L'uso del paracetamolo durante la gravidanza può alterare la fertilità della prole femminile

Catturando il paracetamolo durante la gravidanza può alterare la fertilità futura della prole femminile, secondo un esame pubblicato nelle connessioni endocrine. Le rassegne dell'articolo tre studi separati del roditore che tutto il rapporto ha alterato lo sviluppo nei sistemi riproduttivi della prole femminile dalle madri date il paracetamolo durante la gravidanza, che può alterare la loro fertilità nell'età adulta.

Il paracetamolo, o l'acetaminofene, è un trattamento non quotato in borsa per sollievo di dolore che è catturato comunemente dalle donne incinte universalmente. Gli studi recenti hanno collegato l'uso del paracetamolo durante la gravidanza con le rotture nello sviluppo del sistema riproduttivo maschio ma gli effetti sulla prole femminile ancora non erano stati studiati. In questo articolo, il Dott. David Kristensen ed i colleghi dall'ospedale universitario di Copenhaghen, esaminano i risultati da tre studi del roditore della persona che hanno valutato gli effetti di paracetamolo catturati durante la gravidanza sullo sviluppo del sistema riproduttivo in prole femminile.

È ben noto che l'esposizione ad alcuni prodotti chimici durante la gravidanza può causare gli effetti inerenti allo sviluppo che non possono manifestarsi fino a molto più successivamente nella vita. In roditori ed in esseri umani, le femmine nascono con un numero limitato delle uova per la riproduzione in futuro. In questi ha esaminato gli studi, roditori dati il paracetamolo durante la gravidanza, alle dosi equivalenti a quelle che una donna incinta può catturare per sollievo di dolore, prole femminile prodotta con meno uova. Ciò significa che nell'età adulta, hanno meno uova disponibili per fertilizzazione, che può diminuire le loro probabilità di riuscita riproduzione, specialmente poichè ottengono più vecchie.

Il Dott. Kristensen commenta, “sebbene questo non possa essere un danno severo a fertilità, è ancora di preoccupazione reale poiché i dati da tre laboratori differenti tutti hanno trovato indipendente che il paracetamolo può interrompere lo sviluppo riproduttivo femminile in questo modo, che indica che l'indagine successiva è necessaria stabilire come questa pregiudica la fertilità umana.„

Sebbene ci siano parallele fra il roditore e lo sviluppo riproduttivo umano, questi risultati hanno ancora essere stabiliti saldamente in esseri umani. Tuttavia, stabilire un collegamento fra paracetamolo catturato tramite le madri durante la gravidanza ed i problemi di fertilità molto più successivamente nella vita adulta del bambino sarà difficile. Il Dott. Kristensen raccomanda che un approccio interdisciplinare sia adottato per indirizzare questo, “combinando i dati epidemiologici dall'essere umano studia con la ricerca più sperimentale sui modelli, quali i roditori, può essere possibile per stabilire saldamente questo collegamento e per determinare come accade, di modo che le donne incinte nel dolore possono essere curate con successo, senza rischio ai loro feti.„

Stati di Dott. Kristensen, “come scienziati, non siamo nella posizione per fare alcune raccomandazioni mediche ed inviteremmo le donne incinte nel dolore a consultare il loro medico di famiglia, ostetrica o farmacista per consiglio professionale.„