Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I biomarcatori possono contribuire a predire la prognosi dei malati di cancro gastrici con le abitudini di consumo dell'alcool

L'espressione dei biomarcatori in relazione con la riparazione del DNA influenzati dall'alcool può essere collegata alla risposta preveduta alla chemioterapia ed alla sopravvivenza dei malati di cancro gastrici, secondo un nuovo rapporto nel giornale americano di patologia

Il consumo dell'alcool è stato identificato come fattore di rischio modificabile per i cancri quale cancro gastrico. Un nuovo rapporto nel giornale americano di patologia fa luce su come le proteine specifiche interagiscono con l'alcool e su come quell'interazione urta la sopravvivenza e la risposta alla chemioterapia ausiliaria basata a platino in pazienti con cancro gastrico che può o non può ancora bere. È la prima volta che una correlazione fra un modulatore chiave di microRNA-trattamento, un fattore in relazione con IIB 1 (BRF1) di fattore di trascrizione e una prognosi dei malati di cancro gastrici è stata dimostrata. I ricercatori egualmente hanno determinato quel gene BRCA1/2 di predisposizione del cancro al seno ed il myeloperoxidase (MPO) è più frequente in malati di cancro gastrici che si impegnano nel consumo pericoloso o nocivo dell'alcool.

“Il consumo dell'alcool è un fattore di rischio conosciuto per cancro gastrico, che porta l'alte morbosità e mortalità in Cina. Abbiamo trovato che DNA markers-BRF1 in relazione con la riparazione, BRCA1/2 e MPO-abbiamo il buon valore prognostico in malati di cancro gastrici con o senza le abitudini di consumo nocive dell'alcool. Inoltre, queste proteine egualmente sono associate con come l'efficace alla chemioterapia ausiliaria basata a platino sarà per i malati di cancro gastrici,„ Hua spiegato Wang, MD, PhD e l'autore Kangsheng co-senior Gu, il MD, il PhD, entrambi il dipartimento dell'oncologia al primo ospedale affiliato dell'università medica dell'Anhui, Hefei, l'Anhui (Cina).

I ricercatori hanno analizzato il tessuto del tumore da 77 pazienti che avevano subito la chirurgia per l'adenocarcinoma gastrico primario e 69 i campioni del tessuto prelevati dall'esterno dell'area del tumore. Fra loro, 66 pazienti hanno ricevuto l'ambulatorio radicale e 57 pazienti hanno ricevuto alla la chemioterapia ausiliaria basata a platino. Tutti e 77 i pazienti sono stati seguiti per una media di 18 mesi, e nel frattempo 62/66) di ricorrenza con esperienza di malattia di 94% (. I pazienti sono rimanere esenti dalla malattia per una media di 14 mesi (sopravvivenza libera di malattia, DFS) mentre la sopravvivenza globale mediana (OS) era di 20 mesi.

BRF1, BRCA1/2 e MPO erano egualmente utili nella predizione quali pazienti avrebbero tratto giovamento più alla dalla chemioterapia ausiliaria basata a platino. Per esempio, DFS era duplice esteso o più in pazienti che hanno subito la chemioterapia e l'espressione negativa o bassa indicata BRCA1/2. Per quelli con BRCA1 negativo o basso, l'intervallo sano medio era di 18 mesi confrontati a nove mesi nel gruppo di alto-espressione. I pazienti con MPO negativo egualmente hanno avuti una migliore tendenza di risultato, sebbene non fosse statisticamente significativa.

D'importanza, i ricercatori hanno trovato che l'alcool ha continuato ad avere un effetto nocivo in pazienti. L'alta espressione BRF1 e l'infiltrazione infiammatoria MPO-positiva delle cellule erano più frequenti in malati di cancro gastrici con le abitudini di consumo pericolose o nocive dell'alcool. I cambiamenti anormali in BRCA1 in tessuti fuori dei tumori erano più frequenti negli oltraggiatori dell'alcool. Negli studi precedenti, questi ricercatori hanno trovato le simili correlazioni fra BRF1 ed il consumo dell'alcool nei malati di cancro del fegato e del petto.

La comprensione dei meccanismi di come queste proteine interagiscono con l'alcool e contribuiscono a carcinogenesi è ancora studiare. È pensato che il politico del RNA III trascriva il gioco dei geni un ruolo cruciale in tumorigenesis alcool-mediato. BRF1 regolamenta la trascrizione del gene del politico III del RNA e la sua sovraespressione agisce sebbene BRCA1 per alleviare l'inibizione di trascrizione del politico III del RNA. La misura di MPO è interpretata come una misura dell'infiammazione gastrica e del danno ossidativo indotti dall'alcool. BRCA1/2 e MPO egualmente svolgono i ruoli chiave nella riparazione di danno del DNA.

“Finora, non ci sono stati buoni indicatori per indicare il consumo dell'alcool nel tessuto gastrico del cancro,„ il Dott. celebre Wang. “I più grandi test clinici futuri pianificazione per esplorare l'utilità prognostica di questi biomarcatori in cancri gastrici ed altri in pazienti che consumano le quantità pericolose di alcool.„