IVF, gravidanze di ICSI piombo al rischio aumentato di difetti congeniti del cuore in neonati

Una nuova analisi degli studi pubblicati ha trovato un rischio aumentato 45% di difetti congeniti del cuore in neonati quando le donne diventano incinte via fertilizzazione in vitro (IVF)/iniezione intracitoplasmica dello sperma (ICSI) che con la concezione spontanea. L'Ultrasuono nell'analisi di Ginecologia e dell'Ostetricia ha compreso 8 studi con 25.856 bambini ottenuti dalle tecniche di IVF e 287.995 bambini hanno concepito spontaneamente e complessivamente 2289 difetti congeniti del cuore.

I difetti Congeniti del cuore sono stati trovati in 1,30% e in 0,68% nel IVF/ICSI e nei gruppi spontanei di concezione, rispettivamente.

“Crediamo che le gravidanze di IVF/ICSI presentino un rischio aumentato di CHDs in conseguenza di disfunzione placentare iniziale; tuttavia questa ipotesi dovrebbe essere dimostrata negli studi futuri. Raccomandiamo l'ecocardiografia fetale in tutte le gravidanze da IVF/ICSI,„ ha detto il Dott. Paolo Cavoretto dell'autore principale, dell'Ospedale di IRCCS San Raffaele, a Milano, l'Italia.

Sorgente: http://newsroom.wiley.com/press-release/wiley-research-headlines/vitro-fertilization-linked-increased-risk-congenital-heart-de