Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo studio esplora il ruolo di sessualità nel risultato a lungo termine dei disordini alimentari

Un nuovo studio pubblicato nella questione attuale di psicoterapia e di Psychosomatics esplora il ruolo di risultato di sessualità a lungo termine delle anoressie nervose e della bulimia nervosa. Come con altri disordini psichiatrici, le anoressie nervose (AN) e la bulimia nervosa (BN) sono spesso comorbid con le disfunzioni sessuali. Gli studi differenti suggeriscono che una percentuale pertinente delle persone con i EDs continui a video la psicopatologia di ED per i periodi prolungati.

Questo studio ha mirato a valutare se il funzionamento sessuale può rappresentare un preannunciatore della risposta a CBT e un indicatore potenziale del trattamento di ripristino in pazienti con ed i BN.

I risultati hanno confermato che dopo che un intervento psicologico messo a fuoco sulle funzionalità psicopatologiche di memoria comune dei EDs, sui pazienti con e sui BN ha mostrato i simili cambiamenti in parecchi domini di funzionamento sessuale. Inoltre, il miglioramento di funzionamento sessuale è stato associato con una riduzione di alcune funzionalità psicopatologiche specifiche dei EDs, quale disagio dell'organismo. D'altra parte, il ripristino del peso e la riduzione del baldoria-cibo sono sembrato non direttamente essere correlati con questi risultati. Cioè alcuni pazienti con riparato ad un peso normale ma ancora indicato una sessualità alterata ed alcuni pazienti con i BN hanno interrotto la baldoria che mangiano ma ancora hanno riferito le disfunzioni sessuali.

Queste osservazioni hanno confermato quelle degli studi precedenti che descrivono una relazione specifica fra psicopatologia di ED e disfunzione sessuale e parzialmente contraddicono l'ipotesi che la disfunzione sessuale in è esclusivamente dovuto perdita di peso ed il ipogonadismo secondario.