Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il WHO certifica l'eliminazione della trasmissione del HIV e della sifilide del madre--bambino in sei territori Caraibici

L'Organizzazione mondiale della sanità ha convalidato Anguilla, Antigua e Barbuda, le Bermude, le Isole Cayman, Montserrat ed il San San Cristobal e Nevis come raggiungimento dell'eliminazione doppia

Anguilla, Antigua e Barbuda, le Bermude, le Isole Cayman, Montserrat ed il San San Cristobal e Nevis oggi sono stati certificati dall'Organizzazione mondiale della sanità (WHO) come eliminandosi la trasmissione del madre--bambino del HIV e della sifilide.

“Questa eliminazione è il risultato del nostro forte impegno politico alla salute pubblica e di fabbricazione della salubrità delle madri, bambini e famiglie una priorità regionale,„ ha detto Timothy Harris, Primo Ministro di Saint Kitts e Nevis. Durante Gli Ultimi sei anni i Caraibi sono riuscito a diminuire le nuove Infezioni HIV in bambini più da mezzo. “Questo è un risultato stupefacente dato i tassi alti di HIV nel passato ed intendiamo migliorare su questo esempio di successo più in futuro.„

Il Carissa F. Etienne, Direttore dell'Organizzazione di Salubrità Panamericana (PAHO) e Direttore Regionale per le Americhe del WHO, ha detto che “Questa eliminazione è un risultato notevole che mette le Americhe alla prima linea dello sforzo globale per assicurarsi che non c'fosse nessun bambino con il HIV o la sifilide congenita„. “Con l'impegno politico, più forti sistemi di salubrità e prevenzione, diagnosi ed il trattamento tempestivi, possiamo raggiungere i grandi cambiamenti,„ ha aggiunto.

“il UNAIDS si congratula i sei stati e territori su questo risultato importante,„ ha detto Michel Sidibé, Direttore Esecutivo del UNAIDS. “Tutti I paesi dovrebbero seguire il loro esempio ed assicurarsi che ogni bambino abbia un inizio HIV senza alla sua vita.„

Nel 2015, Cuba, altra Isola dei Caraibi, ha stato bene al primo paese nel mondo per ricevere la convalida dal WHO per il raggiungimento dell'eliminazione della trasmissione del madre--bambino del HIV e della sifilide. Successivamente, la Tailandia e la Bielorussia egualmente sono state convalidate come essendo raggiungendo l'eliminazione doppia, mentre l'Armenia ha ricevuto la convalida della sua eliminazione della trasmissione del madre--bambino del HIV e la Repubblica di Moldavia è stata convalidata per l'eliminazione della sifilide congenita.

Poiché il lancio nel 2010 dell'Iniziativa Regionale per l'Eliminazione della Trasmissione del Madre--Bambino del HIV e la Sifilide Congenita in America Latina E Caraibico-Coordinati dalla PAHO ed il Fondo dei Bambini di Nazioni Unite (UNICEF), con supporto da altre partner-nuove Infezioni HIV regionali è stato ridotto nei Caraibi di 52% fra i bambini, dal 1800 nel 2010 a meno che mille nel 2016. I casi Riferiti della sifilide congenita, nel frattempo, rimangono sotto lo scopo di avere non non più di 50 casi per 100.000 nati vivi, sebbene non siano diminuito dal 2010 e è probabili là è notifiche in difetto dei casi.

“L'eliminazione della trasmissione del madre--bambino del HIV e della sifilide non è appena un sogno; è uno scopo realizzabile,„ ha detto Maria Cristina Perceval, Direttore Regionale di UNICEF per America Latina Ed i Caraibi. “Oggi possiamo dire che siamo più vicino ad assicurare una generazione senza AIDS„.

Nei Caraibi il del 2016, 74% delle donne incinte che vivono più nel 2010 con il HIV, 64%, ha avuto accesso alla terapia del antiretroviral per proteggere la loro salubrità e per diminuire significativamente la possibilità di trasmissione del virus ai loro bambini durante la gravidanza, la consegna o l'allattamento al seno. L'accesso alle cure aumentato ha contribuito ancora ad un rapporto di riproduzione di 52% della tariffa della trasmissione del madre--bambino del HIV fra 2010 e 2016, che è ora a 9%, più superiore all'obiettivo di 2%.

Altro cambia nel settore di salubrità che ha contribuito a questo progresso comprende la partecipazione intensiva sia dai settori pubblici che privati di salubrità, piombo dai ministeri della sanità, nell'implementazione dei servizi medico-sanitari completi di salute dei bambini e materni, con enfasi su copertura universale e qualità prenatali e visita prenatale. Egualmente includono la prova in espansione per assicurare l'individuazione tempestiva ed il trattamento immediato per sia il HIV che la sifilide, le reti del laboratorio di qualità garantita conformemente alle norme internazionali e l'implementazione delle misure essenziali per garantire i diritti dell'uomo delle donne che vivono con il HIV.

L'eliminazione della trasmissione del madre--bambino del HIV e della sifilide è una pietra miliare importante per la cessazione dell'AIDS e sessualmente - infezioni trasmesse come minacce di salute pubblica da ora al 2030, impegni firmati tramite l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite e tramite l'Assemblea di Salubrità di Mondo.

