Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Promessa delle tenute della droga del diabete di essere diventato il nuovo trattamento per Alzheimer

Una droga sviluppata per il diabete potrebbe essere usata per curare Alzheimer dopo che gli scienziati lo hanno trovato “perdita di memoria significativamente invertita„ in mouse con un metodo triplo di atto.

La ricerca, pubblicata nella ricerca del cervello, ha potuto portare i miglioramenti sostanziali nel trattamento del morbo di Alzheimer con l'uso di una droga originalmente creata al diabete di tipo 2 dell'ossequio.

Il professor Christian Holscher del ricercatore del cavo dell'università di Lancaster nel Regno Unito ha detto il trattamento novello “promessa delle tenute chiaramente di essere diventato un nuovo trattamento per i disordini neurodegenerative cronici quale il morbo di Alzheimer.„

Il morbo di Alzheimer è la maggior parte della causa comune di demenza ed i numeri si pensano che aumentino a due milione di persone nel Regno Unito da ora al 2051 secondo la società di Alzheimer, che parziale ha costituito un fondo per la ricerca.

Il Dott. Doug Brown, Direttore di ricerca e sviluppo alla società di Alzheimer, ha detto: "" Senza i nuovi trattamenti durante quasi 15 anni, dobbiamo trovare i nuovi modi di affrontare Alzheimer. È di importanza fondamentale che esploriamo se le droghe sviluppate per trattare altre circostanze possono avvantaggiare la gente con Alzheimer ed altri moduli di demenza. Questo approccio alla ricerca potrebbe renderlo molto più rapida ottenere le droghe nuove di promessa alla gente che le ha bisogno di.„

Sebbene i vantaggi dei questi “agonista triplo„ droghe siano stati trovati finora soltanto in mouse, altri studi con il diabete attuale droga quale il liraglutide hanno indicato la promessa reale per la gente con Alzheimer, così più ulteriormente lo sviluppo di questo lavoro è cruciali.„

Ciò è la prima volta che una droga tripla del ricevitore è stata usata che agisce nei modi multipli proteggere il cervello da degenerazione. Combina GLP-1, le GIP ed il glucagone che sono tutti i fattori di crescita. I problemi con la segnalazione di fattore di crescita sono stati indicati per essere alterati nei cervelli dei pazienti di Alzheimer.

Lo studio ha utilizzato i mouse APP/PS1, che sono mouse transgenici che geni mutati umani precisi che causano Alzheimer. Quei geni sono stati trovati nella gente che ha un modulo di Alzheimer che può essere ereditato. I mouse transgenici invecchiati nelle fasi avanzate del neurodegeneration sono stati trattati.

In una prova del labirinto, la formazione di memoria e dell'apprendimento molto è stata migliorata dalla droga che anche: -

  • livelli migliorati di fattore di crescita del cervello che protegge il funzionamento delle cellule nervose
  • ha diminuito la quantità di placche dell'amiloide nel cervello collegato con Alzheimer
  • ha diminuito sia l'infiammazione cronica che lo sforzo ossidativo
  • ha rallentato la tariffa di perdita delle cellule nervose

Il professor Holscher ha detto: “Questi risultati molto di promessa dimostrano l'efficacia di queste droghe multiple novelle del ricevitore che originalmente sono state sviluppate per trattare il diabete di tipo 2 ma indicare i neuro effetti protettivi coerenti in parecchi studi.„

“Gli studi clinici con una versione precedente di questo tipo di droga già hanno mostrato i risultati molto di promessa nella gente con il morbo di Alzheimer o con i disordini di umore„

“Qui indichiamo che una droga tripla novella del ricevitore mostra la promessa come trattamento potenziale per Alzheimer ma ulteriori prove di reazione al dosaggio ed i confronti diretti con altre droghe devono essere condotti per valutare se questo nuove droghe è superiori a quelle precedenti.„

Il diabete di tipo 2 è un fattore di rischio per Alzheimer ed è stato implicato nella progressione della malattia. L'insulina alterata è stata collegata ai trattamenti degeneranti cerebrali nel diabete di tipo 2 e nel morbo di Alzheimer. La desensibilizzazione dell'insulina egualmente è stata osservata nel cervello del morbo di Alzheimer. La desensibilizzazione potrebbe svolgere un ruolo nello sviluppo dei disordini neurodegenerative poichè l'insulina è un fattore di crescita con i beni neuroprotective.