Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La terapia a cellula T dell'AUTOMOBILE mostra le remissioni durature nei pazienti di linfoma non-Hodgkin

In un paio dei test clinici che allungano da Filadelfia a Tokyo, la terapia a cellula T Kymriah (CAR) del ricevitore chimerico dell'antigene (precedentemente conosciuto come CTL019) ha dimostrato le remissioni durature nei pazienti (NHL) di linfoma non-Hodgkin. I risultati da una prova globale e multicentra saranno presentati oggi alla cinquantanovesima società americana della riunione annuale e dell'esposizione dell'ematologia a Atlanta (#577 astratto). I risultati dal unico sito studiano, con seguito che estende scorso due anni, saranno pubblicati oggi in New England Journal di medicina. Entrambi gli studi piombo da Stephen J. Schuster, MD, dal centro del Cancro di Abramson e dalla scuola di medicina di Perelman all'università della Pennsylvania.

Nella prova globale, multicentrata, Novartis-patrocinata conosciuta come JULIET, 38 per cento dei pazienti con ricaduto/refrattario diffondono il grande linfoma del linfocita B (DLBCL), il modulo più comune del NHL, che ha ricevuto il trattamento d'investigazione ha avuto una risposta parziale o completa a tre mesi. Circa 73 per cento dei pazienti che hanno risposto sono rimanere senza Cancro a sei mesi. La prova ha incluso 27 siti in 10 paesi attraverso l'America settentrionale, Europa, l'Australia e l'Asia. Nel totale, 81 paziente è stato infuso con le celle di T dell'AUTOMOBILE ed è stato valutato per una risposta. A tre mesi, 26 pazienti (32 per cento) hanno raggiunto una risposta completa, mentre cinque (6 per cento) hanno raggiunto una risposta parziale. I risultati saranno presentati oggi come componente del programma della stampa di riunione della CENERE.

Il gruppo di ricerca dice i risultati aggiornati da uno studio più iniziale, dei pazienti curati al centro del Cancro del Abramson di Penn, fornisce la prova supplementare che le risposte alla nuova terapia possono essere altamente durevoli - una pietra miliare importante nella lotta contro un tipo di cancro che è diagnosticato in 56.000 pazienti all'anno negli Stati Uniti. New England Journal di medicina ha pubblicato oggi questi dati. Fra 28 pazienti che hanno ricevuto la terapia nella prova pilota del unico sito dopo che i loro cancri avevano ritornato dopo i trattamenti standard, 43 per cento dei pazienti di DLBCL hanno raggiunto la remissione completa, come hanno fatto 71 per cento dei pazienti con linfoma follicolare, il secondo modulo comune della malattia. Tutti i pazienti che erano nella remissione a sei mesi sono ancora nella remissione, dopo seguito mediano di 28,6 mesi.

“Catturato insieme, i nostri dati da entrambe le prove indicano che la maggior parte dei pazienti che sono nella remissione a tre mesi restano nella remissione,„ hanno detto Schuster, che è il professore di Louis-Dreyfus della margarita e di Robert nella leucemia linfocitaria cronica e nella cura e nella ricerca cliniche di linfoma nella scuola di medicina di Perelman e nel Direttore del programma di linfoma al centro del Cancro di Abramson.

Carl giugno, MD, il Richard W. Vague professore nell'immunoterapia, Direttore del centro per le immunoterapie cellulari e Direttore dell'istituto di Parker per immunoterapia del Cancro a Penn, è l'autore senior sullo studio del unico sito.

Due terzi delle casse di DLBCL sono trattati con successo con la chemioterapia di linea di battaglia. Quando quello viene a mancare, una chemioterapia della alto-dose combinata con un trapianto autologo della cellula staminale può potenzialmente piombo alla sopravvivenza sana a lungo termine. Ma soltanto la metà di questi è ricaduto/pazienti refrattari è candidati per questo approccio e per coloro che è, il tasso di sopravvivenza senza evento triennale previsto è appena 20 per cento nell'era corrente della linea di battaglia immunochemotherapy. Il linfoma follicolare può essere trattato solitamente con la chemioterapia di linea di battaglia, sebbene 20 per cento dei pazienti ricadano in due anni. Questi pazienti hanno un tasso di sopravvivenza globale quinquennale di appena 50 per cento facendo uso delle terapie attualmente disponibili.

“Circa un terzo dei pazienti che vengono a mancare tutte le terapie correnti, anche trapianto, potrebbe ora avere un modulo della terapia che può offrire loro le remissioni durevoli,„ Schuster ha detto. “Questa terapia ha il potenziale di salvare le vite se approvato da FDA per questa indicazione.„

Kymriah™ è stato approvato dagli Stati Uniti Food and Drug Administration nell'agosto 2017 per il trattamento dei pazienti fino a 25 anni con la leucemia linfoblastica acuta (ALL) che è refrattaria o nella seconda o ricaduta successiva. Penn e Novartis hanno formato una collaborazione globale di ricerca e sviluppo nel 2012, il risultato di cui era la prima terapia basata sul trasferimento del gene approvato da FDA. I risultati da JULIET hanno servito da base per una domanda recente presentata da Novartis a FDA per approvazione di CTL019 per il trattamento dei pazienti adulti con DLBCL ricaduto o refrattario cui è ineleggibile per o la ricaduta dopo che trapianto autologo della cellula staminale (ASCT). Novartis egualmente sta cercando l'approvazione dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA) per CTL019 in pazienti adulti pediatrici e giovani con il linfocita B ricaduto o refrattario TUTTO ed i pazienti adulti con DLBCL ricaduti o refrattari che sono ineleggibili per ASCT.

