I ricercatori scoprono il nuovo tipo di neurotossina botulina dalla sorgente inattesa

I ricercatori dall'istituto di Quadram hanno identificato i geni che codificano una versione precedentemente non scoperta della neurotossina botulina in batteri dall'intestino di una mucca.

Ciò è la prima volta che un cluster intatto dei geni per la preparazione della neurotossina botulina è stato trovato fuori dei clostridium botulinum del batterio o dei sui parenti prossimi e soltanto il secondo rapporto di nuova tossina botulinica durante i 40 anni scorsi.

Il clostridium botulinum è un agente patogeno pericoloso che forma la tossina botulinica altamente potente, che quando botulismo ingerito di cause, una malattia neuroparalytic micidiale. Ma la neurotossina botulina ora egualmente è utilizzata in un intervallo delle procedure mediche come pure per gli scopi cosmetici.  La scoperta di questo nuovo tipo di neurotossina botulina, da una sorgente inattesa, ha il potenziale di allargare l'intervallo degli usi medici ancora ulteriori.

I geni che codificano la proteina della tossina botulinica con le proteine accessorie che proteggono la tossina botulinica e che assicurano che funzioni, sono organizzati come cluster del gene. Nella nuova ricerca, pubblicata nelle lettere della FEBS del giornale, gli scienziati all'istituto di Quadram hanno effettuato una ricerca del centro nazionale per database di sequenza del genoma delle informazioni di biotecnologia l'intero. Facendo uso delle tecniche di bioinformatica, il Dott. Jason Brunt ed il Dott. Andrew Carter, lavorando con il professor Mike Peck ed il Dott. Sandra Stringer, hanno schermato questo database per altre entrate che erano simili alle proteine prevedute che il gene della tossina botulinica avrebbe prodotto. Lo studio è stato costituito un fondo per dalla biotecnologia e dal consiglio della ricerca di scienze biologiche.

Questa ricerca ha identificato un cluster precedentemente non scoperto del gene che codifica una nuova neurotossina botulina e le proteine dell'accessorio nel genoma dell'specie di batteri dell'enterococco isolati dalle feci della mucca.

I batteri dell'enterococco abitano tipicamente nel tratto gastrointestinale degli animali e degli esseri umani. Alcuni sono commensals, componenti una parte del microbiome normale che popola l'intestino. Altri sono conosciuti per causare la malattia. Questo sforzo particolare è stato isolato dalle feci della mucca in U.S.A., ma non è conosciuto se la mucca era dare segni del botulismo. L'analisi suggerisce che il cluster del gene sia probabile essere attivamente espresso e producente la tossina, in modo dal gruppo di ricerca è interessato nel realizzare ulteriore ricerca per capire che effetti portare questo batterio ha sugli animali.

Così come la comprensione delle implicazioni di individuazione della questa variante nuova del cluster del gene di botulismo nelle specie non clostridiali di batterio dell'intestino, il gruppo sono interessate nell'esplorazione come potrebbe aiutare nello sviluppare i nuovi trattamenti per le malattie. I ricercatori hanno trovato le indicazioni dalla struttura 3D che modella che questa nuova versione della tossina può possedere un meccanismo d'ottimizzazione novello, in grado di permetterle di trattare una più vasta gamma di circostanze.

“Espresso una volta come proteina, questa nuova neurotossina può possedere i beni novelli, quali i beni immunomodulatory che la rendono utile per una vasta gamma molto dei problemi di salute. Può anche avere beni che la fanno che un candidato ideale per uso come alternativa alle neurotossine botuline esistenti quale Botox„ ha detto il Dott. Jason Brunt.

“È una domanda intrigante quanto a come questo sforzo dell'enterococco ha acquistato un cluster botulino del gene della neurotossina, che vantaggio porta a questo batterio e più ulteriormente funziona è richiesto per esplorare le implicazioni della nostra individuazione importante riguardo alla possibilità del suo trasferimento fra i batteri. Ulteriore lavoro egualmente è richiesto per caratterizzare questa tossina novella, ma le indicazioni di iniziale sono che questa può essere una scoperta altamente significativa. Ora determineremo la potenza di questa nuova tossina botulinica e come può essere usata come agente terapeutico„ abbiamo detto il Dott. Andrew Carter.

Sorgente: https://quadram.ac.uk/new-deadly-botulinum-toxin/