Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le Mosche hanno potuto fungere da fuchi bionici autonomi per aiutare gli scoppi di malattia del video

Un gruppo di ricerca internazionale piombo dalla Nanyang Technological University, Singapore (NTU Singapore) ha proposto che gli sciami delle mosche potessero essere usati per aiutare gli scoppi di malattia del video. Ciò segue la loro ricerca che mostra come le intere comunità dei batteri - conosciuti come un microbiome - possono “fare l'autostop„ su carogna comune vola e possono essere trasferite a tutta la superficie in cui le mosche atterrano.

La Loro ricerca è pubblicata oggi nei Rapporti Scientifici (24 novembre 2017) da un gruppo globale piombo dal genetista di NTU, il Professor Stephan Schuster.

Ordinando il materiale genetico di 116 mosche comuni e mosconi azzurri della carne con tutti i microrganismi che stanno portando, il gruppo ha trovato che ciascuno di questi vola portato fino a diverse centinaia specie differenti di batteri, alcuni di cui possono essere nocivi agli esseri umani.

Uno di questi, pilori di Helicobacter, è un agente patogeno che può causare le ulcere allo stomaco in esseri umani ed è il più forte fattore di rischio conosciuto per cancro gastrico. Sebbene noto per essere sparso via le infezioni della sbavatura e del liquido organico, questa sia la prima volta che i pilori del H. è stato indicato per essere spanto via le mosche nell'ambiente.

“Il Nostro studio ha indicato che i batteri inscatolano “la mosca„ facendo l'autostop sulle mosche comuni,„ ha detto Prof. Schuster, un direttore di ricerca al Centro di Singapore per le Scienze Biologiche Che Costruisce (SCELSE) a NTU Singapore. “Prendono il microbiome sui loro piedi, li spargono attraverso le loro ali in un simile modo come come potremmo pettinare i nostri capelli e poi continui a disperderli sulle superfici che atterrano sopra.„

Il Dott. Ana Carolina Martins Junqueira, un entomologo molecolare che guidato co la ricerca, ha detto mosche è una parte importante di ecosistema della natura, poichè sono egualmente impollinatori come gli api.

“La Carogna vola fa rendere loro i capelli microscopici su ogni parte del corpo a parte l'occhio e queste setole i portafili perfetti per coregone lavarello ed anche i batteri. È un veicolo evolutionarily ottimizzato per la dispersione dei microrganismi nell'ambiente,„ ha detto il Dott. Junqueira, un docente all'Università Federale di Rio de Janeiro.

Mosche come componente del sistema di allarme in anticipo di salubrità

Il gruppo crede che la loro nuova tecnica potrebbe mettere le mosche in servizio nei programmi di controllo sanitario di salute pubblica.

Suggeriscono che le mosche esenti da germi, cresciute senza alcuni microrganismi nel loro microbiome, potrebbero prendere i microbiomes latenti in tutto l'ambiente che sono scaricate in poiché sono abbastanza piccole entrare anche nel più piccolo delle crepe e delle crepe.

Quando le mosche sono riprese facendo uso delle trappole dell'esca, i loro microbiomes possono essere ordinati, dando le bugne al tipo di batteri che hanno incontrato nell'ambiente, così fungendo da sistema di allarme.

“Tali “fuchi bionici autonomi potrebbero essere particolarmente utili nell'agricoltura se vogliamo individuare uno scoppio dell'agente patogeno dell'impianto,„ hanno detto Prof. Schuster. “Con il video regolare, se sappiamo che un agente patogeno particolare sta pregiudicando i ventrigli e sta trasformandosi in in uno scoppio, quindi gli agricoltori potrebbero organizzare un trattamento mirato a che sradica soltanto quell'agente patogeno, lasciante le altre parti dell'ecosistema intatte.„

“Fin qui, le malattie trasmesse da un vettore meccanico come le mosche sono state una via trascurata importante sia dalla comunità medica che accademica. Ciò è un grande esempio di come osservazioni da ricerca di base su come la diffusione di malattie potrebbe essere tradotta in applicazioni possibili ed utili, aprendo i nuovi viali per tecnologia futura.„

Nuovo modo di ordinamento delle mosche

I risultati della ricerca sono stati resi a grazie possibili ad un nuovo modo raccogliere le mosche senza contaminarle con i microrganismi supplementari e poi ordinare ogna singolo parte dell'organismo di una mosca dalla sui testa e torace ai sui lati ed ali.

In Primo Luogo, le mosche sono adescate da un pezzo di pesce di decomposizione, seguito dai ricercatori che tengono un contenitore con ghiaccio secco vicino alle mosche. Il vapore freddo dal ghiaccio secco calma la mosca e cade nel contenitore freddo non trattato e non contaminato.

Dopo Che la mosca è disgelata in un ambiente sterile, le varie parti sono separate, schiacciate e poi sono messe in un sequenziatore del gene. I dati risultanti poi sono selezionati da un supercomputer.

Dopo la filtrazione dei dati genetici dai propri cromosomi della mosca, i mitocondri ed i batteri simbiotici, ciò che resta è il microbiome che può essere abbinato ad un database di tutti i batteri conosciuti DNA e di RNA.

Le Mosche nello studio sono state raccolte da quattro continenti differenti intorno al mondo: L'Australia, il Brasile, gli Stati Uniti e Singapore.

Questa nuova procedura è stata ispirata da uno scatto della ricerca in Australia, in cui Prof. Schuster ed il Dott. Junqueira stavano discutendo la loro ricerca con il Professore di NTU ed il Premio Nobel Barry Marshall, che ha ricevuto il Premio Nobel in Fisiologia o la Medicina nel 2005 per la scoperta dei pilori di Helicobacter.

“C'erano mosche molte che atterrano sui nostri maglioni all'azienda agricola di Prof. Marshall ed era appena piccoli contenitori mettenti realmente facili con ghiaccio secco per catturarli. Stavano cadendo letteralmente come le mosche,„ ha detto Prof. Schuster.

Sorgente: http://media.ntu.edu.sg/NewsReleases/Pages/newsdetail.aspx?news=8f890402-fe67-4541-9c6b-a34417f93049