Droghe grumo-rompentesi Potenti riservate ai pazienti selezionati con trombosi venosa profonda

Non tutti i pazienti con i coaguli di sangue in loro lati - una circostanza conosciuta come trombosi venosa profonda - devono ricevere le droghe grumo-rompentesi potenti ma rischiose, secondo i risultati di un test clinico su grande scala e multicentrato.

Lo studio ha indicato che rimuovere il grumo con le droghe e le unità specializzate non ha diminuito la probabilità che i pazienti avrebbero sviluppato la sindrome post-trombotica, una complicazione che può lasciare i pazienti con dolore ed il gonfiamento cronici dell'arto e può piombo alla difficoltà che cammina o che svolge le loro attività quotidiane. L'Uso delle droghe potenti, tuttavia, ha sollevato la probabilità che un paziente avvertirebbe un'immagine al vivo pericolosa.

“Che Cosa ora sappiamo è che possiamo risparmiare la maggior parte dei pazienti la necessità di subire un trattamento rischioso e costoso,„ ha detto il ricercatore principale Suresh Vedantham, il MD, il professor della radiologia e di chirurgia alla Scuola di Medicina dell'Università di Washington a St. Louis.

I risultati sono pubblicati il 7 dicembre In New England Journal di Medicina.

Fra 300.000 e 600,000 persone un l'anno negli Stati Uniti sono diagnosticati con un primo episodio di trombosi venosa profonda e, malgrado il trattamento standard con i diluenti di sangue, approssimativamente a metà svilupperanno la sindrome post-trombotica. Non c'è il trattamento per impedire la complicazione potenzialmente debilitante. Tuttavia, i piccoli studi avevano suggerito che una procedura che consegna le droghe grumo-rompentesi direttamente nel grumo potesse diminuire la probabilità che la sindrome si svilupperà. La procedura corrente è seguita mentre un trattamento del secondo line per alleviare il dolore ed il gonfiamento nella gente che non migliora sui diluenti di sangue.

La Trombosi Venosa Acuta: La Rimozione dell'Embolo con lo studio Catetere-Diretto Aggiuntiva di Thrombolysis (ATTIRI) - una prova controllata ripartita con scelta casuale soprattutto costituita un fondo per dal Cuore, dal Polmone e dall'Istituto Nazionali di Sangue (NHLBI) degli Istituti della Sanità Nazionali (NIH) - è stata destinata per determinare se eseguendo la procedura come componente del trattamento iniziale per i pazienti quando in primo luogo sono diagnosticati con trombosi venosa profonda diminuirebbe il numero della gente che più successivamente sviluppa la sindrome. Nel 2008, il Chirurgo Generale allora Agente Steven K. Galson, MD, ha pubblicato una chiamata nazionale ad atto su trombosi venosa profonda e specificamente ha richiesto ricerca sui vantaggi e sui rischi di rimozione dei grumi.

“La ricerca clinica nella trombosi venosa profonda e nella sindrome post-trombotica è molto importante alla comunità clinica e di interesse al Cuore, al Polmone ed all'Istituto Nazionali di Sangue,„ ha detto Andrei Kindzelski, il MD, il PhD, l'ufficiale di programma di NHLBI per la prova di ATTRAZIONE. “Questi studi del punto di riferimento, intrapresi a 56 siti clinici, non hanno dimostrato in un modo imparziale vantaggi del thrombolysis catetere-diretto come trattamento prima linea di trombosi venosa profonda, permettendo ai pazienti di evitare una procedura medica inutile. Allo stesso tempo, ATTRACT ha accertato una necessità futura potenziale della ricerca nell'uso mirato a del thrombolysis catetere-diretto nei gruppi pazienti specifici.„

Lo studio ha fatto partecipare 692 pazienti, definiti a caso per ricevere i diluenti di sangue diluenti di sangue o da solo e la procedura. Ogni paziente è stato seguito per due anni.

