Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati trovano l'indicatore neurobiologico potenziale per contribuire a riconoscere i pazienti di PTSD

Scienziati alle università di speranza di Amsterdam e di Birmingham trovare un nuovo indicatore neurobiologico per contribuire a riconoscere i pazienti con disordine post - traumatico di sforzo (PTSD).

Facendo uso di un elettroencefalogramma (EEG) - una prova che individua l'attività elettrica nel cervello di una persona tramite elettrodi fissati al loro cuoio capelluto - i ricercatori hanno studiato l'attività di cervello di un gruppo di tredici pazienti con PTSD.  Il gruppo poi è stato confrontato ad un gruppo che aveva sofferto un simile trauma ma non aveva continuato a sviluppare PDST.

PTSD è stimato per pregiudicare circa uno in ogni dieci genti che ha un'esperienza traumatica.  Può svilupparsi subito dopo di qualcuno avverte un evento preoccupante o può accadere settimane, mesi o persino anni più successivamente e può pregiudicare la memoria di una persona.

Il tipo di eventi che possono causare PTSD comprende i gravi incidenti stradali, gli assalti personali violenti, le morti violente di testimonianza, militari combatte, essendo ostaggio tenuto, attacchi terroristici e disastri naturali.

Il Dott. Ali Mazaheri, dell'università di banco di Birmingham della psicologia e del centro per salubrità del cervello umano, ha detto dello studio pubblicato oggi nei rapporti scientifici della natura: “Sappiamo che un sintomo di PTSD può essere la sensibilità sensitiva intensificata.

“In questo studio, abbiamo verificato la risposta del cervello ad un cambiamento sensoriale uditivo semplice giocando i toni semplici (1000Hz standard) ogni secondo e poi intermittentemente giocando un tono leggermente alterato (1200 hertz), conosciuto come un deviante.

“Che cosa abbiamo trovato era che i pazienti che avevano sviluppato PTSD indicato hanno migliorato le risposte del cervello ai toni devianti, suggerenti il loro cervello sovra-hanno elaborato tutto il cambiamento nell'ambiente.

“Abbiamo trovato d'importanza che migliorata la loro risposta fosse, hanno eseguito più male sulle prove conoscitive che esaminano la memoria.„

Katrin Bangel, dell'università di Amsterdam, ha detto: “Questo è il primo studio della ricerca sul suo genere. La prova neurobiologica ora abbiamo manifestazioni come l'attività di cervello alterata di un paziente con PTSD è strettamente connessa al modo che elabora il mondo.

“Che cosa è più, questo studio è molto unico in quanto ha paragonato i pazienti di PTSD ad un gruppo di controllo di quelli che egualmente hanno sofferto il simile trauma ma non ha sviluppato PTSD, piuttosto che un gruppo di controllo che non ha avuto trauma o PTSD - questo realmente permette che noi esaminiamo che grilletti PTSD che seguono trauma significativo.

“Ora potenzialmente abbiamo un nuovo indicatore neurobiologico per i pazienti di PTSD quei mappe ai loro propri diversi sintomi.

“Questo indicatore, se convalidato, potesse essere usato per valutare se una persona sta migliorando con il trattamento.   Può anche potenzialmente essere utilizzato nella diagnostica dei pazienti.„

Il professor il Dott. Miranda Olff, dell'università di Amsterdam e di gruppo di esperti di Arq Psychotrauma, ha detto: “Questo campo di ricerca è incredibilmente importante.

“Il disordine post - traumatico di sforzo (PTSD) è un disordine debilitante causato dagli eventi molto stressanti, spaventosi o distressing.

“Qualcuno con PTSD rivive spesso l'evento traumatico con gli incubi ed i ritorni di fiamma e può avvertire le sensibilità di isolamento, di irritabilità e di colpevolezza.

“Possono anche avere problemi che dormono, quale l'insonnia e trovano la concentrazione difficile.

“Questi sintomi sono spesso severi ed abbastanza persistenti avere un impatto significativo sulla vita quotidiana della persona.

“Di conseguenza è vitale che troviamo i nuovi modi trattare la circostanza ed anche valutare i risultati del trattamento.„

Il gruppo ora ha cominciato ulteriore ricerca che convalida l'indicatore ed egualmente pianificazione un test clinico per verificare i trattamenti potenziali sui pazienti con PTSD.