“La convalida per l'eliminazione della trasmissione del madre--bambino del HIV e della sifilide invia un forte messaggio che i Caraibi stanno rendendo ad elevato potere d'acquisto notevoli a raggiungere lo scopo di una generazione senza AIDS ed il risultato direttamente è allineato rispetto a raggiungere la nostri visione ed obiettivi,„ ha detto Dereck Springer, Direttore dell'Associazione Caraibica della Pentola contro il HIV e AIDS. “La diffusione della malattia dalle madri ai bambini sta fermanda, ma lo stato di eliminazione deve essere mantenuto ed altri Paesi dei Caraibi devono rinforzare i loro servizi con lo scopo di ricezione della convalida dal WHO,„ ha aggiunto.

Altri Stati Membri di PAHO nei Caraibi stanno partecipando al trattamento di convalida convenzionale ed è preveduto che più siano riconosciuti per i loro risultati nel 2018.

Riflettore sulla prevenzione del HIV

Questi settimana, PAHO ed UNAIDS hanno lanciato il loro primo rapporto unito sulla prevenzione del HIV in Americhe, aventi diritto Prevenzione del HIV nel Riflettore: Un'Analisi di Settore di Salubrità in America Latina E nei Caraibi. Il rapporto indica che il numero di nuove Infezioni HIV fra gli adulti è rimanere stabile in America Latina E nei Caraibi fra 2010 e 2016, a circa 120.000 nuove Infezioni HIV annualmente. Il rapporto invita i paesi ad aumentare l'implementazione di un pacchetto completo degli interventi per impedire le nuove Infezioni HIV per le popolazioni chiave, in modo da cessare l'Epidemia di AIDS come minaccia di salute pubblica da ora al 2030.

Fra le raccomandazioni specifiche del rapporto è l'accesso ampliato alla auto-prova del HIV ed alla diagnosi di altra sessualmente - infezioni trasmesse, la disposizione della profilassi pre- e post-esposizione come raccomandato dal WHO, il trattamento per tutta la gente che vive con il HIV ed eliminante la distinzione.

HIV e sifilide nei Caraibi nel 2016 *

  • 310 000 [genti di 280 000-350 000] che vivono con il HIV.
  • 64% [51-74%] della gente che vive con il HIV conoscono il loro stato.
  • 81% [64 - >85%] della gente diagnosticata con il HIV sulla terapia del antiretroviral.
  • 67% [53-77%] della gente sulla terapia del antiretroviral hanno un caricamento virale soppresso.
  • 18 000 [15 000-22 000] nuove Infezioni HIV.
  • 9400 [7300-12 000] morti Relazionate all'AIDS.
  • 1,25 milione nati vivi nel 2014 in 31 Paese dei Caraibi.
  • 10 000 [bambini di 8700-12 000] fino a 14 anni che vivono meno nel 2010 con il HIV, 29%.
  • nuove Infezioni HIV <1000 [<1000-1000] fra i bambini fino a 14 anni nel 2016, 52% meno nel 2010.
  • 11 000 [9000-13 000] nuove Infezioni HIV hanno impedito fra i bambini fino a 14 anni dal 2010 al 2016.
  • 97% delle donne assistono almeno ad un controllo generale prenatale e 94% delle consegne ha avuto luogo in ospedali nel 2016.
  • 78% delle donne incinte sono stati esaminati più nel 2010 a HIV nel 2016, 35%.
  • 74% [65-84%] delle donne incinte che vivono con il HIV sono sulla terapia del antiretroviral, un aumento di 64% dal 2010.
  • tariffa di 9% della trasmissione del madre--bambino del HIV, 52% meno nel 2010.
  • copertura di 96% della prova per la sifilide fra le donne incinte che hanno avute almeno una visita prenatale, stalla dal 2010.
  • 80% delle donne incinte diagnosticate con la sifilide ha ricevuto il trattamento adeguato, stalla dal 2010.
  • 1 caso di sifilide congenita ogni 10 000 nati vivi nel 2016 secondo i dati da 21 paese, stalla dal 2010.

* Sorgente: Il Video Globale degli AIDS 2017, UNAIDS e dati direttamente ha riferito per pæsi alla PAHO.

Trattamento di convalida del WHO

Il trattamento di convalida comincia con una richiesta da un paese alla PAHO per la convalida dell'eliminazione della trasmissione del madre--bambino del HIV e della sifilide. Poi, un Comitato Regionale indipendente di Convalida è formato a riporto il trattamento, facendo uso degli standard globali di convalida raccomandati dal WHO.

Nel caso di questi stati e territori Caraibici, i membri del comitato regionale erano esperti da 10 paesi delle Americhe, che hanno esaminato i rapporti di ogni stato ed hanno effettuato le valutazioni virtuali ed in situ in quattro aree chiave: programmi e servizi di salubrità, dati e sistemi di informazione, qualità del laboratorio e partecipazione di diritti dell'uomo, di uguaglianza di genere e di comunità.

Sulla raccomandazione del comitato regionale, il Comitato Consultivo Globale di Convalida ha effettuato un secondo esame e raccomandato al Direttore Generale del WHO la convalida di Anguilla, di Antigua e Barbuda, delle Bermude, delle Isole Cayman, di Montserrat e del San San Cristobal e Nevis per il risultato dell'eliminazione della trasmissione del madre--bambino del HIV e della sifilide come minaccia di salute pubblica.

Sorgente: http://www.who.int/