Nella procedura, medici infilano un tubo di plastica sottile e flessibile in un'incisione minuscola nel lato e lo traversano tramite i filoni facendo uso di orientamento di ultrasuono e dei Raggi X, finché non riposi all'interno del grumo. Infondono una droga conosciuta come l'attivatore tissutale del plasminogeno attraverso il tubo, gli danno il tempo di digerire il grumo e poi di succhiare fuori o macinare su tutti i frammenti restanti facendo uso delle unità catetere-montate specializzate. La procedura è costosa, costando migliaia di dollari e spesso richiede una degenza in ospedale.

Il test clinico ha indicato che l'uso sistematico della procedura non ha diminuito la probabilità di sviluppare la sindrome post-trombotica. La complicazione si è sviluppata in 157 di 336 (47 per cento) della gente che ha subito la procedura e di 171 di 355 (48 per cento) della gente che non ha fatto, una differenza che non è statisticamente significativa.

La procedura ha diminuito la severità della sindrome post-trombotica, facilitante i sintomi a lungo termine dei pazienti. Circa 24 per cento della gente sui diluenti di sangue da solo hanno sperimentato il moderato a dolore severo ed al gonfiamento, ma soltanto 18 per cento della gente che è stata curata con i diluenti di sangue ed i fenomeni di grumo hanno agito in tal modo.

La procedura egualmente ha alleviato il dolore ed il gonfiamento nelle fasi iniziali della malattia, quando i pazienti sono spesso molto scomodi.

Tuttavia, i ricercatori hanno notato un aumento inquietante nel numero della gente che ha sviluppato lo spurgo principale dopo avere subito la procedura. Mentre i numeri erano piccoli - un paziente (0,3 per cento) sul trattamento standard hanno avvertito un'immagine al vivo, rispetto a sei (1,7 per cento) di coloro che ha ricevuto le droghe grumo-rompentesi - e nessuno delle immagini al vivo era interna, tutto l'aumento nello spurgo è una bandiera rossa. Il potenziale per spurgo catastrofico è perché le droghe grumo-rompentesi potenti sono solitamente riservate per le emergenze pericolose quali gli attacchi di cuore ed i colpi.

“Stiamo occupando di una spada a doppio taglio molto marcata qui,„ ha detto Vedantham, che egualmente è un radiologo interventional all'Istituto del Mallinckrodt dell'università della Radiologia. “Nessuno di noi è stato sorpreso trovare che questo trattamento è più rischioso delle droghe d'assottigliamento da solo. Per giustificare quel rischio extra, avremmo dovuto mostrare un forte progresso nei risultati a lungo termine e lo studio non ha mostrato quello. Abbiamo veduto un certo miglioramento nella severità di malattia ma non abbastanza giustificare i rischi per la maggior parte dei pazienti.„

Mentre lo studio ha indicato che la maggior parte dei pazienti non dovrebbero subire la procedura, i dati suggeriscono che i vantaggi possono superare i rischi in peso in alcuni pazienti, come quelli con i grumi particolarmente grandi.

“Questo è il primo grande, studio rigoroso per esaminare la capacità del trattamento rappresentazione-guida di indirizzare sindrome post-trombotica,„ Vedantham ha detto. “Questo studio avanzerà la cura paziente aiutando molta gente evita una procedura inutile. I risultati sono egualmente interessanti perché c'è il suggerimento che almeno alcuni pazienti possono avvantaggiare. L'Ordinamento del quello fuori sta andando essere molto importante. La prova di ATTRAZIONE fornirà l'orientamento cruciale nella progettazione degli studi più ancora mirati a per determinare chi è più probabile da trarre giovamento da questa procedura come trattamento prima linea.„

Per ora, la procedura dovrebbe essere riservata per uso come trattamento del secondo line per alcuni pazienti con attenzione selezionati, che stanno avvertendo specialmente le limitazioni severe della funzione del lato da trombosi venosa profonda e che non stanno rispondendo ai sangue-diluenti, Vedantham ha aggiunto.

Sorgente: https://medicine.wustl.edu/news/clot-busting-drugs-not-recommended-most-patients-with-blood-clots/

Advertisement