Pazienti dell'infarto che hanno anoressia avere prognosi peggiore

I ricercatori del centro tedesco per la ricerca cardiovascolare (DZHK) hanno scoperto che i pazienti con infarto che hanno anoressia egualmente di più sono influenzati nella loro capacità funzionale fisica ed hanno prognosi peggiore. I fattori che incoraggiano l'anoressia sono l'assunzione del farmaco diuretico, infiammazione e perdita di peso involontaria.

Più di 80 per cento dei pazienti con infarto sono anziani che, generalmente, egualmente soffrono dalle co-morbosità. Questi problemi sanitari supplementari pregiudicano la forma fisica, la qualità di vita e la sopravvivenza dei pazienti con infarto. Per esempio, le co-morbosità tipiche sono spreco del muscolo e perdita di peso involontaria dovuto degenerazione muscolare. L'anoressia egualmente è osservata frequentemente in pazienti con infarto avanzato. Eppure finora, piccolo è stato conosciuto circa come la perdita nell'appetito pregiudica la progressione di malattia in questi pazienti. Il Dott. il Dott. Stephan von Haehling del palladio del centro medico Göttingen ed i suoi colleghi hanno studiato così se l'anoressia pregiudica la capacità funzionale fisica ed il tasso di sopravvivenza di pazienti con infarto nello studio di SICA-HF (studi che studiano le Co-morbosità che aggravano infarto) costituito un fondo per dalla Commissione Europea. Inoltre, hanno cercato i fattori che possono contribuire ad anoressia.

Una combinazione avversa

A complessivamente 166 clinicamente pazienti esterni stabili con infarto sono stati chiesti se avevano perso il loro appetito e un terzo ha specificato che effettivamente stavano soffrendo dall'anoressia. La capacità funzionale fisica dei partecipanti di studio è stata accertata di facendo uso degli esercizi del bilanciamento, i 6 prova di camminata minuta e resistenza e prove di resistenza, tra l'altro. Ciò ha dimostrato che la capacità funzionale era peggiore se l'appetito del partecipante di studio fosse diminuito. Il livello di forma fisica era ancor più commovente se oltre ad una perdita nell'appetito (anoressia), la perdita di peso involontaria e severa (cachessia) fosse presente.

Più infortuni mortali con un appetito diminuito

I ricercatori di DZHK in Göttingen egualmente hanno scoperto che il rischio della mortalità è aumentato in due anni se i pazienti con infarto hanno anoressia. La cachessia egualmente ha avuta un effetto negativo supplementare qui. “La combinazione di cachessia e di anoressia è complessa ed anche un problema in altre malattie croniche„, dice von Haehling. “Ecco perché “la sindrome della anoressia-cachessia„ è conosciuta che per esempio in malati di cancro come conseguenza negativa della malattia e del suo trattamento posa una sfida importante„.

Grilletti possibili

Nella ricerca dei fattori che incoraggiano l'anoressia in infarto, i ricercatori hanno trovato tre preannunciatori indipendenti: l'attivazione degli ormoni infiammatori, l'assunzione del diuretico di ciclo e cachessia. “Gli indicatori infiammatori aumentati sono già presenti in pazienti con infarto. Se questi indicatori sono oltrepassati, diventa più probabile che il loro appetito diminuisce„, spiega von Haehling. Il diuretico di ciclo è prescritto ai pazienti con infarto diminuire la conservazione dell'acqua nel tessuto. Presumibilmente, dovuto la perdita di oligoelementi gradisca lo zinco, può causare il senso del gusto ed anche appetito diminuire così.

I ricercatori ritengono quello necessità dei medici di trattamento di tenere un occhio sulle abitudini alimentari e sullo stato nutrizionale dei loro pazienti quando cura l'infarto. “Questi fattori dovrebbero essere una parte fondamentale della valutazione medica globale dei pazienti con infarto„, raccomanda von Haehling.

Sorgente: https://dzhk.de/en/news/latest-news/article/anorexia-aggravates-disease-progression-in-heart-failure/

Advertisement