Studio: gli inquinanti atmosferici In relazione con il traffico sembrano contrastare i vantaggi di camminata fra gli adulti più anziani

Studi l'impatto analizzato di salubrità di una passeggiata tramite la Via traffico-inquinante di Oxford a Londra, confrontato a Hyde Park.

Anche (l'esposizione a breve termine di 2 ore) alle particelle minuscole della fuliggine o della polvere trovata nei vapori di traffico sulle strade di grande traffico sembra contrastare i vantaggi di camminata sul cuore e sui polmoni fra gli adulti più anziani (invecchiati 60 o più), secondo uno studio che confronta gli effetti sulla salute di camminata lungo una strada traffico-inquinante contro la camminata attraverso una sosta. L'effetto è stato tracciato specialmente nella gente con la malattia respiratoria attuale.

Lo studio, pubblicato in The Lancet, suggerisce che l'esposizione a breve termine ad inquinamento sia associata con l'irrigidimento delle arterie e della funzione polmonare alterata e rinforza il caso per diminuire le emissioni del veicolo in moda da potere godere ognuno delle indennità-malattia di attività fisica.

“I Nostri risultati indicano che nel traffico congestionato le vie, come la Via di Oxford di Londra, le indennità-malattia di camminata sempre non superano il rischio in peso da inquinamento di traffico. Tuttavia, questo non dovrebbe essere veduto come una barriera a molta gente più anziana per cui camminare è il solo esercizio essi fa. Suggeriamo che, ove possibile adulti più anziani camminano in soste o altri spazi di verde a partire dalle strade di grande traffico„, dice il Professor senior Fan Chung dell'autore dall'Istituto Nazionale del Polmone & del Cuore all'Istituto Universitario Imperiale Londra, REGNO UNITO.

L'inquinamento atmosferico è responsabile di intorno 5,5 milione morti premature universalmente ogni anno. Nel REGNO UNITO, l'aria inquinante contribuisce ogni anno a 40.000 morti, quasi un quarto di loro a Londra. La ricerca Più Iniziale mostra quell'esposizione al particolato fine (con un diametro di 2,5 micrometri o di di meno; PM2.5) trovato nei gas di scarico diesel aumenta il rischio di malattia cardiovascolare e di morte e può diminuire la funzione polmonare, specialmente negli anziani ed in quelli con la malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD).

Lo studio è stato fatto in 119 adulti più anziani (invecchiati 60 o più) compreso 40 volontari sani, 40 persone con COPD stabile e 39 con la malattia di cuore ischemica stabile. I Partecipanti sono stati definiti a caso per passare 2 ore che camminano lungo l'estremità ovest della Via di Oxford di Londra in cui il traffico si limita ai bus ed alle carrozze a diesel, o attraverso una sezione senza traffico di Hyde Park, Londra. 3 - 8 settimane più successivamente, i partecipanti hanno fatto l'altra passeggiata. Tutti I partecipanti si erano astenuti dal fumo per i 12 mesi scorsi ed avevano continuato tutti i farmaci come di consueto in tutto lo studio.

I Livelli di inquinanti atmosferici in relazione con il traffico (carbonio nero, particolato, particelle ultrafine e diossido di azoto) e le misure della funzione polmonare e delle risposte cardiovascolari sono stati catturati prima e durante ogni passeggiata.

In partecipanti in buona salute, camminare in Hyde Park piombo ad un miglioramento nelle misure di capacità polmonare (aumento di essere in media 7,5% in FEV1 [la quantità massima di aria che può essere esalata in un secondo] a 5 ore dopo che l'inizio della passeggiata) e di rigidezza arteriosa (diminuzione di 5% nella velocità di onda di impulso in media dopo 3 ore) che hanno persistito per fino a 26 ore. Al contrario, camminando sulla Via di Oxford piombo soltanto ad un piccolo aumento transitorio nella capacità polmonare e sul peggioramento sostanziale della rigidezza arteriosa (aumento di essere in media 7% nella velocità di onda di impulso) connesso con maggior esposizione alla fuliggine nera del carbonio e le particelle ultrafine da scarico diesel.

Gli effetti sulla salute nocivi di inquinamento sono stati tracciati specialmente in partecipanti con COPD che ha avvertito una limitazione (ostruzione) di piccoli sintomi più respiratori di galleria di ventilazione-segnalazione compreso la tosse, la produzione dell'espettorato, dispnea e affanno-e ha aumentato la rigidezza arteriosa dopo la camminata in Via di Oxford rispetto a Hyde Park. Questi effetti nocivi erano associati con l'aumento dell'esposizione alla fuliggine nera del carbonio ed alle particelle ultrafine, supportanti il punto di vista che le particelle di combustione del combustibile fossile sono particolarmente tossiche alle persone con l'affezione polmonare e cardiovascolare.

Interessante, ulteriori analisi hanno trovato che i livelli di inquinamento sulla Via di Oxford hanno provocato il peggioramento della rigidezza arteriosa in partecipanti con la malattia di cuore ischemica non facendo uso delle droghe cardiovascolari, ma hanno avute scarso effetto su quelli che catturano il farmaco, suggerente che queste droghe potrebbero avere effetti protettivi. La Più ricerca è necessaria confermare questa individuazione.

Secondo il Professor Chung:

I Nostri dati indicano che quello catturare i farmaci che migliorano la rigidezza arteriosa quali gli statins, gli ACE-inibitore e gli stampi del canale del calcio può bene diminuire gli effetti contrari di inquinamento atmosferico in persone con la malattia di cuore ischemica.

Gli autori notano che lo studio non ha compreso un gruppo di controllo di riposo, in modo da non possono essere sicuri che camminare contribuita ai cambiamenti nella funzione polmonare e nella rigidezza arteriosa, sebbene gli studi precedenti abbiano indicato che camminare migliora la rigidezza arteriosa. Aggiungono che lo studio esaminato gli effetti benefici a breve termine dell'esercizio relativamente ad inquinamento ed ulteriore ricerca è necessari sugli effetti a lungo termine di camminata regolare negli ambienti inquinanti.

Concludono:

Il Nostro studio fornisce un messaggio chiaro per migliorare la qualità dell'aria noi tutta la condivisione. A Londra, l'introduzione della zona bassa dell'emissione ha avuta poco impatto ai livelli del particolato. Le soluzioni Più radicali, come recentemente annunciato per eliminare le carrozze nere a diesel e per sostituirle con le alternative elettriche a pile, sono necessarie.

Scrivendo in un commento collegato, il Professor George Thurston ed il Dott. Jonathan Newman dalla Scuola di Medicina di New York University, New York, U.S.A. dicono:

I cambiamenti nella rigidezza arteriosa riferita nello studio… sono biologicamente coerenti con l'inquinamento atmosferico e le associazioni di salubrità di CVD hanno trovato negli studi basati sulla popolazione sui ricoveri ospedalieri e sulla mortalità, ulteriori rinforzando il consenso che l'associazione fra il particolato ed il CVD è causale. Sebbene più studi siano necessari sui rispettivi effetti sulla salute di tutti i diversi componenti e sulle sorgenti di PM2.5, i risultati di questo ed altri studi urbani recenti già indicano che i responsabili politici ed i professionisti del settore medico-sanitario dovrebbero rendere ad una riduzione delle esposizioni pubbliche al particolato diesel un prioritario nelle strategie di controllo di inquinamento atmosferico PM2.5 e dell'evitare del paziente.

Sorgente: http://www.thelancet.com/

Advertisement