Lo Studio fornisce la comprensione in come il cancro al seno della fase iniziale diventa carcinoma duttale dilagante

Nuovo ad un modello basato a genetica può spiegare come un modulo comune del cancro al seno della fase iniziale conosciuto come tumore in situ duttale (DCIS) diventa un modulo più dilagante di cancro dice i ricercatori Al Centro del Cancro di Anderson di MD dell'Università del Texas.

Lo studio fornisce la nuova comprensione in come DCIS piombo a carcinoma duttale dilagante (IDC) e fornisce una più chiara comprensione di perché alcuni di questi cancri vanno inosservati. I Risultati sono stati pubblicati nell'emissione online del 4 gennaio della Cella. La scoperta è stata permessa tramite lo sviluppo dei ricercatori di nuovo strumento analitico chiamato ordinamento unicellulare topografico (TSCS).

“Mentre DCIS è il modulo più comune del cancro al seno della fase iniziale e spesso è individuato durante la mammografia, 10 - 30 per cento di questo tipo di cancro diventano IDC,„ ha detto Nicholas Navin, il Ph.D., professore associato della Genetica. “Come l'invasione di DCIS accade genomically rimane Esattamente capito male dovuto parecchie sfide tecniche nell'analisi del tessuto.„

Il problema si trova all'interno del tumore stesso, con le celle che hanno spesso diverse caratteristiche genetiche, conosciute come eterogeneità di intratumor. Il Loro trucco cellulare unico rende il trattamento più difficile, mentre un numero basso delle celle del tumore nelle condotte del latte materno rende le celle più dure macchiare dovuto la loro penuria.

Il gruppo di Navin ha trovato che l'evoluzione del genoma si presenta nelle condotte prima che i cloni del cancro potessero essere diffusi “attraversando„ lo strato sottile del tessuto conosciuto come la membrana basale. Hanno trovato che i cloni multipli della cellula tumorale co-migrano dalle condotte nelle regioni adiacenti ai tumori dilaganti del modulo.

Il DNA Precedente dell'unicellulare che ordina i metodi è emerso come strumenti potenti per la comprensione dell'eterogeneità di intratumor, ma cancellano le informazioni sulla posizione precisa delle diverse cellule del tumore all'interno del tessuto. I dati spaziali Cellulari sono critici per sapere se le celle del tumore sono DCIS o IDC. TSCS più esattamente misura e descrive le caratteristiche specifiche di singole celle del tumore.

“Poiché TSCS fornisce informazioni spaziali su posizione delle cellule, rappresenta una pietra miliare sopra i metodi precedenti che possono usare soltanto la sospensione delle celle, quindi perdendo tutte le informazioni spaziali,„ ha detto Navin. “Lo abbiamo supposto che le celle dilaganti dividessero uno stirpe genomica diretto con uno o più unicellulari nelle condotte,„ abbiamo detto. “I Nostri dati hanno rivelato uno stirpe genomica diretto fra sia DCIS che IDC ed ulteriormente hanno indicato che la maggior parte delle mutazioni ed aberrazioni di numero di copia del DNA si sono evolute all'interno delle condotte, prima dell'invasione.„

Per arrivare a questi risultati, il gruppo di Navin ha usato il exome che ordina ed ha applicato TSCS a 1.293 unicellulari da 10 pazienti con sia DCIS che IDC.

“TSCS e l'altro simile unicellulare che ordinano i metodi tengono il grande potenziale per l'apertura dei viali nuovi di ricerca nei cancri della fase iniziale,„ ha detto Navin. “È la nostra speranza che questo tipo di studio farà luce sulla domanda enigmatica di perché alcuni cancri premaligni non progrediscono mentre altri diventano dilaganti.„

Sorgente: https://www.mdanderson.org/newsroom/2018/01/new-cancer-model-shows-genomic-link-between-early-stage-and-invasive-breast-cancer-types.html