Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova droga di cancro comincia il test clinico in pazienti umani con il tumore cerebrale raro

Una droga che stimola le cellule tumorali a autodistruggersi è stata rimossa per uso in un test clinico dei pazienti con il astrocytoma anaplastico, un tumore cerebrale maligno raro e il multiforme di glioblastoma, un cancro aggressivo della tardi-fase del cervello. Questa prova di Ib di fase determinerà se la droga sperimentale PAC-1 può essere usata sicuro congiuntamente ad una droga standard della chemioterapia del tumore al cervello, temozolomide.

La prova è approvata per i pazienti che hanno veduto il loro cancro progredire dopo la terapia prima linea. Ciò è un'estensione di un test clinico umano in corso di fase I di PAC-1 da solo in pazienti con i vari cancri della tardi-fase. Le prove di fase I sono destinate per verificare la sicurezza di nuove droghe in pazienti umani.

PAC-1 è insolito in quanto può da attraversare la barriera ematomeningea, un ostacolo arduo alla maggior parte delle droghe anticancro. La droga mira a procaspase-3, un enzima che overexpressed in molte cellule tumorali, ha detto il professor Paul Hergenrother di chimica dell'università dell'Illinois, che ha scoperto gli effetti anticancro di PAC-1 più di una decade fa. Dopo le prove nelle linee cellulari ed in roditori umani ha provato la promessa, Hergenrother ed il Dott. veterinario Timothy Fan, un professore dell'oncologo di medicina clinica veterinaria all'Illinois, PAC-1 provato nei cani di animale domestico con vari cancri naturali.

“La maggior parte dei cancri hanno elevato i livelli di procaspase-3,„ Hergenrother ha detto. “Quando è acceso, procaspase-3 uccide le celle.„

Le cellule tumorali ignorano questa via diriciclaggio normale, tuttavia, ha detto.

“PAC-1 ripara l'attivazione di procaspase-3 e, perché questo enzima è elevato in cellule tumorali, cellule tumorali di obiettivi sopra le celle noncancerous,„ ha detto.

PAC-1 è stato valutato nei cani di animale domestico con osteosarcoma, linfoma e, recentemente, glioma naturali - un tumore al cervello simile al glioblastoma in esseri umani. Uno studio 2016 ha trovato che la combinazione di PAC-1 con doxorubicina, un agente chemioterapeutico che egualmente è utilizzato in esseri umani, ha veduto le riduzioni del tumore di quattro di quattro cani con linfoma e di tre di sei cani con osteosarcoma. Le prove in cani continuano e, finora, hanno trovato PAC-1 per essere sicure, con pochi effetti secondari osservabili oltre ad emergenza gastrointestinale occasionale. I ricercatori riferiscono i loro ultimi risultati in roditori ed in cani con tumore al cervello nel giornale Oncotarget.

I cani con determinati cancri naturali possono essere migliori di altri modelli animali dei cancri umani perché i mouse ed i ratti utilizzati in molti modelli di test farmacologico del cancro devono essere impiantati con le cellule tumorali umane per imitare i tipi specifici di tumori, Fan ha detto.

“Questo lo richiede che i roditori immunocompromised per attenuare il rifiuto delle cellule umane,„ ha detto. “Come tale, la maggior parte dei modelli del tumore del roditore non ricapitolano fedelmente il microenvironment del tumore - in particolare, la sorveglianza immune dell'organismo del tumore.

“I modelli del roditore sono limitati, ma sono ancora utili,„ Fan ha detto.

Determinati cancri in cani sono geneticamente simili a quelli in esseri umani e rispondono agli stessi farmaci. I cani egualmente sono più simili nella dimensione agli esseri umani ed in modo da possono essere migliori modelli per valutare come gli agenti della droga eseguono sulle più grandi masse tumorali.

“Esamino gli animali domestici con i tumori spontanei come essendo complementare ai modelli del roditore e riconosco che non tutte le scoperte nei cani di animale domestico necessariamente tradurranno similmente alla gente,„ Fan ho detto.

Il test clinico in corso di PAC-1 in pazienti umani con i tumori solidi ed il linfoma della tardi-fase ha indicato che la droga ben-è tollerata alle dosi provate fino a 450 milligrammi al giorno, ha detto il Dott. medico Arkadiusz Dudek dell'oncologo, che presiede un comitato consultivo per l'oncologia Vanquish, che sta costituendo un fondo per i test clinici.

L'estensione della prova di fase I ai pazienti di tumore al cervello comincerà con una dose PAC-1 di 375 mg al giorno ed aumenterà la dose incrementalmente per verificare la sua sicurezza congiuntamente all'agente standard della chemioterapia del tumore al cervello, temozolomide, ha detto.

Finora, i test clinici di PAC-1 da solo non hanno veduto effetti secondari significativi in esseri umani. Nessuno dei pazienti umani nei primi cinque livelli di dose della prova dell'unico agente si è ritirato come conseguenza degli effetti secondari, il rapporto dei ricercatori. Il gruppo non può riferire sui risultati clinici in un test clinico di fase I, poiché tali prove sono destinate per misurare la sicurezza, non efficacia.

L'ambulatorio è una terapia prima linea per il astrocytoma anaplastico, seguita dal trattamento con il temozolomide, una droga della chemioterapia che è uno dei pochi efficaci trattamenti per tumore al cervello, Dudek ha detto. Gli esseri umani con il multiforme di glioblastoma subiscono solitamente la chirurgia per eliminare tanto del tessuto cancerogeno come possibile, seguito da radiazione e dal trattamento orale con il temozolomide.

È quasi impossible da trovare ed eliminare tutte le cellule tumorali di glioblastoma in chirurgia, tuttavia, Dudek ha detto.

“Il multiforme di Glioblastoma ha questa funzionalità di diffusione silenziosamente lungo i vasi sanguigni dentro il cervello,„ ha detto. “Che è una ragione per la quale la maggior parte dei pazienti purtroppo avranno malattia ritornare in seguito dopo la chirurgia e la radiazione.„

Il momento di sopravvivenza mediano per i pazienti umani con il glioblastoma che subisce il trattamento standard è di circa 15 mesi.

I tre cani nella prova del glioma hanno ricevuto le dosi orali quotidiane di PAC-1 congiuntamente a radiazione dell'curativo-intenzione “e di temozolomide„.

Temozolomide è normalmente troppo costoso utilizzare in pazienti canini, Fan ha detto. I cani hanno tollerato molto bene il trattamento di combinazione ed hanno reagito bene alla terapia, ha detto.

“Tutti e tre i cani lo hanno avuto, per lo meno, che cosa chiamiamo una risposta parziale, che significa più di una riduzione di 30 per cento del tumore,„ hanno detto. “Ed uno dei cani ha avuto una risposta completa, come identificato con le scansioni seriali di MRI, con una riduzione di 100 per cento della massa tumorale i 84 giorni dopo la terapia di combinazione.„

Il ventilatore ha detto che uno studio molto più grande in cani sarebbe stato necessario determinare se gli effetti terapeutici erano coerenti e riproducibili e quantificare quanto PAC-1 ha contribuito ai risultati positivi.

Sgomini l'oncologia, uno start-up Hergenrother dello droga sviluppo aiutato trovato nel 2011, ha conceduto una licenza alla tecnologia dall'università dell'Illinois ed è messo a fuoco sull'entrare PAC-1 nella clinica. Come con tutto l'agente d'investigazione, determinare il vero profilo di efficacia e della sicurezza di PAC-1 richiederà parecchi anni di test clinici umani.