Bevendo durante l'adolescenza recente ha potuto essere primo punto ai problemi del fegato nell'età adulta

L'alcool è la causa principale di cirrosi epatica e delle morti in relazione con il fegato. I risultati di grande studio a lungo termine in Svezia hanno confermato che bere durante l'adolescenza recente potrebbe essere il primo punto verso i problemi del fegato nell'età adulta e che le linee guida per ingestione di alcol sicura negli uomini potrebbero dovere essere riveduto verso il basso, riferisce il giornale dell'epatologia.

La corrente ha raccomandato i livelli di taglio in alcuni paesi suggerisce che il consumo sicuro dell'alcool affinchè gli uomini evitasse l'epatopatia alcolica fosse di 30 grammi al giorno, approssimativamente equivalente a tre bevande. “Il nostro studio ha indicato che quanto bevete nei vostri anni dell'adolescenza tardi può predire il rischio di sviluppare la cirrosi più successivamente nella vita,„ spiega il principale inquirente Hannes Hagström, il MD, PhD, del centro per le malattie digestive, divisione dell'epatologia, l'ospedale universitario di Karolinska, Stoccolma, Svezia. “Tuttavia, che cosa può essere considerato un taglio sicuro negli uomini è meno chiaro.„

I ricercatori hanno intrapreso gli studi retrospettivi per valutare l'associazione fra l'alcool consumato presto nella vita con ultimo sviluppo dell'affezione epatica severa. Hanno usato i dati dagli studi basati sulla popolazione nazionali intrapresi durante il 1969-1970 di tutti gli uomini svedesi conscripted in servizio militare. Durante quel periodo, la coscrizione era obbligatoria in Svezia e soltanto 2 3% degli uomini sono stati esentati da coscrizione, principalmente dovuto le inabilità o la malattia severe. Questo studio è stato basato su più di 49.000 uomini svedesi, invecchiati 18-20, che conscripted a quel tempo. I ricercatori hanno abbinato i numeri di identità personale dai dati di coscrizione con le registrazioni nel registro paziente nazionale e le cause della morte registrano per stabilire se i partecipanti abbiano sviluppato l'affezione epatica severa fino alla fine di 2009. I risultati erano regolato per l'indice di massa corporea, fumare, uso degli stupefacente, abilità conoscitiva e la capacità cardiovascolare.

I dati hanno indicato che il consumo dell'alcool presto nella vita è stato associato con un rischio aumentato di sviluppare l'affezione epatica severa. Dopo 39 anni di seguito, 383 uomini avevano sviluppato l'affezione epatica severa, che è stata definita come diagnosi di cirrosi epatica, dell'affezione epatica decompensated (carcinoma epatocellulare, ascite, varices esofagei, sindrome hepatorenal, o encefalopatia epatica), dell'errore di fegato, o della morte dall'affezione epatica. Il rischio era dipendente dalla dose, senza il segno di un effetto di soglia ed era più pronunciato negli uomini che consumano due bevande per giorno, circa 20 grammi, o più. Prima di adeguamento per l'indice di massa corporea, il consumo del tabacco, l'uso degli stupefacente, forma fisica cardiovascolare ed abilità conoscitiva, il rischio era significativo per il consumo quotidiano dell'alcool in basso quanto sei grammi al giorno. Questi risultati sono soltanto validi per gli uomini e devono essere convalidati in donne.

“Se questi risultati piombo all'abbassamento il taglio livella per un consumo “sicuro„ di alcool negli uomini e se gli uomini aderiscono alle raccomandazioni, possiamo vedere un'incidenza dell'epatopatia alcolica diminuita in futuro,„ dice il Dott. Hagström.

Alexandre Louvet, MD, PhD, digestif di des maladies de l'appareil di servizio, Hôpital Huriez, Lille, Francia, osserva in un editoriale accompagnante che malgrado il carico enorme di malattia, là non è i trattamenti approvati per l'epatopatia alcolica.

“Lo studio presente aggiunge a nostra conoscenza circa i rischi di consumo cronico dell'alcool ad una più giovane età,„ il Dott. Louvet di osservazioni. “I livelli sicuri di consumo dell'alcool devono essere riveduti per la popolazione in genere e le politiche sanitarie di salute pubblica devono adattarsi di conseguenza. Le raccomandazioni generali dai medici devono essere accompagnate dalle polizze di alcool-control, particolarmente accesso all'alcool, prezzi e pubblicità. La formazione e le informazioni non sono sufficienti da sè per diminuire il consumo dell'alcool nella popolazione in genere. D'altra parte, gli interventi mirati a hanno puntato su identificare e consigliando le alcooliste sia utile ad un livello determinato.„

Secondo la relazione globale dell'organizzazione mondiale della sanità 2014 sull'alcool e sulla salubrità, la cirrosi in relazione con l'alcool è ogni anno responsabile di 493.300 morti. Sebbene non ci sia il trattamento approvato, la malattia in relazione con l'alcool è teoricamente 100% evitabile, che rende il ruolo delle misure preventive centrale nel fare diminuire l'impatto di eccessivo consumo dell'alcool sulla società.