Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuova impostazione del hub di ricerca per aiutare gli scoppi futuri di arresto di malattie mortali

Un hub nuovo dirottura della ricerca è stato installato per aiutare gli scoppi futuri di arresto di malattie mortali come Ebola e Zika.

Il progetto del punto di riferimento contribuirà ad aumentare la copertura vaccino attraverso il globo ed a migliorare la risposta agli scoppi micidiali con la distribuzione rapida dei vaccini di salvataggio.

Corrente, quasi uno in cinque infanti attraverso il mondo - 19,5 milione bambini - non hanno accesso ai vaccini di base e quasi un terzo delle morti fra i bambini sotto cinque potrebbero essere impediti con l'uso dei vaccini.

L'efficace distribuzione dei vaccini è ostacolata nelle zone rurali delle nazioni basse e con reddito medio dai costi connessi con la loro produzione e depurazione e nella necessità per loro essere memorizzato alle temperature tra compreso centigrado due ed otto gradi.

Un'ulteriore sfida è la necessità di rispondere rapido alle minacce emergenti quali i virus di Zika e di Ebola.

Il nuovo hub guarderà per indirizzare due sfide importanti che affrontano i tentativi di creare i sistemi di fabbricazione vaccino futuri:

  • - Come progettare un sistema di produzione che può produrre decine di migliaia di nuove dosi nelle settimane di nuova minaccia che è identificata

    - Come migliorare i processi di fabbricazione correnti e cambiare i vaccini di modo sono fabbricati, stabilizzati e memorizzati in moda da potere impedire le malattie attuali e nuove efficacemente e costi diminuito

Il ministro di salute pubblica, Steve Brine ha detto: “È una tragedia che tanta gente attraverso il mondo muore perché non hanno accesso ai vaccini di base. Le malattie non rispettano i confini ed abbiamo una responsabilità di combatterli entrambi nel paese ed all'estero.

“I nostri scienziati e laboratori sono di livello mondiale e possono tenere il tasto alla fabbricazione ed a spiegare più dei vaccini di salvataggio - includendo quando le minacce emergenti sorgono come Zika o Ebola. Questo hub ha il potenziale immenso di salvare e migliorare le durate di milioni.„

Aggetti il principale inquirente, il professor Robin Shattock, presidenza nell'infezione mucosa e l'immunità all'istituto universitario imperiale Londra, ha detto: “Attraverso l'istituzione del hub che vaccino futuro di fabbricazione stiamo guardando per sfruttare l'onda seguente dell'innovazione di biotecnologia per rispondere rapido agli scoppi emergenti ed autorizzare i paesi più al rischio alle infezioni per incontrare il loro vaccino locale ha bisogno di.„

L'amministratore delegato di EPSRC, il professor Philip Nelson, ha detto: “I vaccini e la loro disponibilità possono significare la differenza fra vita e morte per milioni di persone attraverso il globo. Molte di queste morti, se sono un risultato della polio, la difterite o il morbillo, potrebbero essere impedite con immunizzazione e la ricerca al hub guarderanno per superare le barriere corrente che bloccano il progresso in materia.

“Allo stesso tempo, questo investimento egualmente supporterà i ricercatori come si sforzano di sviluppare i modi rispondere rapido ed efficientemente alle minacce quali Ebola e Zika e salvare molte vite in futuro.„

Il nuovo hub vaccino futuro di fabbricazione piombo dall'istituto universitario imperiale Londra e caratterizza altre quattro università BRITANNICHE e tre istituti BRITANNICI. È stato stabilito con quasi £10 milione del finanziamento dal dipartimento per salubrità e sarà gestito dall'assistenza tecnica e dal consiglio della ricerca di scienze fisiche (EPSRC).

Il hub collaborerà con la rete dei produttori vaccino dei paesi in via di sviluppo (DCVMN) sui progetti di fabbricazione, inizialmente in India, nel Vietnam, nel Bangladesh, nell'Uganda ed in Cina e l'espansione ad altri paesi in futuro.

Adotterà un approccio integrato che costruirà sulle novità in scienze biologiche, immunologia e sistemi di produzione per indirizzare queste due sfide.

Gli approcci che saranno esplorati dai ricercatori al hub comprendono lo sviluppo dei vaccini sintetici del RNA che possono essere rapido fabbricati; la produzione rapida di lievito e delle particelle batterico-espresse che componenti mimiche dei virus e dei batteri patogeni; e stabilizzazione della proteina per conservare i vaccini alle temperature di fino a 100 gradi di Celsius, evitanti l'esigenza di distribuzione e di stoccaggio refrigerati.