Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

“L'occhio Pigro„ ha potuto essere trattato con la tecnologia portabile della aumentare-realtà

Quando i segnali fra il cervello ed un occhio vanno storto, l'input dall'altro occhio può trasformarsi in predominante, in una circostanza chiamata ambliopia o “in occhio pigro.„ La Ambliopia è comune ed è trattata tipicamente con la forzatura dell'occhio meno dominante per adattarsi, through ad addestramento basato a laboratorio o indossando una benda. Ma la nuova ricerca suggerisce che la gente possa potere usare la tecnologia portabile della aumentare-realtà per diminuire questa discrepanza visiva mentre vanno attività circa di ogni giorno.

I risultati sono pubblicati nella Scienza Psicologica, un giornale dell'Associazione per Scienza Psicologica.

“Con questo sistema della alterare-realtà, partecipanti interagisca con il mondo naturale che è cambiato con trattamento in tempo reale di immagine. Il sistema consegna alterato ma il video complementare ad ogni occhio in tempo reale, forzando i partecipanti usare gli input visivi ad entrambi gli occhi in cooperazione,„ spiega il ricercatore Bao Minimo del cavo dell'Accademia delle Scienze Cinese.

Il sistema della alterare-realtà può essere considerato come tipo speciale della tecnologia della aumentare-realtà, in cui alcuni aspetti della scena sono alterati prima del video è consegnato all'osservatore ma l'oggetto non artificiale ed inesistente (per esempio una freccia o una pagina Web) è sovrapposto. Facendo Uso della realtà aumentata alterare l'input visivo in questo modo evita alcune limitazioni ad di addestramento basato a laboratorio:

“Questo metodo manipola elettronicamente il mondo visivo in modo da comprendere addestramento in vita di tutti i giorni,„ dice Bao.

Ed i risultati hanno indicato che il miglioramento in bilanciamento oculare ha resistito a su un periodo di due mesi di seguito:

“Parecchie sessioni di tre ore di adattamento hanno prodotto gli effetti che hanno rinforzato quando la gente ha ritornato al loro ambiente visivo normale dopo che l'addestramento ha cessato,„ Bao spiega.

Nel loro primo esperimento, Bao ed i colleghi hanno reclutato 10 partecipanti adulti che hanno mostrato lo squilibrio interoculare significativo. Durante la fase di cinque giorni di adattamento, i partecipanti hanno avuti un corso di formazione di tre ore quotidiano, in cui hanno indossato una cuffia avricolare della aumentare-realtà che ha mostrato loro una versione leggermente alterata del loro ambiente circostante in tempo reale. Le immagini presentate ad ogni occhio erano identiche eccezione fatta per le toppe uniche che pixelated in ogni immagine. La formazione dei partecipanti essenzialmente forzati per pesare ugualmente l'input da ogni occhio per potere elaborare e percepire la scena completa. I Partecipanti hanno completato i corsi di formazione di adattamento in laboratorio mentre si sono impegnati nelle attività di ogni giorno tipiche, quali i film di sorveglianza, giocando i video giochi, il cibo e la camminata.

Per misurare col passare del tempo il cambiamento nella dominanza oculare, i ricercatori hanno avuti partecipanti completano un compito di binoculare-rivalità prima della fase di adattamento, all'inizio di ogni corso di formazione nella fase di adattamento ed alle sessioni di seguito 24 ore, i 2 giorni, i 3 giorni, 1 settimana, 3 settimane, 2 mesi e 4 mesi dopo l'ultimo corso di formazione. In ogni prova del compito, i partecipanti hanno veduto simultaneamente due immagini, una presentata ad ogni occhio. Ogni immagine ha caratterizzato un reticolo stridente a strisce, con il reticolo in un'immagine orientata in una direzione diversa dal reticolo nell'altra immagine. Dopo avere veduto le immagini, i partecipanti hanno premuto un tasto per indicare la direzione del reticolo che hanno veduto (inclinato in senso antiorario dal verticale, inclinato in senso orario dal verticale, o misto).

Quando le immagini differenti sono presentate ad ogni occhio, la gente tende a percepire le immagini come alternare avanti e indietro e riferiscono tipicamente vedere l'immagine presentata al loro occhio dominante un la maggior proporzione del tempo. Quindi, il compito dovrebbe rivelare col passare del tempo tutti i cambiamenti nella dominanza oculare.

Ed i partecipanti hanno mostrato col passare del tempo i cambiamenti in relazione con l'addestramento nella dominanza oculare. I risultati hanno indicato che gli stimoli indicati al più forte occhio sono diventato col passare del tempo meno dominanti, efficacemente aumentando il bilanciamento interoculare dei partecipanti.

D'importanza, il bilanciamento interoculare ha continuato a migliorare in 2 mesi dopo che preparandosi hanno cessato ed i ricercatori hanno continuato ad osservare il miglioramento in relazione con l'addestramento a seguito di quattro mesi.

In un altro esperimento, 18 partecipanti che realmente sono stati diagnosticati con ambliopia hanno partecipato ad una simile procedura di addestramento. Di Nuovo, hanno mostrato il miglioramento durante la fase di addestramento e nelle settimane che sono seguito. In media, il loro miglioramento nell'acuità visiva era equivalente a potere leggere le 1,5 righe supplementari giù sul diagramma di occhio standard del logMAR.

I Risultati da un terzo gruppo di partecipanti hanno indicato che l'occhio più debole ha mostrato il miglioramento in varie funzioni quali la coerenza dichoptic di moto, l'acuità visiva e la combinazione interoculare di fase--come conseguenza di addestramento.

Bao ed i colleghi in primo luogo hanno introdotto questo metodo novello per il rimodellamento della dominanza oculare via la tecnologia della aumentare-realtà alla conferenza annuale della Società di Scienze della Visione nel 2014. Credono che i loro nuovi risultati potrebbero avere implicazioni importanti per lavoro in vari domini, compreso l'oftalmologia, la neuroscienza, l'assistenza tecnica e lo sviluppo di prodotto clinici. Pianificazione continuare questa riga di ricerca, studiante i meccanismi esatti che determinano questi effetti in relazione con l'addestramento.

Sorgente: https://www.psychologicalscience.org/news/releases/augmented-reality-technology-could-help-treat-lazy-eye.html