Studio: La plastica utilizzata in molti giocattoli della seconda mano può essere nociva alla salute dei bambini

La plastica utilizzata in molti giocattoli della seconda mano potrebbe comportare un rischio alla salubrità dei bambini perché non può incontrare le linee guida di sicurezza internazionali più aggiornate, secondo la nuova ricerca pubblicata in scienza e tecnologia ambientale.

Gli scienziati dall'università di Plymouth hanno analizzato 200 giocattoli di plastica utilizzati che hanno trovato nelle case, in vivai e nei reparti della carità attraverso il sud ad ovest dell'Inghilterra.

Queste automobili incluse, treni, prodotti della costruzione, figure e puzzle, con tutti che sono di una dimensione che potrebbe essere masticata dai bambini piccoli.

Hanno scoperto le alte concentrazioni di elementi pericolosi compreso antimonio, bario, il bromo, il cadmio, il cromo, il piombo ed il selenio - che sono cronicamente tossici ai bambini ai bassi livelli su un periodo esteso di del tempo in molti particelle elementari, figure e punti di gioielli che erano tipicamente qualsiasi giallo, di rosso o del nero.

Ulteriori esami hanno provato quello negli stati simulati dello stomaco (che comprendono estrazione in acido cloridrico diluito) parecchie quantità rilasciate giocattoli di bromo, di cadmio o di piombo che hanno superato l'insieme di limiti dal

La ricerca piombo dal Dott. Andrew Turner, lettore nella scienza ambientale, che ha usato la spettrometria (XRF) di fluorescenza a raggi X per analizzare la presenza di elementi all'interno di diversi giocattoli.

Precedentemente ha condotto la ricerca che ha mostrato quella decorata

“Questa è la prima indagine sistematica sugli elementi pericolosi in giocattoli di plastica di seconda mano nel Regno Unito,„ il Dott. Turner ha detto. “I giocattoli della seconda mano sono un'opzione attraente alle famiglie perché possono essere ereditati direttamente dagli amici o dai parenti o essere ottenuti economico e prontamente dalle memorie della carità, dai mercati delle pulci e da Internet. Ma mentre la direttiva della sicurezza del giocattolo si applica ai nuovi prodotti non c'è regolamento che riguarda il riciclaggio o la rivendita di più vecchi giocattoli.

“Con l'introduzione ed il perfezionamento della direttiva della sicurezza del giocattolo, l'industria delle materie plastiche ha dovuto intraprendere le azione per eliminare gli elementi pericolosi dai nuovi giocattoli. Tuttavia, i consumatori dovrebbero essere informati dei rischi potenziali connessi con i piccoli, vecchi giocattoli o componenti di plastica mouthable e brillantemente colorati. Senza quello, il costo, la convenienza e la riciclabilità attraenti dei giocattoli precedentemente utilizzati ha il potenziale di creare un'eredità di contaminazione chimica per i bambini più in giovane età.„

Sorgente: https://www.plymouth.ac.uk/news/many-second-hand-plastic-toys-could-pose-a-risk-to-childrens-health-study-suggests