Il trattamento modifica le proprie celle di T immuni dei pazienti, che sono raccolte e riprogrammate potenzialmente per cercare e distruggere le cellule tumorali dei pazienti. Dopo l'infusione nuovamente dentro gli organismi dei pazienti, questi celle recentemente sviluppate “del cacciatore„ sia si moltiplicano che attaccano, celle di ottimizzazione che esprimono una proteina chiamata CD19. Le prove rivelano che l'esercito delle celle del cacciatore può diventare più di 10.000 nuove celle per ogni singola cella che costruita i pazienti ricevono, producendo l'alta remissione valuta. Possono anche sopravvivere a nell'organismo per anni. CTL019 utilizza il dominio costimulatory 4-1BB nel suo ricevitore chimerico dell'antigene per migliorare l'espansione e la persistenza cellulari.

la sindrome della Citochina-versione (CRS), una tossicità connessa con la terapia dell'AUTOMOBILE T che comprende i vari livelli di sintomi del tipo di influenza, con le alte febbri, la nausea ed il dolore di muscolo e può richiedere della la cura livella ICU, è stata riferita in 58 per cento dei pazienti nello studio del multi-sito. Quindici di quei pazienti (26 per cento) hanno richiesto il trattamento con tocilizumab, che è la terapia standard per la tossicità. Tutti quei pazienti hanno recuperato dal loro CRS. Altre tossicità hanno compreso le infezioni (34 per cento dei pazienti), cytopenias o conteggio dei globuli basso (36 per cento), eventi neurologici (21 per cento), la neutropenia febbrile (13 per cento) e un'anomalia metabolica chiamata sindrome di lisi del tumore (un per cento). Tutte tossicità risolte da sè o con il trattamento e là non erano morti in relazione con il trattamento.

Nella prova del unico sito, il CRS è stato riferito in cinque pazienti. Soltanto uno di quei pazienti ha richiesto il trattamento con tocilizumab. Che il paziente ha recuperato e raggiunto una risposta completa. Undici pazienti hanno riferito i sintomi neurologici temporanei, compreso il delirio. Dieci del 11 caso erano auto-limitati e risolti senza cura di ICU. L'undicesimo caso risolto dopo il trattamento.

Entrambi gli studi sono stati supportati da Novartis. La prova del unico sito egualmente è stata supportata dalle concessioni dagli istituti di salubrità nazionali (1R01CA165206) come pure attraverso contributo filantropico al programma di linfoma al centro del Cancro di Abramson dell'università della Pennsylvania da James e Frances Maguire ed il fondo di ricerca di linfoma di Frances Maguire, la margarita Louis-Dreyfus e lo Sharyn Berman ed i fondi della famiglia di Richard Berman per CLL e linfomi.

Il centro del Cancro di Abramson sta presentando a multiplo altri studi dell'AUTOMOBILE T alla riunione della CENERE che guardano oltre CTL019, includente:

  • Facendo uso di CART-BCMA, un tipo specificamente costruito di cellula T dell'AUTOMOBILE, mirare al mieloma multiplo. Piombo da Adam D. Cohen, MD, un assistente universitario dell'oncologia dell'ematologia a Penn ed il Direttore di immunoterapia di mieloma nel centro del Cancro del Abramson di Penn, pazienti sono stati dati un d'una sola dose della chemioterapia prima che l'infusione di CART-BCMA temporaneamente per cambiare aria i globuli bianchi normali e per aiutare le celle di T dell'AUTOMOBILE a espandersi. Due livelli di dose delle celle di CART-BCMA sono stati esplorati in una popolazione dei pazienti pesante-pretrattati. Questi pazienti hanno avuti una mediana di sette righe priori di terapia. Il gruppo più basso di dosaggio ha avuto cinque pazienti, due di cui (40 per cento) ha raggiunto almeno una risposta secondaria al trattamento (definito come 25 per cento o maggior riduzione dei livelli della proteina di mieloma). Il più alto gruppo di dosaggio ha avuto dieci pazienti ed otto di quelli (80 per cento) hanno avuti una risposta secondaria o migliorano, compreso una risposta completa. La prova è in corso, con i pazienti supplementari che sono trattati al gruppo della dose elevata. (#505 astratto)
  • Celle di T dell'AUTOMOBILE di fabbricazione anti-CD22 per la leucemia linfoblastica acuta delle cellule. Lo studio ha indicato che i cambiamenti secondari nella struttura di base delle celle di T dell'AUTOMOBILE possono fare le differenze principali in pazienti. I ricercatori, piombo dalla branchia della Saar, MD, PhD, un assistente universitario dell'oncologia dell'ematologia a Penn, hanno dimostrato la capacità di fabbricare una cellula T più efficace dell'AUTOMOBILE diretta contro CD22 in mouse. (#807 astratto)
  • Facendo uso di un genere differente di cellula T per trattare mieloma. Il trattamento ha utilizzato le celle dirette all'antigene NY-ESO-1 (cellule T del cancro della LANCIA NY-ESO-1) curare 25 pazienti. I ricercatori, compreso Edward A. Stadtmauer, MD, i co-dirigenti del programma ematologico di malignità al CRNA, hanno trovato la promessa di manifestazioni del trattamento ed è sicuri una volta utilizzati nella regolazione del trapianto autologo della cellula staminale. (#845 astratto)