Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La gente con perdita dell'udito centrale più probabile avere danno conoscitivo delicato

Qualche gente con certo tipo di perdita dell'udito può essere più probabile anche avere la perdita di memoria ed i problemi di pensiero chiamati danno conoscitivo delicato, secondo uno studio preliminare rilasciato oggi dal 21 al 27 aprile 2018 che sarà presentato all'accademia americana della riunione annuale della neurologia settantesima in Los Angeles. La perdita dell'udito è una delle inabilità più comuni in anziani, pregiudicando circa un terzo della gente sopra l'età 65.

Lo studio ha esaminato la gente con perdita dell'udito relativa all'età periferica, che è causata dai problemi in come la funzione di nervi di audizione e dell'orecchio interno e piombo alla gente che non può sentire. Egualmente ha esaminato la perdita dell'udito relativa all'età centrale, che è causata dai problemi nella capacità del cervello di elaborare il suono e piombo la gente dire, “io può sentire, ma non posso capire.„

Lo studio ha fatto partecipare 1.604 partecipanti di grande studio dell'età, gli studi basati sulla popolazione intrapresi nel sud dell'Italia, con un'età media di 75, di cui le abilità di audizione e di pensiero e di memoria sono state provate. Dei partecipanti, 26 per cento hanno avuti perdita dell'udito periferica e 12 per cento hanno avuti perdita dell'udito centrale, 33 per cento sono stati diagnosticati con danno conoscitivo delicato.

I ricercatori hanno trovato che la gente con perdita dell'udito centrale era due volte probabile avere danno conoscitivo delicato quanto la gente che non ha avuta perdita dell'udito. Di 192 persone con perdita dell'udito centrale, 144 persone, o 75 per cento, hanno avuti danno conoscitivo delicato. Dei 609 senza perdita dell'udito, 365 persone, o 60 per cento, hanno avuti danno conoscitivo delicato. Al contrario, la gente con perdita dell'udito periferica era non di più probabile avere danno conoscitivo delicato che la gente senza i problemi di audizione.

“Questi risultati preliminari indicano che la perdita dell'udito centrale può dividere la stessa perdita progressiva di funzionamento in cellule cerebrali che si presenta nel declino conoscitivo, piuttosto che la privazione sensoriale che accade con perdita dell'udito periferica,„ ha detto l'AUD l'autore, EngD, MPh di Rodolfo Sardone di studio, all'istituto della sanità nazionale ed all'università di Bari in Italia. “È un problema con la percezione. La percezione degli esami dell'udito dovrebbe essere data alla gente che è più vecchia di 65 ed anche alla gente con danno conoscitivo.„

I ricercatori egualmente hanno trovato quella gente che ha avuta più basso i punteggi su una prova che ha misurato come essi hanno capito che il discorso egualmente avesse punteggi più bassi su una prova delle abilità di memoria e di pensiero.

Sardone ha notato che lo studio non prova che i problemi di udito causano la perdita di memoria; mostra soltanto un'associazione fra i due.

Sorgente: https://www.aan.com/AAN-Resources/Details/press-room/current-press-release/