Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studi i fuochi sul miglioramento dei beni farmacocinetici dei aptamers terapeutici

La progettazione dei aptamers terapeutici nuovi del DNA con le diverse catene laterali può migliorare la loro capacità di interagire con gli obiettivi e un nuovo studio descrive le caratteristiche di queste catene laterali che possono determinare quanto tempo i aptamers rimangono nella circolazione sanguigna. Il miglioramento dei beni farmacocinetici dei aptamers terapeutici è un aspetto importante dell'ottimizzazione dei loro beni del tipo di droga, come discusso nello studio pubblicato in terapeutica dell'acido nucleico, un giornale pari-esaminato da Mary Ann editori di Liebert, Inc. L'articolo è liberamente disponibile sul sito Web di terapeutica dell'acido nucleico.

Nell'articolo intitolato “beni farmacocinetici di DNA Aptamers con le modifiche basse,„ Nebojsa Janjic, SomaLogic (Boulder, CO) ed i co-author da SomaLogic e da Otsuka farmaceutici (Tokushima, il Giappone), descrivono che effetto le lunghezze delle sequenze del aptamer hanno su tempo del residente del plasma. I ricercatori egualmente dimostrano l'importanza del hydrophobicity delle catene laterali sulla loro tariffa di spazio dalla circolazione sanguigna. I risultati possono servire da guida per la progettazione dei aptamers nuovi con le catene laterali che migliorano la loro diversità.

“Questo studio elegante dimostra come le modifiche del nucleotide possono attenuarsi contro degradazione della nucleasi dei aptamers, vitale una preoccupazione quanto è la consegna per le riuscite applicazioni in vivo terapeutiche o diagnostiche,„ dice l'editore esecutivo Graham C. Parker, PhD, Carman ed il dipartimento di Ann Adams della pediatria, la scuola di medicina di Wayne State University, ospedale pediatrico del Michigan, Detroit, MI.