando sempre perché i vermi che vivono nell'intestino non causano più problemi con sepsi, mentre causano il danno di tessuto nell'intestino e l'intestino è pieno dei batteri,„ hanno detto P'ng Loke, un professore associato di microbiologia alla New York University, che non è stata compresa nella ricerca. “I risultati dallo studio del Dott. Nair identificano il resistin come molecola importante indotta dai vermi che potrebbero contribuire ad impedire la sepsi.„

Nair egualmente è eccitato circa le prospettive per un nuovo trattamento terapeutico di sepsi sviluppato nel suo laboratorio. Retn chiamato N-Pep, questo nuovo composto è stato fatto in collaborazione con Maurizio Pellecchia, un professore delle scienze biomediche a UCR, Direttore del centro per medicina molecolare e di traduzione (MOLMED) e un co-author sulla pubblicazione.

“Retn N-Pep ha bloccato TLR4,„ ha detto Nair, che è un membro di MOLMED. “È più piccolo e più efficace del resistin umano nell'infiammazione di didascalia in globuli umani. Potenzialmente, potrebbe inibire tutta la malattia infiammatoria che comprende TLR4. Il Dott. Pellecchia ora sta ottimizzando Retn N-Pep per profilatura meglio ed essere più efficace. Fortunatamente, tutti i chip si sono sistemati a UCR per tenere conto questa collaborazione clinica, collocando l'università alla prima linea della ricerca di traduzione e terapeutica.„

Pellecchia, che tiene i fieni di Daniel ha dotato la presidenza nella ricerca sul cancro a UCR, ha detto che il progetto è la frutta dell'ingegnosità e della perseveranza di Nair.

“Sono sicuro che Retn N-Pep, basato interamente sulle scoperte chiave del Dott. Nair, può essere tradotto in efficace e trattamento innovatore per sepsi,„ lui ho detto.

Mentre la ricerca dal laboratorio di Nair ha messo a fuoco soltanto su sepsi, il resistin umano può essere utile nell'infiammazione di modulazione nelle malattie di TLR4-mediated e termini di trattamento che comprendono l'attivazione iperattiva TLR4, quali le malattie autoimmuni e la malattia di viscere infiammatoria.