Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli indicatori di salubrità per i bambini nati dai superstiti del cancro al seno possono dipendere dal tipo del cancro

Per i superstiti del cancro al seno, il rischio di dare alla luce prematuramente e per altre preoccupazioni di salubrità per i loro neonati, può dipendere dal tipo di cancro al seno che hanno avuti, secondo uno studio dall'università di ricercatori completi del centro del Cancro di North Carolina Lineberger.

In uno studio pubblicato nel giornale internazionale di Cancro, i ricercatori hanno analizzato gli indicatori di salubrità per i bambini sopportati ai giovani superstiti del cancro al seno in North Carolina. Ciò ha compreso la valutazione se i neonati erano prematuro nato (meno di 37 settimane), se fossero sotto peso normale, piccolo per l'età gestazionale, o se nascessero con una consegna di taglio cesareo. In generale, non c' era un aumento nella prevalenza della nascita, della C-sezione, di piccole prematuri per l'età gestazionale, o il basso peso alla nascita per i neonati attraverso tutti i tipi del cancro al seno.

“Stiamo mettendo a fuoco su questi risultati perché sappiamo che lo sviluppo di bambino in utero è importante ed argomenti di ogni settimana,„ ha detto B. Nichols nocciola, il PhD, assistente universitario di UNC Lineberger nel banco di UNC Gillings della salute pubblica globale.

Tuttavia, quando hanno esaminato i dati secondo il tipo del cancro al seno, i ricercatori trovati hanno aumentato il rischio di nascita, di basso peso alla nascita e di consegna prematuri della C-sezione per le donne con il cancro al seno ricevitore-negativo dell'estrogeno. I ricercatori hanno avvertito che ulteriori studi sono necessari confermare l'individuazione.

“Le buone notizie sono che globale, donne che hanno concepito dopo che la loro diagnosi del cancro al seno non ha avuta un rischio aumentato di nascita prematura,„ Nichols ha detto. “Tuttavia, quando abbiamo guardato più molto attentamente, abbiamo veduto che le donne con il cancro al seno ricevitore-positivo dell'estrogeno non hanno avute un rischio aumentato di nascita prematura, ma donne con estrogeno che il cancro al seno ricevitore-negativo ha fatto--ed era quasi due volte alto. Che cosa dobbiamo fare dopo è di vedere se questo stesso che trova è ripiegato nei più grandi studi.„

Mentre i tassi di sopravvivenza per cancro al seno migliorano, più donne affrontano le domande circa le loro vite dopo cancro, comprendente circa le loro pianificazioni per cominciare, o completare, le loro famiglie. Gli studi dal Canada e da Europa hanno trovato che c'è un'incidenza più bassa del parto per i superstiti del cancro al seno confrontati alle donne della stessa età nella popolazione in genere. Gli studi precedenti hanno indicato gli elevati rischi di basso peso alla nascita e delle consegne premature confrontati alle donne senza cancro al seno. Tuttavia, questi rischi non sono stati esaminati secondo il tipo del cancro al seno, i ricercatori hanno detto.

“Questo studio è un pezzo solo di più grande sforzo per capire i bisogni delle donne con cancro al seno oltre il loro trattamento del cancro,„ Nichols ha detto. “Una diagnosi del cancro al seno può urtare molti aspetti differenti della vostra vita e costruire una famiglia è uno di loro. Sempre più, la ricerca è messa a fuoco sul rispondere a quelle domande a lungo termine che le donne hanno. „

Lo studio ha usato i dati di registrazione di N.C. Central Cancer per analizzare i casi di 4.978 donne diagnosticate con cancro al seno in North Carolina fra 2000 e 2013. Per il gruppo complessivo, non hanno trovato differenza significativa nella prevalenza della nascita prematura, del basso peso alla nascita e di altre misure fra le donne con o senza cancro al seno. Ma per le donne con il cancro al seno ricevitore-negativo dell'estrogeno, 18 per cento delle nascite erano prematuri. Quello confronta ad una tariffa di circa 10 per cento di tutte le nascite in North Carolina che sono premature, Nichols ha detto. Ha avvertito che devono assicurare che questa fosse un'individuazione reale esaminando un più grande numero dei pazienti.

“Meno donne hanno cancro al seno negativo del ricevitore dell'estrogeno, in modo dai nostri risultati sono stati basati su un piccolo numero di donne,„ Nichols ha detto. “Che cosa dobbiamo fare dopo è vedere se lo stesso reticolo è veduto in altri studi pure.„

Analizzando il numero dei nati vivi alle donne che si sono presentate dopo la loro diagnosi, hanno trovato che circa 8 per cento di quelle donne avevano avuti almeno un bambino entro 10 anni dopo la loro diagnosi.

Rispetto alla popolazione in genere, il tasso di natalità per le donne a cancro al seno nello studio era circa 57 per cento più in basso di per le donne che non hanno avute cancro al seno, Nichols ha detto. Le nascite erano meno comuni in donne che hanno ricevuto la chemioterapia ed in donne che hanno avute cancro al seno nelle fasi più avanzate.

E mentre i ricercatori hanno trovato che le donne con il cancro al seno ricevitore-negativo dell'estrogeno erano inizialmente più probabili avere bambini dopo che la loro diagnosi del cancro al seno delle donne con il cancro al seno positivo del estrogeno-ricevitore, la percentuale di donne che hanno acceso avere bambini (circa 10 per cento) era simile in entrambi i gruppi 10 anni dopo la diagnosi.

I ricercatori dicono che questa differenza potrebbe essere attribuita al trattamento per il cancro al seno ricevitore-positivo dell'estrogeno. Questi trattamenti, che mirano all'estrogeno, sono raccomandati per essere richiesti almeno 5 anni per impedire la ricorrenza del cancro. Un test clinico ad UNC Lineberger ed altri centri sta studiando se la terapia endocrina può essere interrotta sicuro per permettere che le donne concepiscano durante questo periodo.

“Sebbene le donne che hanno cancro al seno ricevitore-positivo dell'estrogeno siano meno probabili avere un bambino durante i primi cinque anni dopo la loro diagnosi, prendono entro 10 anni,„ Nichols ha detto. “Stiamo vedendo le nascite più basse durante il periodo di tempo in cui sono più probabili da catturare la terapia endocrina.„

I ricercatori egualmente pianificazione esaminare alla fine di quest'anno le giovani donne con cancro al seno per sondare le spiegazioni possibili per il tasso di natalità più basso fra i superstiti del cancro al seno. Sperano di determinare se è un effetto secondario del trattamento o se le donne hanno scelto di non diventare incinte. Egualmente intendono in uno studio futuro valutare se la nascita prematura pregiudica i risultati successivi per la salubrità del bambino.

Nichols ha detto che i risultati dello studio hanno rinforzato che il consiglio di fertilità è importante per i pazienti di cancro al seno che possono volere avere bambini.

“Ci sono raccomandazioni molto coerenti che le donne che sono diagnosticate con cancro al seno dovrebbero essere consigliate prima che siano curate circa tutti i rischi potenziali di loro trattamento del cancro su fertilità futura,„ Nichols ha detto. “Penso dobbiamo fare un migliore processo assicurandoci che tutte le donne con cancro ottengano le informazioni hanno bisogno di prima che inizino il loro trattamento.„