Lo studio trova il reticolo globale di comunanza fra Huntington e Parkinson

Un nuovo studio suggerisce forte che i cervelli della gente che è morto della malattia di Huntington (HD) e della manifestazione (PD) della malattia del Parkinson una simile risposta ad una vita del neurodegeneration, malgrado essere due malattie molto distinte.

I risultati, che compaiono nelle frontiere del giornale in neuroscienza molecolare, trovati che la maggior parte dei geni perturbati in cervelli da entrambe le malattie sono collegati con la stesse risposta immunitaria e vie infiammatorie. L'infiammazione nel sistema nervoso centrale recentemente è stata indicata per svolgere un ruolo in una serie di malattie neurodegenerative differenti, compreso HD e palladio, ma questo è il primo confronto diretto di queste due malattie distinte.

I cervelli delle persone che sono morto con Huntington, Parkinson o nessuno stato neurologico sono stati analizzati facendo uso dell'ordinamento della tecnologia che fornisce una lettura di dati dell'attività di tutti i geni nel genoma. Confrontando i dati dai gruppi differenti, i ricercatori hanno identificato quali geni evidenziano le differenze nella loro attività. Organizzando ed interpretando questi geni, i ricercatori hanno trovato un reticolo globale di comunanza fra le due malattie. Secondo i ricercatori, l'ipotesi che il cervello sperimenta una simile risposta alle malattie neurodegenerative disparate ha implicazioni cliniche emozionanti. “Questi risultati suggeriscono che una terapia comune potrebbe essere sviluppata per contribuire ad attenuare gli effetti delle malattie neurodegenerative differenti del sistema nervoso centrale„ l'autore Adam corrispondente spiegato Labadorf, il PhD, Direttore del hub di bioinformatica dei BU.

“Sebbene nessun tale trattamento ancora esista, questo che trova piombo agli esperimenti per capire meglio i meccanismi specifici della risposta infiammatoria nel cervello neurodegenerating, che può a loro volta piombo ai nuovi trattamenti.„

Labadorf crede attualmente quello, questi risultati è troppo preliminare per suggerire i nuovi trattamenti clinici. Tuttavia, altrettante droghe antinfiammatorie sono già disponibili, ci può essere relativamente un percorso di scarsità a progettare i test clinici per le droghe che modulano la risposta infiammatoria nella gente con la malattia neurodegenerative.

“Mentre questi risultati sono specifici a HD ed a palladio, queste due malattie sono sufficiente distinte suggerire che il reticolo osservato di attività di gene differenziale possa probabilmente essere osservato in altre malattie neurodegenerative del sistema nervoso centrale, compreso il morbo di Alzheimer e Encephalophathy traumatico cronico (CTE).„

Sorgente: https://www.bmc.org/

Advertisement