Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I batteri lattici possono offrire la protezione contro i sottotipi del virus di influenza A

I batteri lattici, comunemente usati come probiotics per migliorare la salubrità digestiva, possono offrire la protezione contro i sottotipi differenti del virus di influenza A, con conseguente perdita di peso diminuita dopo infezione virale ed importi più bassi della replica del virus nei polmoni, secondo uno studio piombo dalla Georgia State University.

Il virus dell'influenza può causare la malattia respiratoria severa in esseri umani. Sebbene i vaccini per i virus dell'influenza stagionali siano disponibili facilmente, le infezioni del virus dell'influenza causano tre - cinque milione malattie pericolose e 250.000 - 500.000 morti universalmente durante le epidemie. Gli scoppi e la trasmissione pandemici dell'aria possono causare rapido la malattia severa e reclamare molte altre vite umane universalmente. Ciò accade perché i vaccini correnti sono efficaci soltanto quando gli sforzi vaccino ed i virus dell'influenza di circolazione sono abbinati bene.

Il virus di influenza A, che infetta gli esseri umani, gli uccelli ed i maiali, ha molti sottotipi differenti basati sulle proteine (HA) della neuraminidasi e (NA) del hemagglutinin sulla superficie del virus. Ci sono 18 ha differenti e 11 molecola differente di sottotipo del Na identificati, che indicano combinazioni del numeroso virus dell'influenza del Na e dell'ha. Di conseguenza, è importante trovare i modi assicurare la vasta protezione contro i virus dell'influenza, indipendentemente dalla varietà virale.

Le verdure ed i prodotti lattier-caseario fermentati contengono vari batteri lattici, che hanno una serie di indennità-malattia oltre a essere usando come probiotics. Gli studi hanno trovato gli sforzi di alcuni batteri lattici per assicurare la protezione parziale contro le malattie infettive batteriche, quale lo streptococco pneumoniae come pure il freddo e virus dell'influenza.

Questo studio ha studiato gli effetti protettivi antivirali di uno sforzo calore-ucciso dei batteri lattici, il lactobacillus casei DK128 (DK128), un probiotico di promessa isolati dalle verdure fermentate, sui virus dell'influenza.

I mouse pretrattati per via nasale con DK128 ed infettati con il virus di influenza A hanno mostrato varie risposte immunitarie che sono correlate con la protezione contro il virus dell'influenza, compreso un aumento nelle celle alveolari del macrofago nei polmoni e nelle vie respiratorie, un'induzione iniziale degli anticorpi specifici del virus ed i livelli diminuiti di citochine pro-infiammatorie e di celle immuni innate. I mouse egualmente hanno sviluppato l'immunità contro l'infezione secondaria del virus dell'influenza da altri sottotipi del virus. I risultati sono pubblicati nei rapporti scientifici del giornale.

“Abbiamo trovato che quello pretrattare i mouse con i batteri calore-uccisi del lactobacillus casei DK128 ha reso loro resistente a primario e infezione virale secondaria di influenza A e protetto letali loro contro perdita di peso e mortalità,„ ha detto il Dott. Cantare-MOO Kang, autore principale dello studio e professore nell'istituto per le scienze biomediche allo stato della Georgia. “I nostri risultati sono altamente significativi perché i mouse pretrattati con DK128 hanno avuti una sopravvivenza di 100 per cento e prevenzione di perdita di peso. Questo sforzo dei batteri lattici egualmente ha fornito i mouse di immunità inter-protettiva contro l'infezione letale secondaria con il virus dell'influenza. La protezione contro l'infezione del virus dell'influenza non era specifica ad uno sforzo particolare di influenza.

“Il nostro studio fornisce la prova che i batteri lattici calore-uccisi potrebbero potenzialmente essere amministrati tramite spray nasale come droga profilattica contro le infezioni non specifiche del virus dell'influenza.„

I ricercatori hanno pretrattato per via nasale i mouse con DK128 calore-ucciso e poi li hanno infettati con una dose letale del virus di influenza A, del sottotipo H3N2 o di H1N1. I mouse pretrattati con una dose bassa di DK128 hanno mostrato 10 - 12 per cento di perdita di peso, ma hanno sopravvissuto all'infezione letale del virus H3N2 o H1N1. Al contrario, i mouse pretrattati con una dose elevata di DK128 calore-ucciso non hanno mostrato la perdita di peso. Gestisca i mouse, che non sono stati pretrattati con DK128, ha mostrato che perdita di peso severa entro i giorni otto e nove dell'infezione e di tutti questi mouse sono morto.

I mouse che hanno ricevuto i batteri lattici calore-uccisi (DK128) prima dell'infezione hanno avuti circa 18 volte meno virus dell'influenza in loro polmoni confrontati ai mouse di controllo.

Dopo, i ricercatori hanno verificato la protezione contro l'infezione secondaria del virus dell'influenza infettando i mouse pretrattati con un sottotipo differente di influenza A dalla loro infezione virale primaria. Per l'infezione virale secondaria, i mouse sono stati esposti a H1N1 o a rgH5N1.

I risultati dello studio indicano quel pretrattamento con i batteri lattici, specificamente DK128, fornisce i mouse della capacità di avere immunità protettiva contro una vasta gamma di infezioni virali primarie e secondarie di influenza A.