Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il breve video educativo può urtare positivamente la volontà delle persone di stare bene al donatore del trapianto della fronte di taglio

Dopo la sorveglianza del video educativo breve, i membri del pubblico sono più probabili dire che sarebbero disposti a donare un trapianto facciale ad un paziente severamente sfigurato, riferiscono uno studio in emissione di gennaio di plastica e chirurgia ricostruttiva®, il giornale medico ufficiale della società americana dei chirurghi plastici (ASP).

“La sfida in modo schiacciante del donatore che di organo la scarsità può potenzialmente essere indirizzata con formazione,„ commenta chirurgo Eduardo D. Rodriguez, il MD, la DDS, presidenza del membro di ASP del dipartimento di Hansjörg Wyss di chirurgia plastica a salubrità di NYU Langone, New York. “La conoscenza aumentata può urtare positivamente la volontà di stare bene ad un donatore del trapianto.„

Più gente dice che diventerebbero donatori del trapianto della fronte di taglio dopo la sorveglianza del video

Il Dott. Rodriguez e colleghi ha svolto uno studio di indagine per vedere come un breve intervento educativo ha pregiudicato la volontà di stare bene ad un donatore facciale del trapianto. I ricercatori si sono avvicinati a 200 membri del pubblico in una sosta di New York ed esaminato loro per quanto riguarda la loro volontà di essere un organo o un donatore facciale del trapianto. Circa la metà dei partecipanti ha detto che erano donatori di organo registrati.

Cento dichiaranti poi sono stati indicati un video di tre minuti, su un computer della compressa, fornente un'introduzione educativa al trapianto facciale. Il video ha fornito informazioni di base sui pazienti ammissibili per i trapianti della fronte di taglio, il trattamento di corrispondenza del donatore-destinatario e le sfide ed il ripristino dopo la procedura. Egualmente ha evidenziato i risultati di due pazienti curati dal gruppo facciale del trapianto di NYU Langone. (La versione online dell'articolo comprende un collegamento al video educativo.)

Sessantanove per cento dei partecipanti hanno detto che sarebbero stati disposti a donare i loro organi dopo la morte. Prima della sorveglianza del video educativo, 51 per cento ha detto che sarebbero stati disposti ad essere donatori del trapianto della fronte di taglio. Dopo il video, 69 per cento dei partecipanti hanno detto che sarebbero stati disposti a donare per trapianto facciale--la stessa percentuale che li ha detti sarebbe disposta a donare gli organi.

La risposta al video educativo era maggior in più giovani (invecchiato 18 - 35) e (oltre 56) partecipanti più anziani, confrontati ai partecipanti di mezza età. Il video egualmente è sembrato avere un maggior impatto in donne e negli oggetti afroamericani, sebbene queste differenze non fossero statisticamente significative. Non c'erano egualmente differenze principali dalla religione.

Il trapianto facciale si è trasformato in in un riuscito trattamento per i pazienti con lo sfregio facciale severo. Ma per quanto riguarda donazione di organo, la scarsità globale dei trapianti facciali è un problema provocatorio. Ci sono molte domande circa l'opinione pubblica verso trapianto facciale ed altri tipi di documenti non autografo compositi vascularized del tessuto (VCAs--i trapianti della mano sono un altro esempio di VCAs).

La prova preliminare suggerisce che molta gente possa nemmeno essere informata della possibilità di diventare un donatore facciale del trapianto. Confrontato ai trapianti di organi, il trapianto facciale è più nuovo e capito meno bene dal pubblico. Può anche suscitare una reazione emozionale differente, poiché la fronte di taglio è associata così forte con l'identità personale.

Sulla base di nuovo studio, “anche educativa le persone aumentate breve esperienza riferite volontà di donare la loro fronte di taglio per trapianto,„ il Dott. Rodriguez e colleghi scrive. Notano che i loro risultati sono coerenti con le discrepanze precedentemente riferite fra la volontà delle persone contro l'impegno reale di donare, come riflesso tramite la registrazione erogatrice valutano.

Sebbene appena un piccolo studio pilota, i risultati suggerisca che programmi educativi “più sostanziali e diretti„ al regionale o il livello nazionale potrebbe avere un impatto positivo sull'intenzione e sull'impegno del grande pubblico di stare bene ai donatori facciali del trapianto. Il Dott. Rodriguez e colleghi sottolinea che la formazione per quanto riguarda l'organo e la donazione di VCA deve fornire “ha saldato ed informazioni obiettive… in moda da autorizzare le persone per prendere le decisioni che allineano con le loro propri credenze e valori.„