Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati sviluppano probiotico geneticamente costruito che obiettivi ed uccide le cellule tumorali nell'intestino

I ricercatori all'università nazionale di Singapore hanno identificato un modo trasformare un cocktail umile dei batteri e delle verdure in un sistema di obiettivi che trova ed uccide le cellule tumorali colorettali.

Credito: Miliardo foto/Shutterstock

Il cancro colorettale è il terzo la maggior parte del cancro comune universalmente e la sua incidenza è preveduta per aumentare nei prossimi anni. Lo studio, che è stato diretto dal Dott. Chun-Loong Ho, recentemente è stato pubblicato nell'assistenza tecnica biomedica della natura del giornale.

L'elemento principale di questo sistema d'ottimizzazione è un modulo costruito di Escherichia coli Nissle; specie inoffensive di batteri trovati nell'intestino.

I batteri geneticamente sono stati costruiti in un quel probiotico legature alla superficie delle cellule tumorali colorettali e secerne un enzima per convertire una sostanza trovata in verdure crocifere quali i broccoli in agente anticancro potente.

La ricerca ha mirato ad uccidere le cellule tumorali nell'intestino permettendoli di prendere questo agente anticancro. Poichè le celle normali non possono fare questa conversione e non sono influenzate dalla tossina, il sistema si pensa che miri soltanto alle cellule tumorali colorettali.

Più di 95% delle cellule tumorali colorettali esaminate sono stati uccisi dalla miscela del probiotics costruito con broccoli l'estratto o l'acqua che contengono la sostanza dietetica. Inoltre, la miscela non ha mostrato impatto su altri tipi di cellule tumorali quali cancro al seno o tumore dello stomaco.

Secondo lo studio, il miscuglio della probiotics-verdura ha fatto diminuire i numeri del tumore da 75% in mouse con cancro colorettale. Inoltre, in confronto ai mouse di controllo che non sono stati provveduti della miscela, i tumori trovati in questi mouse erano tre volte più piccoli.

Il gruppo suggerisce che questo il probiotics potrebbe avere gli scopi doppi: prevenzione e schiarimento delle cellule tumorali residue dopo chirurgia o chemoradiotherapy.

È sperato che i malati di cancro colorettali potrebbero catturare il probiotics poichè un supplemento dietetico con i broccoli di consumo per impedire il colorectalcancer o diminuire le tariffe di ricaduta dopo chirurgia.

Un aspetto emozionante della nostra strategia è che sfrutta appena il nostro stile di vita, potenzialmente trasformante la nostra dieta normale in un regime terapeutico sostenibile e a basso costo. Speriamo che la nostra strategia possa essere un complemento utile alle terapie correnti del cancro.„

Matthew Chang, professore associato all'università nazionale di Singapore