Le scimmie del Vecchio Mondo hanno potuto tenere il tasto per fermare la progressione dell'artrite reumatoide

Nella ricerca per un nuovo e più efficace trattamento per l'artrite reumatoide, i ricercatori dalla Scuola di Medicina di Keck di USC hanno guardato ad un primate che principalmente vaga lo sbarco in Asia, Medio Oriente e l'Africa. Era un peptide particolare trovato soltanto nelle scimmie del Vecchio Mondo, chiamate θ-defensin 1 (RTD-1), che i ricercatori ritenuti hanno avuti il potenziale di fermarsi -; o persino inverso -; la progressione dell'artrite reumatoide, una malattia autoimmune che pregiudica circa 1,5 milione di persone negli Stati Uniti. I risultati di promessa del loro studio sono stati pubblicati oggi in PLOS UNO.

“RTD-1 è il prototipo di una famiglia di piccoli peptidi ciclici (θ-defensins), le sole proteine circolari nel regno animale,„ dice lo studio Michael Selsted autore, il MD, il PhD, la presidenza ed il professor di patologia al Banco di Keck. “Gli studi Precedenti hanno indicato che RTD-1 modula l'infiammazione letale nei modelli animali dell'infezione ed abbiamo predetto che il meccanismo protettivo di RTD-1 in quei modelli avrebbe tradotto all'artrite reumatoide, una malattia in cui l'infiammazione cronica produce il danno unito irreversibile.„

Per verificare la loro ipotesi, i ricercatori hanno amministrato RTD-1 ai ratti con l'artrite per il 11 giorno ed hanno osservato se il trattamento ha avuto qualunque effetti antiartritici. In 24 ore della prima dose amministrata, RTD-1 aveva diminuito significativamente la progressione di artrite. Alla conclusione del trattamento, i ratti che hanno ricevuto RTD-1 egualmente hanno avuti punteggi contrassegnato più bassi della severità di artrite rispetto ai ratti che non avevano ricevuto RTD-1.

Dopo, RTD-1 è stato provato in ratti con l'artrite severa. Il gruppo di ricerca ha trovato che RTD-1 ha prodotto una riduzione rapida della severità di artrite in 48 ore del trattamento, con risoluzione completa della malattia clinica in tutti i ratti trattati di giorno 15.

RTD-1 poi è stato confrontato ai due trattamenti di sistema monetario aureo per l'artrite reumatoide -; methotrexate e etanercept -; in ratti con l'artrite severa. Il gruppo ha trovato che il trattamento RTD-1 ha provocato la maggior risoluzione di malattia che il methotrexate o il etanercept. RTD-1 egualmente ha raggiunto il più alta tariffa di risoluzione completa di malattia dei tre trattamenti.

“Poiché la maggior parte delle terapie disponibili di artrite reumatoide raggiungono delicato per moderare i miglioramenti e la remissione di malattia è rara, c'è una ricerca continua di nuova terapeutica,„ Selsted dice. “I Nostri risultati suggeriscono forte che RTD-1 abbia potenziale come agente completamente nuovo per il trattamento dell'artrite reumatoide. Le molecole di RTD-1-like possono anche essere efficaci nel trattamento delle altri malattie infiammatorie e cancro.„

Sorgente: https://www.keckmedicine.org/