Causa di origine della traccia dei ricercatori dei sintomi di bronchiolite

Ogni inverno, gli uffici di medici ed il pronto soccorso dell'ospedale riempiono di bambini che hanno bronchiolite, un'infiammazione di piccole gallerie di ventilazione nel polmone. È ogni anno responsabile di circa 130.000 ammissioni. A volte questi giovani pazienti hanno sintomi rievocativi di cattivo freddo con una febbre, una tosse e un radiatore anteriore semiliquido. Altre volte, bronchiolite causa le difficoltà respiranti così severe che questi bambini finiscono nell'unità di cure intensive.

“La realtà è che non abbiamo nulla curare questi pazienti oltre a cura complementare, quali i liquidi endovenosi o il supporto respiratorio,„ dice Robert J. Freishtat, M.D., M.P.H., capo della medicina di emergenza al sistema nazionale della salubrità dei bambini. “Che è realmente inaccettabile perché alcuni capretti ottengono molto, molto malato.„

Parecchi anni fa, il Dott. Freishtat dice un test clinico provato facendo uso degli steroidi come trattamento potenziale a bronchiolite. Il pensiero era che queste droghe potrebbero diminuire l'infiammazione che è un marchio di garanzia di questa circostanza. Tuttavia, dice, i risultati non erano una schiacciata per gli steroidi: Le droghe non sono sembrato migliorare i risultati affatto per migliorare che un placebo.

Ma la prova ha avuta un difetto critico, lui spiega. Piuttosto che avendo una causa omogenea, la bronchiolite è un termine generico per un insieme dei sintomi che possono essere causati da una serie di virus differenti. Più comuni quei sono virus respiratorio sinciziale (RSV) e rhinovirus, l'ultimo stesso che è un assortimento più di 100 differenti ma virus relativi. Trattando la bronchiolite come singola malattia, il Dott. Freishtat dice che i ricercatori potrebbero trascurare le finezze di ogni virus che influenzano se un farmaco particolare è utile.

“Curando tutti i pazienti di bronchiolite con un singolo agente, potremmo paragonare le mele alle arance,„ dice. “Il trattamento può essere completamente differente secondo la causa fondamentale.„

Per verificare questa idea, il Dott. Freishtat ed i colleghi hanno esaminato le secrezioni nasali da 32 infanti che erano stati ospedalizzati con la bronchiolite dal 2011 al 2014 a 17 centri medici attraverso il paese che partecipano ad un consorzio chiamato la trentacinquesima collaborazione multicentrata della ricerca della galleria di ventilazione. A metà di questi pazienti, le prove di laboratorio hanno confermato che la loro bronchiolite è stata causata da RSV; a metà l'altra metà, la causa era rhinovirus.

Da queste secrezioni nasali, i ricercatori hanno estratto gli acidi nucleici chiamati microRNAs. Queste molecole regolamentano gli effetti dei geni differenti attraverso vari meccanismi differenti, solitamente con conseguente effetti dei geni dell'obiettivo che sono fatti tacere. Un singolo microRNA mira tipicamente ai geni multipli pregiudicando il RNA messaggero, una molecola che è chiave per la produzione delle proteine.

Confrontando i risultati fra i pazienti con RSV o il rhinovirus, i ricercatori hanno trovato 386 microRNAs che hanno differito nella concentrazione. Facendo uso di software bioinformatic, hanno rintracciato questi microRNAs a migliaia di messaggero RNAs, cercanti tutte le bugne interessanti ai meccanismi importanti della malattia che potrebbero variare fra i due virus.

I loro risultati finalmente hanno risultato le differenze importanti fra i due virus nella via di NFkB (kappa-indicatore-catena-rinforzatore nucleare di fattore dei linfociti B attivati), una cascata della proteina che è compresa intimamente nella risposta infiammatoria ed è un obiettivo per molti tipi di steroidi. Il Rhinovirus sembra a upregulate l'espressione di molti membri di questa famiglia della proteina, moventi le celle per fare più di loro e gli inibitori del downregulate di questa cascata. D'altra parte, RSV non è sembrato avere molto di un effetto su questa via critica.

per vedere se questi effetti tradotti in celle che fanno le molecole più infiammatorie in questa via, i ricercatori cercassero per vari membri di questa cascata della proteina nelle secrezioni nasali. Hanno trovato un aumento in due, conosciuto come reale e NFkB2.

Sulla base di questi risultati, pubblicati il 17 gennaio 2018 online, nella ricerca pediatrica, gli steroidi hanno potuto lavorare per il rhinovirus ma non per RSV, nota il Dott. Freishtat l'autore senior dello studio.

“Siamo abbastanza vicini a dire che dovreste condurre un test clinico riguardo al virus, piuttosto che i sintomi, misurare qualsiasi effetto da una droga data,„ dice.

I test clinici futuri potrebbero provare l'arsenale delle medicine attualmente disponibili per vedere se c'è ne ha un effetto sulla bronchiolite causata dall'uno o l'altro di questi due virus. Ulteriore ricerca sui meccanismi di ogni tipo di malattia anche potrebbe risultare i nuovi obiettivi che i ricercatori potrebbero sviluppare le nuove medicine per colpire.

“Invece di determinazione della malattia basata sui sintomi,„ dice, “possiamo finalmente trattare la causa di origine.„