I ricercatori Russi creano i nuovi approcci alla prevenzione ed al trattamento del diabete

Un gruppo degli scienziati dall'Università Federale di Ural (UrFU) e dall'Istituto dell'Immunologia e della Fisiologia (IIP, Dipartimento di Ural dell'Accademia delle Scienze Russa) ha modellato il diabete di tipo 1 in un esperimento per studiare i trattamenti di ripristino nel pancreas. I risultati dello studio contribuiranno a sviluppare i nuovi approcci a trattare il diabete. L'articolo dai ricercatori è stato pubblicato in caricatore di Farmacoterapia & della Biomedicina.

“Abbiamo deciso di creare i nuovi approcci alla prevenzione ed il trattamento del diabete usando ha sintetizzato i composti chimici antidiabetici. Per noi era importante capire il modo di loro atto alla cella, al tessuto, all'organo ed ai livelli dell'organismo,„ -- Irina Danilova, l'autore detta della ricerca, del gestore di una concessione dalle Fondamenta Russe di Scienza, di medico di biologia, del capo del Dipartimento di Biochimica e di Biofisica Mediche di UrFU e del capo del laboratorio di biochimica e di morfologia al Dipartimento di Ural dell'Accademia delle Scienze Russa.

il diabete di tipo 1 è una malattia cronica seria causata dalla chiusura di produzione dell'insulina nel pancreas che piombo ai livelli aumentati di zucchero di sangue e di danno graduale degli organi e dei tessuti differenti. Per esempio, gli alti livelli di glucosio nel sangue attivano lo sforzo ossidativo -- danno di proteina, del lipido e delle molecole del DNA dai radicali liberi. Un Altro meccanismo notevole di danno di tessuto connesso con il diabete è glicosilazione non enzimatica (glycation) delle proteine. Nel corso di questo glucosio di trattamento interagisce con i gruppi amminici delle proteine senza la partecipazione degli enzimi. In gente in buona salute questa reazione è lenta, ma se il livello elevato dello zucchero di sangue è il glycation accelera e danneggia irreversibile i tessuti.

I Pazienti con il diabete di tipo 1 hanno bisogno delle iniezioni quotidiane di insulina. Gli Scienziati sono interessati nell'individuazione del composto chimico che attiverebbe i trattamenti di rigenerazione in celle nocive dai radicali liberi. Per agire in tal modo, hanno deciso di studiare il potenziale dei composti che possono eliminare sia (i disordini metabolici (glycation ossidativo della proteina che di sforzo) ed immunologici di risposta infiammatoria) connessi con il diabete.

In Primo Luogo, hanno selezionato i composti eterociclici del thiadiazine 1,3,4 sintetizzati in UrFU nel Dipartimento di Chimica Organica e Biomolecolare sotto la guida di Oleg Chupakhin (Accademia delle Scienze Russa, membro titolare). Queste sostanze hanno l'antiossidazione e beni anti--glycation. Poi i ricercatori hanno provato i composti sui ratti del laboratorio con il diabete.

“Abbiamo provato ad eliminare i disordini connessi con il diabete facendo uso delle sostanze derivate del thiadiazine 1,3,4. Di conseguenza, i livelli di glucosio e di emoglobina glicosilata nel sangue dei ratti in diminuzione e nel livello di insulina sono andato su. I composti che bloccano il meccanismo patogenetico suddetto possono potenzialmente trasformarsi nelle droghe medicinali per il trattamento di questa malattia socialmente significativa,„ -- Irina Danilova conclusiva.

Sorgente: https://urfu.ru/en/